TORINO, PRENOTA LA QUALIFICAZIONE IN EUROPA LEAGUE


L`opportunità del Torino di continuare a percorrere la strada del calcio europeo
tempo: 41ms
RSS
Torino, Stadio Olimpico, 02/10/2014 -


Il Torino di Ventura si prepara ad affrontare in casa quel Copenaghen che, in Champions League, rese la vita difficile alla Juve di Conte. Amauri e Quagliarella saranno gli attaccanti granata che, inseriti nel sistema tattico 3-5-2 voluto dal coach del Toro, avranno il compito di scardinare la difesa avversaria. Un Copenaghen che si presenta all’Olimpico di Torino forte del suo 4-3-3 che pregiudica un atteggiamento molto offensivo, costituito da un tridente formato da Amankwaa, Cornelius e Joergensen. Il Torino si propone con Gillet tra i pali, Maksimovic, Glik e Silva in difesa, Darmian, Benassi, Gazzi, El Kaddouri, Molinaro a centrocampo e, come dicevamo pocanzi, la coppia formata da Amauri e Quagliarella, in avanti.  Buone le intenzioni dei granata che si sentono di dare spettacolo e fornire ai suoi tifosi una partita convincente sotto il profilo del gioco e del risultato. D’altra parte la vetrina è importante e l’occasione di proseguire in Europa League potrebbe essere significativa nel proseguo di questo anno granata. Un’occasione di crescita e di maturazione che il Torino non può farsi sfuggire, nonostante certi dubbi di ordine tattico e tecnico che emergono in questo inizio di campionato dopo la dipartita di Cerci e Immobile. Certo, i due giocatori, se pur importanti per il Toro dello scorso campionato, rappresentano il passato. E non si può continuare a rinvangare sempre su ciò che è stato. Adesso si apre una nuova pagina e bisogna cercare di scriverla nella maniera più giusta e magari migliore della precedente. Non sarà facile, ma bisogna tentare con convinzione. Il Toro e i suoi sostenitori, questo vogliono. A cominciare da stasera.

Salvino Cavallaro      



Salvino Cavallaro


    Query
    Template: /notizie/index.cfm:19
    Execution Time: 0.704 ms
    Record Count: 1
    Cached: No
    Lazy: No
    SQL:
    SELECT * FROM news
    where tipo ='news' and (data<'20210731' or (data='20210731' and ora<='183119'))
    and id_arg = 1012991
    and azienda like '%01%'
    order by data desc,ora desc,id_arg desc
    id_argtipoareaTitoloDataoraKeywordsdescrizionebreveDescrizioneufficiocittaAutoreid_inserimentoimmagineinhomeINSLIDERfonteinevidenzaidargomeidteampeopledoccorrelatiStartDateEndDateaziendaPROPRIETARIOriservatocontalettureesclusiva
    11012991NewsCoppeTorino, prenota la qualificazione in Europa League20141002172999L`opportunità del Torino di continuare a percorrere la strada del calcio europeo<BR><FONT size=3 face="Times New Roman"></FONT> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">Il Torino di Ventura si prepara ad affrontare in casa quel Copenaghen che, in Champions League, rese la vita difficile alla Juve di Conte. Amauri e Quagliarella saranno gli attaccanti granata che, inseriti nel sistema tattico 3-5-2 voluto dal coach del Toro, avranno il compito di scardinare la difesa avversaria. Un Copenaghen che si presenta all’Olimpico di Torino forte del suo 4-3-3 che pregiudica un atteggiamento molto offensivo, costituito da un tridente formato da Amankwaa, Cornelius e Joergensen. Il Torino si propone con Gillet tra i pali, Maksimovic, Glik e Silva in difesa, Darmian, Benassi, Gazzi, El Kaddouri, Molinaro a centrocampo e, come dicevamo pocanzi, la coppia formata da Amauri e Quagliarella, in avanti. <SPAN style="mso-spacerun: yes">&nbsp;</SPAN>Buone le intenzioni dei granata che si sentono di dare spettacolo e fornire ai suoi tifosi una partita convincente sotto il profilo del gioco e del risultato. D’altra parte la vetrina è importante e l’occasione di proseguire in Europa League potrebbe essere significativa nel proseguo di questo anno granata. Un’occasione di crescita e di maturazione che il Torino non può farsi sfuggire, nonostante certi dubbi di ordine tattico e tecnico che emergono in questo inizio di campionato dopo la dipartita di Cerci e Immobile. Certo, i due giocatori, se pur importanti per il Toro dello scorso campionato, rappresentano il passato. E non si può continuare a rinvangare sempre su ciò che è stato. Adesso si apre una nuova pagina e bisogna cercare di scriverla nella maniera più giusta e magari migliore della precedente. Non sarà facile, ma bisogna tentare con convinzione. Il Toro e i suoi sostenitori, questo vogliono. A cominciare da stasera.</SPAN><BR><BR><FONT size=3 face="Times New Roman"></FONT> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><B style="mso-bidi-font-weight: normal"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">Salvino Cavallaro <SPAN style="mso-spacerun: yes">&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;</SPAN></SPAN></B><BR><BR><FONT size=3 face="Times New Roman"></FONT><br><br>Torino, Stadio OlimpicoFL0711FL0711Giampiero-Ventura-tecnico-del-Bari.jpgSiNtorino-prenota-la-qualificazione-in-europa-league-1012991.htmSi100451001,02,03,06030401

    Le nostre Esclusive

    notizie calcio
    Il Conte pensiero
    di Salvino Cavallaro, Mercoledì 21 Maggio 2014
    Tosi: «Contento di aver fermato il Messina. Il Milazzo ha subito uno scippo»
    della nostra redazione, Venerdì 25 Ottobre 2013
    Tosi: «Saremo pronti per il Messina»
    della nostra redazione, Lunedì 23 Settembre 2013