CASAGRANDE, EX TORINO E ASCOLI AMMETTE USO DI DROGA E DOPING: «MI SONO FATTO DI TUTTO»


Walter Casagrande, ex centravanti brasiliano del Torino
tempo: 39ms
RSS
09/04/2013 -

Walter Casagrande, ex centravanti brasiliano del Torino, racconta in un'autobiografia intitolata 'Casagrande e i suoi demoni' la sua dipendenza e l'uso di droghe.

Dopo un inizio fatto di "qualche canna" pian piano il vizio divenne dipendenza. "Mi sentivo tremendamente vuoto e cercavo rifugio nella droga, fino all'autodistruzione. In una sola sera ero capace di sniffare 3 grammi di cocaina e poi iniettarmi una dose di eroina, fumarmi una canna e bermi una bottiglia di tequila".

"Ho giocato per 20 anni alla roulette russa - continua il brasiliano come riportato da 'La Gazzetta dello Sport' - copiando quella spinta all'autodistruzione che vedevo nei miei miti del rock, da Jim Morrison a Janis Joplin e Jimi Hendrix".

C'è anche spazio per il doping. Casagrande ammette di essersi dopato per 4 volte nelle 6 stagioni tra Porto, Ascoli e Torino, ma non dice dove: "Ci obbligavano a fare delle iniezioni intramuscolo e il risultato era sbalorditivo. Avrei potuto giocare 3 partite di seguito, ma dopo un po' mi sono rifiutato di continuare".

 

IlCalcio24 Redazione

Query
Template: /notizie/index.cfm:19
Execution Time: 0.669 ms
Record Count: 1
Cached: No
Lazy: No
SQL:
SELECT * FROM news
where tipo ='news' and (data<'20210921' or (data='20210921' and ora<='162606'))
and id_arg = 1011636
and azienda like '%01%'
order by data desc,ora desc,id_arg desc
id_argtipoareaTitoloDataoraKeywordsdescrizionebreveDescrizioneufficiocittaAutoreid_inserimentoimmagineinhomeINSLIDERfonteinevidenzaidargomeidteampeopledoccorrelatiStartDateEndDateaziendaPROPRIETARIOriservatocontalettureesclusiva
11011636NewsCampionatiCasagrande, ex Torino e Ascoli ammette uso di droga e doping: «Mi sono fatto di tutto»20130409130432torino, casagrandeWalter Casagrande, ex centravanti brasiliano del TorinoWalter Casagrande, ex centravanti brasiliano del Torino, racconta in un'autobiografia intitolata 'Casagrande e i suoi demoni' la sua dipendenza e l'uso di droghe.<br><br> Dopo un inizio fatto di "qualche canna" pian piano il vizio divenne dipendenza. "Mi sentivo tremendamente vuoto e cercavo rifugio nella droga, fino all'autodistruzione. In una sola sera ero capace di sniffare 3 grammi di cocaina e poi iniettarmi una dose di eroina, fumarmi una canna e bermi una bottiglia di tequila".<br><br> "Ho giocato per 20 anni alla roulette russa - continua il brasiliano come riportato da 'La Gazzetta dello Sport' - copiando quella spinta all'autodistruzione che vedevo nei miei miti del rock, da Jim Morrison a Janis Joplin e Jimi Hendrix".<br><br> C'è anche spazio per il doping. Casagrande ammette di essersi dopato per 4 volte nelle 6 stagioni tra Porto, Ascoli e Torino, ma non dice dove: "Ci obbligavano a fare delle iniezioni intramuscolo e il risultato era sbalorditivo. Avrei potuto giocare 3 partite di seguito, ma dopo un po' mi sono rifiutato di continuare".<br><br> &nbsp;<br><br>C1007650adm001adm001casagrande.jpgSiNcasagrande-ex-torino-e-ascoli-ammette-uso-doping-e-droga-mi-sono-fatto-di-tutto-1011636.htmNoT1000099100075701,02,03030383

Le nostre Esclusive

notizie calcio
Il Conte pensiero
di Salvino Cavallaro, Mercoledì 21 Maggio 2014
Tosi: «Contento di aver fermato il Messina. Il Milazzo ha subito uno scippo»
della nostra redazione, Venerdì 25 Ottobre 2013
Tosi: «Saremo pronti per il Messina»
della nostra redazione, Lunedì 23 Settembre 2013