NELA: «ENTUSIASMO A ROMA. PER LLORENTE ALLA JUVENTUS SI VEDRÀ. LE MILANESI DEVONO COMPRARE»


Abbiamo contattato l`ex giallorosso che ha espresso il proprio parere sul mercato
tempo: 24ms
RSS
17/08/2012 -

Contattato in esclusiva per Ilcalcio24.it, Sebino Nela, ex difensore di Genoa, Napoli e Roma, quest'ultima con cui collezionò più di 280 presenze e con cui vinse lo scudetto del 1983, e ora commentatore tecnico per Mediaset Premium, ha dato il proprio parere sul mercato che le big hanno fatto fino ad ora e che potrebbero fare in queste ultime due settimane di mercato.

Considerando che dovrà puntare su un giocatore comunitario, chi proverà a prendere il Milan per sostituire Ibra? Non riesco a fare un nome esatto, quel che è certo è che vista la partenza sia di Ibra che di Thiago Silva il Milan è un'incognita, credo che ancora la rosa dei rossoneri sia da completare e che sicuramente qualche operazione la faranno. I nomi sono difficili da fare, Galliani è sempre bravo a tenere nascoste le trattative e a non far capire a nessuno quale siano le strategie di mercato del Milan

Llorente può essere effettivamente il giocatore che serve alla Juventus? La Juventus sta cercando una punta. Bisogna vedere però se è veramente lo spagnolo l'uomo che stanno cercando o se poi alla fine dirotteranno e cercheranno il grande colpo. Sicuramente Llorente è un ottimo giocatore, bisogna però vedere quanto sia funzionale a quello che è il gioco dei bianconeri. La Juve ha comunque cercato dall'inizio del mercato questo top player la davanti, le piste possono essere diverse, vedremo.

Quali possono essere i 2-3 acquisti che servono all'Inter per poter essere competitiva? Come in ogni squadra, tutto si può migliorare. Ormai però il calcio italiano attraversa un momento di crisi economica, quindi bisogna anche vedere quale sia il budget per poter migliorare la rosa e in base a quello muoversi sui singoli calciatori. Per l'Inter non saprei, magari un terzino sinistro, o meglio ancora un giocatore per reparto potrebbe essere l'ideale per completare la rosa. Poi comunque ci sono giocatori da 1 milione, giocatori da 10 e giocatori da 30, dipende da quella che sarà la volontà e la disponibilità economica della società.

Come giudica il mercato della Roma? Credo che la Roma abbia fatto una squadra decisamente interessante, c'è grande entusiasmo a Roma, potrebbe essere importantissima la partenza in campionato per valutarne le ambizioni. Mi sembra sulla carta una buonissima squadra, aspettiamo anche in questo caso la conclusione del mercato per vedere come si muoverà ancora in entrata ma anche in uscita. Comunque come ho già detto è una squadra molto interessante, si parte con un grande vantaggio che è l'entusiasmo per l'arrivo di Zeman, tutti conosciamo la bravura di questo allenatore e la capacità che ha di far girare bene gli attaccanti soprattutto.

Chi ha fatto il miglior mercato finora? Difficile da valutare, parlassimo con tutti i dirigenti delle squadre ognuno voterebbe per se stesso (ride ndr). Credo che le società ogni anno lavorino in base alle strategie che scelgono di adottare ad inizio mercato e che ognuno di loro abbia fatto il meglio che si poteva fare per quanto riguarda le operazioni in entrata, sia per disponibilità economica sia per altri fattori esterni. Ritengo che tutte abbiano fatto abbastanza bene, ma così, su due piedi, mi verrebbero da dire Juventus, Roma e Napoli che sono le tre squadre che sinceramente intrigano di più, ma occhio alle milanesi: bisogna vedere come si muoveranno in queste ultime settimane di mercato dato che sicuramente qualcosa faranno.

Chi in queste 2 ultime settimane di mercato può piazzare il miglior colpo? Dipende sia da cosa serve alle varie squadre sia dalla disponibilità economica che esse hanno, come ho detto in precedenza, perché a certe cifre credo si possano ancora prendere giocatori di un certo livello e questo potrebbe cambiare il volto di una squadra

Perché il calcio italiano ha perso ormai il suo fascino, considerando che, tra situazioni economiche e appeal di altri campionati, i nostri campioni e talenti preferiscono lasciare il nostro campionato, ultimo tra questi Ramirez in procinto di passare ad una neo promossa in Premier (Southampton)? Credo che il nostro paese sia in una situazione particolare in questo momento, visto che non ci sono grandissime risorse economiche, e penso che una società non se la sente di spendere parecchi soldi per un giocatore che non considera secondo me nemmeno un giocatore di primissimo livello in grado di poter cambiare volto alla squadra, mentre negli altri campionati questa disponibilità di soldi c'è, e qualcuno non bada a spese, diciamo così.








Alessio Nicotra