tempo: 20ms
RSS
Query
Template: /notizie/index.cfm:19
Execution Time: 207 ms
Record Count: 43
Cached: No
Lazy: No
SQL:
SELECT * FROM news
where tipo ='news' and (data<'20210731' or (data='20210731' and ora<='163742'))
and( titolo like '%molina%' or keywords like '%molina%' or descrizione like '%molina%')
and azienda like '%01%'
order by data desc,ora desc,id_arg desc
id_argtipoareaTitoloDataoraKeywordsdescrizionebreveDescrizioneufficiocittaAutoreid_inserimentoimmagineinhomeINSLIDERfonteinevidenzaidargomeidteampeopledoccorrelatiStartDateEndDateaziendaPROPRIETARIOriservatocontalettureesclusiva
11013772NewsEditorialeRonaldo salva una brutta Juve 2021050221:56Pirlo,gotti,molina,ronaldo,udinese,juve,champions,dybala,morata,bonucciNel finale due gol del fuoriclasse portoghese tengono a galla la Juve<p>Nel giorno in cui l'Inter vince con largo anticipo un meritato scudetto, una Juventus per lunghi tratti imbarazzante conquista a Udine tre punti di platino nella corsa - Champions. L'unica cosa da salvare, per i bianconeri, in una partita giocata sotto ritmo e costellata da tanti, troppi errori tecnici, &#232; proprio il risultato, frutto di una doppietta del redivivo Ronaldo, maturata in rimonta. Per il resto, una prestazione da dimenticare che conferma i limiti caratteriali della squadra di Pirlo, i tanti equivoci tattici specie a centrocampo e le amnesie della difesa, riconducibili pure a un deficit di concentrazione che una squadra come la Juve non pu&#242; e non deve permettersi. E domenica arriva il Milan, in uno scontro che sa tanto di spareggio Champions.</p><p>Mariano Messineo</p>ivomesivomesronaldo.jpgSISRonaldosalvajuveeforsechampions-1013772.htmSI01,02,03,04,05,06,07,08,10,11010178n
21013306NewsCampionati“Io, questa maglia sognavo da bambino…”, ma al Toro manca l’essenziale.20171002144224Deludente prova del Torino contro il Verona.<br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'>Più che fare la cronaca della partita <span style="color: #C00000;">Torino – Hellas Verona</span>, ci piace analizzare alcuni aspetti che spesso si ripetono in casa granata. Dire che la gara ha manifestato risvolti pazzeschi, è come sminuire l’ennesima delusione di una logica granata che si presenta sistematicamente intrisa di fuego, di fretta ingiustificata, di confusione, di esagerazione e di esasperazione che mette sempre da parte quella logica calcistica che è l’emblema di una serie di fattori che fanno capo alla ragione, e quindi al cervello. Dopo la scoppola rimediata nel derby della Mole, allo stadio Grande Torino si prevedeva una partita di riscatto, tanto più che i granata si trovavano ad affrontare quel Verona di Fabio Pecchia che naviga negli abissi del fondo classifica. E invece abbiamo assistito all’ennesima delusione che si accompagna alla storia e alla cultura del Toro. Contro gli scaligeri la squadra di Mihajlovic è partita a testa bassa, ha segnato con Iago Falque e Niang e poi in maniera assolutamente banale non ha saputo gestire il suo prezioso vantaggio. Nel finale di partita, infatti, succede di tutto con il Var. All’88°, l’arbitro prima annulla e poi convalida un gol di Kean perché il calciatore del Verona è tenuto in gioco da un difensore del Toro, mentre al 90° un mani di Molinaro in area di rigore prepara la frittata granata che dà modo a Pazzini di realizzare il rigore e conquistare un pareggio insperato. Ma in tutto questo masticare amaro del Toro, dei suoi tifosi e di un ambiente che aspira all’Europa più per il concetto di speranza che non per un effettivo manifestarsi di forza, capacità e organizzazione calcistica, ci fa pensare ad alcuni punti significativi che si ripetono sistematicamente. La domanda è: <b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style="color: #C00000;">“Perché dall’anno 1976 il Toro non può più ambire a vincere lo scudetto?”.</span></b> Crediamo che questo sia il vero nocciolo di una questione che si è radicata in una storia e una cultura granata che spesso e volentieri si rifugia dietro ai ricordi perché non ha presente. E anche ieri allo stadio Grande Torino, prima dell’incontro con il Verona, abbiamo assistito all’innalzamento dei sentimenti romantici che si enfatizzano sempre nel folclore di una curva maratona che si immerge sempre nel granata attraverso il vero vestito che si mette in occasione della festa. <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Valerio Liboni</b> con il suo inno cantato dal vivo in mezzo al campo, ha arricchito di emozione momenti che fanno sempre capo al cuore: <b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style="color: #C00000;">“Io questa maglia sognavo da</span></b> <b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style="color: #C00000;">bambino……”.</span></b> Certo, è un bellissimo messaggio, ma il calcio dov’è? Quando si parla di Toro, infatti, difficilmente riusciamo a parlare della materia prima come concetto di agonismo legato a un pallone che della vittoria fa il suo unico senso del calcio moderno. Forse i nostri concetti sono filosofie legate ai 40anni di non vittorie granata che, tuttavia, vorremmo separare nettamente dai fatti drammatici che sono oggettivi e legati a una storia davvero particolare. Ma vorremmo anche separarli dalle grandi emozioni che nel tempo ci ha regalato la vasta letteratura granata, perché il Torino è una squadra di calcio di Serie A e come tale bisogna chiedersi perché non vince. Tra i tanti dire e fare di questo genere sono passati gli anni, si sono avvicendati tanti presidenti, tanti allenatori e tanti calciatori hanno illuso di cambiare un percorso di strada che sembra sempre la stessa e che si chiama mediocrità e consapevolezza nell’adattamento di un convincimento di essere tali. E allora potremmo parlare e disquisire con analisi opinabili sulle decisioni non sempre comprensibili di <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Sinisa Mihajlovic</b>, piuttosto che sulla sistemazione - tecnico - tattica della squadra che fa capo a un allenatore e a una società che il presidente Cairo ha rilevato dopo un fallimento, portandola avanti con alterne fortune che non sono mai riconducibili a nessun successo. Già, il successo che è figlio di quell’arrivare primi e che si racchiude nella logica di quel <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">“Vincere non è importante, è l’unica cosa che conta”,</b> che non è una mera frase di bonipertiana memoria, ma è un linguaggio universale dal quale chi fa calcio moderno non può dissociarsi.</span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='color: #C00000; line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'>Salvino Cavallaro </span></b><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font>Torino Stadio Grande Torinofl0711fl0711mihajlovic1.jpgSiNio-questa-maglia-sognavo-da-bambino-ma-al-toro-manca-l-essenziale-1013306.htmSi100451001,02,03030212
31013157NewsCampionatiIl Milan di Montella batte un Torino troppo fragile in difesa20160823074813A San Siro la prima uscita di campionato con tanti gol <br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'>Buona la prima per il diavolo rossonero che ha incontrato in casa il Torino dell’ex<span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp; </span>Sinisa Mihajlovic. Sotto gli occhi del nuovo C.T. azzurro Giampiero Ventura presente in tribuna, le due squadre si sono affrontate a viso aperto. Il Milan di Montella ha vinto 3 a 2 una partita che ha evidenziato la tripletta di Bacca, ma ha accompagnato momenti di alti e bassi di un gioco che ha bisogno di oliare i meccanismi di squadra voluti dal nuovo tecnico. Strano destino, quello del colombiano, che fino a una settimana fa doveva essere ceduto per far cassa e adesso è diventato il punto insostituibile dell’attacco rossonero. E poi c’è anche da considerare la fase di transizione che la società rossonera sta vivendo dopo l’acquisto da parte della cordata cinese. Montella ha schierato i due esterni Abate e Antonelli con il centrale Romagnoli che ha perso il duello con Belotti, autore di un gol e di un rigore sbagliato al 94’ minuto. Ma l’eroe della giornata, dopo Bacca, è stato il portiere Donnarumma, che ha parato il rigore e ha neutralizzato alcune palle gol del Torino facendo vincere la sua squadra. La compagine granata, da parte sua, ha mostrato gravi lacune in difesa, dove Molinaro e Moretti hanno peccato di disattenzione in occasione dei gol di Carlos Bacca. Ma è tutta la difesa del Torino a essere sottoaccusa per le numerose amnesie dimostrate in più momenti di gioco. D’altra parte, è troppo presto per valutare una retroguardia torinese che ha subito messo in campo i neo acquisti De Silvestri e Rossettini, inseriti in una difesa a quattro che è sembrata impacciata nel sincronizzare i movimenti. A centrocampo, poi, Obi e Acquah danno un apporto di interdittori spesso esageratamente irruenti, con entrate fuori tempo che mettono in difficoltà la squadra di Mihajlovic. In avanti Belotti è sembrato troppo solo, specialmente dopo l’uscita dal campo per infortunio di Ljajic. Ma ritornando al Milan di Montella che ha ricevuto i complimenti dal presidente uscente Silvio Berlusconi, ha rischiato di pareggiare in extremis una partita che, dopo i gol di Bacca, avrebbe dovuto amministrare con più logica tattica. Segno evidente di un centrocampo che avrebbe bisogno di un apporto più autorevole nella fase di costruzione del gioco e di interdizione più intelligente. E’ una lacuna che il Milan, in questa fase complessa di transizione delle figure societarie non può risolvere nell’immediato. Il credo tattico di Montella, dunque, dovrà fare a meno della sua logica di centrocampo finalizzato al gioco offensivo che tanto bene dimostrò nella Fiorentina. Vedremo se i cinesi sapranno accontentarlo in seguito, almeno dopo che sarà terminata la fase di assetto societario, che resta pur sempre la priorità di ogni società di calcio che aspira ad alti livelli.</span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'>Salvino Cavallaro</span></b><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font>Milanofl0711fl0711montella_viola.jpgSiNil-milan-di-montella-batte-un-torino-troppo-fragile-in-difesa-1013157.htmSi100451001,02,03030320
41013099NewsCampionatiL’analisi della 31/ma giornata di Serie A.20160404192149Il nervosismo di Higuain e compagni, favoriscono la Juve che sente vicino il quinto scudetto consecutivo.<br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Times New Roman","serif"; font-size: 12pt;'>A sette giornate della fine del Campionato di Calcio di Serie A, sono emersi tanti spunti da analizzare. Diciamo subito che non è stata una giornata felice per gli arbitri, che in quasi tutti i campi hanno lasciato la propria impronta di negatività. Udine e Milano sono stati i terreni in cui i fischietti sono andati maggiormente nel pallone. Rigore sì o rigore no, simulazione o non simulazione, fatto sta che assistenti di linea e addizionali di porta, spesso non sanno dare le giuste indicazioni all’arbitro della gara. Ma a prescindere da queste annose considerazioni che potranno essere almeno attenuate dalla moviola in campo, possiamo affermare che la Juventus si è quasi aggiudicata il suo quinto scudetto consecutivo, vincendo in casa con un Empoli per nulla rinunciatario nel gioco e nell’agonismo. Quella dello Juventus Stadium non è stata una bella partita, tutt’altro, ma era la vittoria che contava più di ogni altra cosa. E la Juve l’ha ottenuta. Bella o brutta che sia, l’ha ottenuta. Il Napoli, dal canto suo, è incappato in un mezzogiorno di fuoco di un’apparente domenica tranquilla, che alla vigilia sembrava di normale amministrazione. Ma, con nostra sorpresa, abbiamo subito notato in Higuain e compagni un nervosismo esagerato, una straripante ansia da risultato che si è manifestata nel desiderio affannoso di voler chiudere subito una partita, che avrebbe dovuto riportare i partenopei a tre i punti di distacco dalla Juve, già vincitrice sabato sera. E’ vero, l’arbitro e i suoi collaboratori hanno sbagliato molto, tuttavia, l’esasperato nervosismo del Napoli ha dimostrato che questa squadra non è abituata ad amministrare certi stress provocati da un lungo ed estenuante campionato che li ha obbligati ad inseguire sempre quella Juve che non molla mai. Sarri e Higuain si sono fatti espellere, creando ancor più un clima di nervosismo e, nel caso dell’argentino, anche uno spettacolo poco edificante per un giocatore che, pur avendo subito un’ingiustizia, appare rissoso e non limita mai il suo carattere focoso da contestatore. Eppure, lui che è l’emblema del Napoli e dei napoletani, dovrebbe in qualche modo calmare certi bollenti spiriti che danneggiano la squadra. Così, l’Udinese, rinfrescata nella mente e nei muscoli da mister De Canio che ha sostituito l’esonerato Colantuono sulla panchina dei friulani, ha sfoderato una prestazione di grande spessore agonistico, vincendo la partita per 3 reti a 1. A Milano, l’Inter di Mancini perde contro un Torino che aveva assoluto bisogno di muovere una classifica che si stava facendo pericolosa. I nerazzurri hanno chiuso la prima parte della gara in vantaggio, per effetto di un rigore ( che non c’era) realizzato da Icardi. Poi, nel secondo tempo, il Toro di Ventura è entrato in campo deciso a rimontare lo svantaggio. Così è andato in gol, prima con Molinaro e poi con Belotti, che trasforma un rigore (che non c’era), assegnato dall’arbitro Guida per atterramento in area di rigore dello stesso Belotti, ad opera dell’incolpevole Nagatomo che è stato pure espulso. Insomma, errori su errori marchiani, madornali. Errori che hanno falsato una partita che avrebbe potuto essere descritta in maniera diversa. Nelle altre gare, si è evidenziato il derby di Roma che non ha detto altro che quello che si prevedeva alla vigilia. Di gran lunga superiori sono stati i giallorossi di Spalletti, che vincono 4 a 1 un derby senza storia. Esonerato Stefano Pioli, adesso la Lazio si affida a Simone Inzaghi in un ritiro punitivo. Stessi problemi per il Milan di Sinisa Mihajlovic, apparso addirittura imbarazzante nel gioco e nelle idee, contro la pimpante Atalanta che, vincendo 2 a 1, raggiunge quota salvezza. Per il resto c’è da annotare il pareggio casalingo di una calante Fiorentina che pareggia 1 a 1 contro la Sampdoria dell’ex Montella. Il Chievo batte 3 a 1 un Palermo che sente già odore di Serie B, mentre il Genoa di Gasperini trafigge 4 a 0 il Frosinone, mettendo sugli scudi un Suso che, con una splendida tripletta, mette in evidenza tutto il suo potenziale tecnico che gli ha dato un meritato 8 in pagella e una ferrea risposta al Milan che non ha creduto in lui. Intanto, anche il Sassuolo di Di Francesco prosegue il suo brillante campionato, andando a vincere 3 a 1 sul campo di un Carpi che crede ancora in un’esigua speranza di salvezza. A chiusura della 31ma giornata di Serie A, resta ancora il posticipo tra Bologna e Verona che, tuttavia, non ha più nulla da dire ai fini del campionato.</span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify; tab-stops: right 481.9pt;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Times New Roman","serif"; font-size: 12pt;'><span style="mso-tab-count: 1;">Salvino Cavallaro&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp; </span></span></b><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Times New Roman","serif"; font-size: 12pt;'>&nbsp;</span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><br><br>Torinofl0711fl0711pallone8.jpgSiNl-analisi-della-31-ma-giornata-di-serie-a-1013099.htmSi100451001,02,03030426
51013013NewsCoppeArmonia Toro contro un Helsinki sprovveduto20141024185347Ottima prova dei granata in Europa League.<br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'>Quando meno ci pensi, ecco arrivare il Torino che ti aspetti. In Campionato tentennante e in Europa League ai vertici della classifica. Il confronto dei granata contro l’Helsinki è stato piacevole, ricco di gioco ed entusiasmante nelle trame offensive, capace anche di sviluppare tanti <span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span>temi. Primo su tutti il ritorno al gol dell’italo brasiliano Amauri, che ha finalmente ritrovato la via del gol. Ma è stata tutta la squadra a far registrare un crescendo di situazioni tattiche e agonistiche capaci di far pensare a un Toro dal futuro positivo, tutto rosa, anzi, per meglio dire, tutto granata. Il Torino comanda la classifica del suo girone con 7 punti all’attivo, punti che significano la quasi certezza di passare il turno. E dire che tanti sono ancora convinti che per questo Torino, l’Europa League rappresenti un problema in più, vista la ristretta rosa a sua disposizione. Certo, fare fronte a due impegni così importanti non è facile per una squadra come i granata di Ventura che deve tenere conto degli infortuni e della buona gestione dei giocatori da far riposare periodicamente. Ma questo fa parte del sistema, perché nel calcio moderno si gioca tanto, forse più del dovuto, e il turnover diventa essenziale. Ma il Toro ha l’orgoglio di partecipare finalmente, dopo tanti anni, a una competizione europea che dia lustro alla sua grande storia. Il Torino ha vinto 2 a 0 contro l’Helsinki ma, soprattutto, ha convinto nel suo gioco d’assieme, nei meccanismi tattici voluti da mister Ventura e in quel gioco propositivo e atletico che sono l’essenza del calcio moderno in Europa. E’ vero, il test per il Torino è stato tutt’altro che difficile, in quanto la squadra finlandese è sembrata davvero poca cosa, tuttavia, la grande voglia del fare che è stata messa in campo dagli esterni granata, Molinaro da una parte e Darmian dall’altra, hanno spinto la squadra in attacchi arrembanti e sanguigni. E’ piaciuto molto il centrale di difesa Jansson, classe 1991. Un atleta molto forte fisicamente, dotato di buona tecnica, elevazione e ottima coordinazione. Ma la vera, lieta sorpresa, è arrivata da quel Martinez classe 1993, che è stato per tutta la gara la spina nel fianco della difesa dell’Helsinki. Buona la sua intesa con Amauri e il reparto d’attacco. Martinez è un giocatore di sicuro avvenire, perché è intelligente tatticamente e con un movimento continuo che sa di moto perpetuo. Poi dicevamo di Amauri. Il giocatore, non solo ha ritrovato il gol ma anche la vivacità atletica, la continuità nel proporsi a ricevere il passaggio e anche a farlo. Purtroppo gli è stato negato anche un altro gol dall’arbitro per un fuorigioco assolutamente inesistente. Peccato, perché per lui sarebbe stata l’apoteosi. E poi ci è piaciuto molto il suo sacrificarsi per la squadra, quando lo abbiamo visto dare una mano a centrocampo e anche in difesa. Segno che il giocatore è ritrovato dal punto di vista fisico e mentale. Adesso, dal<span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp; </span>Toro ci si aspetta la continuità nel gioco e nei risultati, esattamente ciò che è mancato fino adesso in campionato. Sì, perché la posizione che attualmente occupa la squadra granata non è esattamente confacente a ciò che è la sua attuale espressione di gioco. A parer nostro, per quello che abbiamo visto, questo Torino merita davvero di occupare la parte alta della classifica, visto che Napoli, Fiorentina e Inter stentano a ritrovarsi. Vedremo cosa accadrà in seguito. Una cosa è certa, il maggior nemico del Torino è il Torino stesso. </span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'>Salvino Cavallaro <span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span></span></b><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><br><br><br><br>Torino, Stadio Olimpicofl0711fl0711Giampiero-Ventura-tecnico-del-Bari.jpgSiNarmonia-toro-contro-un-helsinki-sprovveduto-1013013.htmSi100451001,02,03030582
61012991NewsCoppeTorino, prenota la qualificazione in Europa League20141002172999L`opportunità del Torino di continuare a percorrere la strada del calcio europeo<BR><FONT size=3 face="Times New Roman"></FONT> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">Il Torino di Ventura si prepara ad affrontare in casa quel Copenaghen che, in Champions League, rese la vita difficile alla Juve di Conte. Amauri e Quagliarella saranno gli attaccanti granata che, inseriti nel sistema tattico 3-5-2 voluto dal coach del Toro, avranno il compito di scardinare la difesa avversaria. Un Copenaghen che si presenta all’Olimpico di Torino forte del suo 4-3-3 che pregiudica un atteggiamento molto offensivo, costituito da un tridente formato da Amankwaa, Cornelius e Joergensen. Il Torino si propone con Gillet tra i pali, Maksimovic, Glik e Silva in difesa, Darmian, Benassi, Gazzi, El Kaddouri, Molinaro a centrocampo e, come dicevamo pocanzi, la coppia formata da Amauri e Quagliarella, in avanti. <SPAN style="mso-spacerun: yes">&nbsp;</SPAN>Buone le intenzioni dei granata che si sentono di dare spettacolo e fornire ai suoi tifosi una partita convincente sotto il profilo del gioco e del risultato. D’altra parte la vetrina è importante e l’occasione di proseguire in Europa League potrebbe essere significativa nel proseguo di questo anno granata. Un’occasione di crescita e di maturazione che il Torino non può farsi sfuggire, nonostante certi dubbi di ordine tattico e tecnico che emergono in questo inizio di campionato dopo la dipartita di Cerci e Immobile. Certo, i due giocatori, se pur importanti per il Toro dello scorso campionato, rappresentano il passato. E non si può continuare a rinvangare sempre su ciò che è stato. Adesso si apre una nuova pagina e bisogna cercare di scriverla nella maniera più giusta e magari migliore della precedente. Non sarà facile, ma bisogna tentare con convinzione. Il Toro e i suoi sostenitori, questo vogliono. A cominciare da stasera.</SPAN><BR><BR><FONT size=3 face="Times New Roman"></FONT> <P style="TEXT-ALIGN: justify; MARGIN: 0cm 0cm 10pt"><B style="mso-bidi-font-weight: normal"><SPAN style="LINE-HEIGHT: 115%; FONT-FAMILY: 'Cambria','serif'; FONT-SIZE: 12pt">Salvino Cavallaro <SPAN style="mso-spacerun: yes">&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;</SPAN></SPAN></B><BR><BR><FONT size=3 face="Times New Roman"></FONT><br><br>Torino, Stadio OlimpicoFL0711FL0711Giampiero-Ventura-tecnico-del-Bari.jpgSiNtorino-prenota-la-qualificazione-in-europa-league-1012991.htmSi100451001,02,03,06030401
71012960NewsCampionatiUn inquietante Torino perde in casa della Sampdoria20140914154137Toro,Sampdoria,Matteo Darmian,Giampiero VenturaPessima prestazione in campionatodei granata di mister Ventura.Bruttissimo <a name="nome" target="" classname="link-6" class="link-6" href="/squadre/torino.cfm">Toro</a> a Marassi contro la <a name="nome" target="" classname="link-6" class="link-6" href="/squadre/sampdoria.cfm">Sampdoria</a>. I granata perdono 2 a 0 nella seconda giornata di campionato, incappando in una giornata a dir poco negativa. 0 tiri in porta, 0 gol, 0 gioco, 0 tutto. Una partita da dimenticare per i granata e per il suo allenatore <a name="nome" target="" classname="link-6" class="link-6" href="/personaggi/giampiero-ventura-1007646.cfm">Ventura</a>, il quale non è certamente indenne da errori commessi. Mihajlovic, infatti, ha inflitto una lezione di calcio al più esperto coach granata, reo d’aver perso sul piano tattico e atletico una gara che fin dall’inizio è apparsa subito in salita. Il Torino è sembrato lontano parente della squadra che ha entusiasmato per carica agonistica, idee chiare e ordine tattico che abbiamo ammirato anche contro l’Inter nella prima partita di campionato. Cairo, in tribuna assieme al suo fido Petrachi, scuote la testa in segno di chiara delusione. Il Toro si è presentato a Marassi con un atteggiamento mentale sbagliato che si è tramutato in un approccio errato alla partita. Intanto non capiamo perché Amauri e <a name="nome" target="" classname="link-6" class="link-6" href="/personaggi/matteo-darmian-1007629.cfm">Darmian</a> non abbiano fatto parte immediatamente della squadra scesa in campo contro la Sampdoria, e non capiamo neppure perché siano stati chiamati a giocare così tardivamente, proprio nel momento in cui la partita era ormai in salita. C’è poi da verificare il gioco sugli esterni che nel 3-5-2 voluto da Ventura hanno un peso determinante. Maksimovic è sembrato fuori posizione e Molinaro è apparso più confuso che persuaso. Inquietante dunque il Torino di Ventura, che a pochi giorni della partita di Europa League contro il Brugge, si trova ad aver scoperto un mare di problemi che difficilmente si potranno risolvere in poco tempo, neanche con la bacchetta magica. Peccato davvero, questa prestazione negativa del Toro, proprio adesso che ci voleva, dal punto di vista psicologico, una prestazione che avrebbe dato maggior fiducia ai granata, almeno sotto il profilo mentale e dell’autostima. Sono 20 anni che il Torino e i suoi tifosi non percepiscono più il delicato profumo delle grandi occasioni. L’Europa League è un’opportunità da non perdere, almeno per quanto riguarda quel risorgere dalle ceneri che la lunga e impareggiabile storia del Torino merita. Ma ritornando alla partita di Marassi, possiamo dire che la Sampdoria davanti al proprio pubblico ha trovato più furore agonistico, voglia di giocare e di vincere il match. I liguri hanno trovato soprattutto un Okaka che si rivelato meritevole del valore di 7 milioni di euro richiesti questa estate dalla Samp a chi fosse interessato al giocatore. Forza fisica e inaspettata abilità tecnica sono stati l’emblema del giocatore di colore che pare abbia trovato a Genova l’ambiente ideale per la sua definitiva maturazione professionale. Di ottima fattura il suo gol che ha chiuso definitivamente la partita a favore dei liguri. E poi quel Gabbiadini capace di fare la differenza tecnica, è stato in grado non solo di segnare il gol del vantaggio blucerchiato, ma ha dato spunti pregevoli nella manovra brillante della squadra di Mihajlovic. Il presidente Ferrero, che in tribuna era al fianco di Riky Tognazzi, si è esaltato giustamente ad un match che ha visto vincere e convincere la sua squadra. Certo, è ancora troppo presto per entrambe le squadre, di fare una valutazione sulla tenuta e sulla capacità di recitare un ruolo importante in questo campionato appena cominciato. Tuttavia, possiamo dire che la partita di oggi ha dato maggiori prospettive future alla squadra di Mihajlovic, piuttosto che all’opaca e confusionaria prestazione della squadra di Gianpiero Ventura.<br><br> <b>Salvino Cavallaro</b><br><br><br><br><br><br>GenovaFL0711FL0711Giampiero-Ventura-tecnico-del-Bari.jpgSiNun-inquietante-torino-perde-in-casa-della-sampdoria-1012960.htmSi100451001,02,03030339
81012851NewsCampionatiToro, cogli l`Europa. Dipende solo da te!20140512151992Dopo il pareggio interno contro il Parma, in casa granata si prepara l`ultima domenica per abbracciare l`Europa. <br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'>Prima dell’incontro con il Parma, tra il popolo granata veleggiava lo strano pensiero che il Torino fosse penalizzato in extremis nella corsa all’Europa a beneficio di Inter e Milan. Un chiodo fisso difficile da estirpare, un qualcosa che nasce con la storia granata fatta di tragedie e di sfortune varie che ne hanno amplificato in maniera esagerata ed esasperata, una mentalità spesso disarmante. Un’antica convinzione del <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">“Ce l’hanno tutti con noi, perché</b> <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">non siamo tutelati da nessuno”.</b> E chissà, forse un fondo di verità c’è pure in tutto questo esagerato dire che storicamente vacilla tra i colori granata, tuttavia, ci sentiamo di dissociarci in modo netto da qualsiasi retro pensiero occulto che faccia capo a un disegno penalizzante come quello di favorire per la corsa all’Europa squadre e società con maggiore fama internazionale. E, infatti, il dopo match tra Torino e Parma ha evidenziato quanto il Torino sia realmente l’unico giudice di se stesso, se solo fosse meno ingenuo e disattento in tante occasioni come ad esempio il pareggio del Parma ad opera di Biabiany, il quale lasciato imperdonabilmente solo in area di rigore, ha segnato tranquillamente dopo essersi trovato tra i piedi un pallone ribattuto da Padelli in occasione del rigore calciato malamente da Cassano. Se il Torino avesse vinto contro il Parma si sarebbe posizionato a quota 58 punti in classifica, lasciando il Parma,<span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp; </span>il Milan e il Verona a 54 punti. Ma, con il pareggio ottenuto contro il Parma, tutto cambia per i granata di Ventura che, di fatto, adesso si trovano a quota 56 con il Parma a 55 e Milan e Verona a 54 punti. Questo vuol dire che per sapere quale altra squadra accederà all’Europa League oltre l’Inter, bisogna ancora attendere l‘ultima partita di campionato. Un po’ come dire che il Toro ha buttato al vento una possibile vittoria casalinga che le avrebbe dato la certezza matematica di andare in Europa. E dire che i granata di Ventura erano partiti bene, nonostante il Parma di Donadoni fosse ben messo in campo e attento a chiudere ogni varco a Ciro Immobile e Alessio Cerci. Il Torino si presenta con tutti i suoi titolari e il Parma invece attua un 4-3-3 in cui si vede il solo Cassano di punta, supportato da Biabiany e Molinaro come esterno alto. La partita è essenzialmente giocata dal Toro che sospinto da uno Stadio Olimpico tutto esaurito, si carica di adrenalina nella smania di segnare subito un gol che possa rendere più facile la vittoria. Ma non è così semplice, perché la squadra di Donadoni blocca magistralmente le linee esterne, dove normalmente il Toro si esalta soprattutto con Cerci. Nei minuti finali il Torino va in vantaggio grazie a un errore di Paletta che, pressato da tergo da Immobile, passa malamente a Mirante un pallone che viene carpito dallo stesso giocatore granata che segna a porta vuota. Nel secondo tempo il Parma sostituisce Molinaro con Schelotto, il quale non inciderà positivamente nel corso della partita. Ma è l’atteggiamento del Toro che favorisce il gioco del Parma, un arretramento eccessivo che sa di strenua resistenza fino alla fine della partita. Questo, secondo noi, è stato l’errore della squadra di Ventura che, invece di alzare il centrocampo come ha fatto dall’inizio, si è reso arrendevole dando lo spunto di attaccare alla squadra di Donadoni. Così, a poco più di dieci minuti dalla fine, dopo l’espulsione di Lucarelli per fallo da ultimo uomo su Immobile, Acquah parte palla al piede da centrocampo, entra in area e Glik lo stende in maniera rude. L’arbitro fischia il rigore. Batte Cassano, Padelli respinge e Biabiany segna il pareggio per il Parma. Una vera doccia fredda, inaspettata per il Torino che già pregustava la festa dell’entrata certa in Europa. Intanto anche i granata restano in dieci per effetto della doppia ammonizione subita da Immobile per simulazione in area di rigore. Nel finale ci sono state una serie di occasioni per entrambe le squadre che, tuttavia, non hanno portato a nessuna conclusione di rilievo. Adesso si volge già lo sguardo a domenica prossima, ultima di campionato, in cui i granata faranno visita alla Fiorentina con la mancanza del suo giocatore più importante, quel Ciro Immobile capo cannoniere della Serie A e indiscutibile artefice dello straordinario momento di questo Torino. Il Parma sarà impegnato in casa con il già retrocesso Livorno, mentre il Milan affronterà a San Siro un Sassuolo già salvo dalla retrocessione e il Verona farà visita al Napoli. Pensate cosa sarebbe stato oggi per il Torino, se quella disattenzione di lasciare solo Biabiany non ci fosse stata. Altro che dipendere dagli altri! Torino, sei solo tu a decidere di andare o no in Europa…!</span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt;'>Salvino Cavallaro <span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;&nbsp;&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span></span></b><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font>Toro, cogli l'Europa. Dipende solo da te!fl0711fl0711barreto-6.jpgSiNtoro-cogli-l`europa-dipende-solo-da-te-1012851.htmSi100451001,02,03030376
91012850NewsCalcio EsteroLiga, 37a giornata: pari per Atletico e Barcellona, abdica il Real20140512084135liga spagnola, atletico madrid, barcellona, real madrid, athletic bilbaoDecisivo il Barcellona-Atletico della prossima settimanaAncora risultati a sorpresa in Liga e giochi aperti per la conquista del titolo. La penultima giornata, giocata per lo più ieri, non ha decretato la squadra campione e bisognerà attendere l'ultimo e decisivo turno, quello del Barcellona Atletico Madrid tanto per intenderci, in programma al Camp Nou la prossima settimana.<br>Le distanze, quindi, restano invariate tra Barça e Atletico in virtù dei due pareggi; infatti, i catalani restano a secco in quel di Elche e non vanno oltre lo 0-0 ma possono consolarsi col fatto che anche conquistando i 3 punti ieri sarebbero stati obbligati, come del resto lo sono, in ogni caso a vincere lo scontro diretto della prossima settimana. Per l'Elche festa-salvezza e l'orgoglio di aver mantenuto imbattuto il proprio campo nel girone di ritorno.<br>Come accennato, il Malaga impone il pari ai colchoneros al Vicente Calderon andando in vantaggio con Samuel al 65', che approfitta di un errore di Alderweireld, il quale, poi, si riscatta firmando la rete del pari. Il Malaga, così, conquista ufficialmente la salvezza grazie anche alla straordinaria parata di Caballero a tempo ormai abbondantemente scaduto. Abdica, invece, il Real Madrid che perde un'occasione incredibile per porsi come terzo incomodo. Con molte assenze e, probabilmente, senza credere alla possibilità di far suo il titolo esce sconfitto malamente dal Balaidos per 2-0. Decisivi un gol per tempo, entrambi di Charles ed entrambi causati da maldestri errori difensivi. Al Real di Ancelotti non resta che concentrarsi e prepararsi per la finale di champions, che potrebbe essere la decima per il club di Madrid.<br>In zona retrocessione crollano clamorosamente il Valladolid, che perde in casa del già retrocesso Betis, e il Granada, che davanti al proprio pubblico esce sconfitto dallo scontro diretto contro l'Almeria. Per entrambe, comunque, la salvezza è ancora tutta da conquistare nell'ultima giornata.<br><br>LIGA – Risultati 37/a Giornata<br><br>Sabato<br><br>Villarreal-Rayo Vallecano 4-0&nbsp; 22′Uche-42′Bruno-55′Pereira-64′Costa<br>Levante-Valencia 2-0&nbsp; 70′Angel-81′Ivanschitz<br><br>Ieri<br><br>Athletic Bilbao-Real Sociedad 1-1&nbsp; 49′Muniain(A) - 75′Agirretxe(R)<br>Atletico Madrid-Malaga 1-1&nbsp; 65′Samu(M) - 74′Alderweireld(A)<br>Real Betis-Valladolid 4-3&nbsp; 1′-59′Guerra-51′Pena(V) - 6′A.gol Pena-54′Molina-76′Castro-91′Juanfran(R)<br>Celta Vigo-Real Madrid 2-0&nbsp; 43′-63′Charles<br>Elche-Barcellona 0-0<br>Espanyol-Osasuna 1-1&nbsp; 21′Colotto(E) - 44′Acuna(O)<br>Getafe-Siviglia 1-0&nbsp; 70′Escudero<br>Granada-Almeria 0-2&nbsp; 19′Verza-83′Vidal<br><br>CLASSIFICA<br><br>1)At.Madrid 89<br>2)Barcellona 86<br>3)Real Madrid 84<br>4)At.Bilbao 69 <br>5)Siviglia 60<br>6)Real Sociedad 59<br>7)Villareal 56<br>8)Celta 49<br>9)Levante 48<br>10)Valencia 46<br>11)Rayo 43<br>12)Espanyol 42<br>13)Malaga 42<br>14)Elche 40<br>15)Almeria 39<br>16)Getafe 39<br>17)Granada 38<br>18)Osasuna 36<br>19)Valladolid 36<br>20)Betis 25<br><br>spagnaFL0411FL0411carlo-ancelotti.jpgSiNliga-giornata-37-pari-per-atletico-e-barcellona-abdica-il-real-1012850.htmSi100427901,02,03030425
101012737NewsCampionatiLa Fiorentina si salva in extremis, al Tardini finisce 2-220140224223728montella, fiorentina, cuadrado, mati, amauri, cassano, donadoni, parma, gervasoni, matri, ilicic, ambrosini, neto, aquilani, parolo, miranteDue volte avanti con Fantantonio e Amauri, gli emiliani si fanno rimontare da Cuadrado e Mati, autore di un eurogol nel finaleLa Fiorentina acciuffa nel finale grazie ad una perla di Mati Fernandez il Parma nel primo dei due posticipi del lunedì della 25/a giornata di Serie A. Finisce in parità al Tardini con il Parma che scappa in avanti due volte con Cassano ed Amauri, ma viene ripresa dai viola prima con Cuadrado poi da Mati.&nbsp;La Fiorentina, sempre quarta, sale a 45 punti, il&nbsp;Parma raggiunge quota 37.<br><br><strong>PARMA-FIORENTINA 2-2</strong><br> <strong>Parma (3-5-2):&nbsp;</strong>Mirante; Cassani, Paletta, Lucarelli; Biabiany (42' st Palladino), Gargano, Marchionni (35' st Munari), Parolo, Molinaro; Amauri, Cassano (37' st Schelotto).&nbsp;<br> A disp.: Pavarini, Coric, Gobbi, Felipe, Obi, Mauri, Rossini, Nyantakyi.&nbsp;All.:&nbsp;Donadoni&nbsp;<br> <strong>Fiorentina (4-3-3):&nbsp;</strong>Neto; Diakité, Savic, Rodriguez, Tomovic; Aquilani (32' st Mati Fernandez), Pizarro, Borja Valero; Cuadrado, Matri (20' st Ilicic), Joaquin (14' st Gomez).&nbsp;<br> A disp.: Rosati, Roncaglia, Compper, Ambrosini, Pasqual, Wolski, Matos, Vargas, Anderson.All.:&nbsp;Montella&nbsp;<br> <strong>Arbitro:</strong>&nbsp;Gervasoni<br> <strong>Marcatori:</strong>&nbsp;39' Cassano, 5' st rig Amauri (P), 41' Cuadrado, 40' st Mati Fernandez(F)<br> <strong>Ammoniti:</strong>&nbsp;Diakité, Tomovic, Pizarro, Savic(F), Molinaro, Garganom, Paletta (P)<br> <strong>Espulsi:</strong>&nbsp;8' st Diakité per doppia ammonizione, 49' st Borja Valero e Munari per reciproche scorrettezze<br><br>C1012317Parma, Stadio Tardiniivomesivomescuadrado-4.jpgSiNparma-fiorentina-pareggio-matifeurogol22-1012737.htmSi100075401,02,03010422
111012637NewsCalcio EsteroLiga,19a giornata: Real, missione compiuta20140113100630Liga spagnola, Barcellona, Atlético Madrid, Real MadridPepe porta il Real a meno 3Missione compiuta per il Real Madrid; serviva una vittoria per accorciare le distanze sulla coppia di testa ed è puntualmente arrivata, seppur di misura, sul campo dell'Espanyol. Sarebbe potuta essere una goleada ma troppi sono stati gli errori in fase di realizzazione causa anche gli incredibili errori di Cristiano persino a porta vuota o quasi e, infatti, ha dovuto pensarci il portoghese Pepe a regalare la vittoria alle "merengues". Eppure gli uomini di Aguirre hanno messo in difficoltà per gran parte dell'incontro quelli di Ancelotti; l'Espanyol è sceso in campo col coltello fra i denti e con un pressing asfissiante tanto da causare l'ammonizione di Modric solo dopo appena dieci minuti. Ciononostante è stato proprio il croato, secondo me, ad essere il migliore in campo, autentico faro del gioco del Real. Poi, poco a poco, l'Espanyol è calato e la maggiore classe ed esperienza de "los blancos" hanno fatto la differenza.<br>Nelle altre sfide giocate ieri, da segnalare il successo in trasferta del Rayo Vallecano nel derby contro il Getafe. Importante successe, dunque, per il Rayo che si trova in piena zona retrocessione, dovuta soprattutto all’incredibile&nbsp; fragilità difensiva, che con 45 gol subiti è la peggior difesa del campionato. In casa Getafe, invece, serve un’inversione di rotta, perché è vero che la zona retrocessione è lontana, ma continuando così lo sarà ancora per poco.<br>Corsaro anche l'Osasuna in casa del fanalino di coda Betis Siviglia. Gli andalusi di Sivliga non solo vanno sotto dopo appena 120 secondi, rimangono in 10 al minuto 38 per l'espulsione di Nono e subiscono il raddoppio a causa dell'autorete di Figueras; poi sbagliano un rigore tirato da Castro e finalmente accorciano le distanze a 10 minuti dalla fine con un Osasuna anch'esso in 10 dal minuto 60 per l'espulsione del portiere, Fernandez.<br>Infine, vittoria di misura, anche per il Levante contro il Malaga, ritornando al successo dopo due stop di fila.<br>Si chiuderà stasera la 19a giornata, alle 22 ed allo stadio Madrigal, con un interessantissimo match tra Villareal e Real Sociedad rispettivamente sesta e quinta in classifica con 31 e 32 punti. In casa il Villareal ha ottenuto 4 vittorie, 3 pareggi e 2 sconfitte ma l'ultimo successo casalingo risale al 27 ottobre. I baschi, di contro, sono tornati a ottimi livelli ma in trasferta faticano molto, seppure in netto miglioramento: 3 vittorie, 3 pareggi e 3 sconfitte il bilancio. Solo 4 giorni fa le due squadre si sono affrontate a San Sebastian in Coppa del Re pareggiando 0-0 ma con tante seconde linee in campo.<br><br>LIGA – Risultati 19/a Giornata<br><br>Venerdì<br><br>Granada-Valladolid 4-0&nbsp; 12'Murillo-22'-54'Recio-78'El Arabi<br><br>Sabato<br><br>Athletic Bilbao-Almeria 6-1&nbsp; 6'Rico-10'Herrera-30'Laporte-52'Aduriz-68'-87'Ibai Gomez(AB) - 34'Barbosa(A)<br>Celta Vigo-Valencia 2-1&nbsp; 23'Parejo(V) - 50'-78'Charles(C)<br>Atletico Madrid-Barcellona 0-0<br>Elche-Siviglia 1-1&nbsp;&nbsp; 82'Herrera(E) - 89'Carriço(S)<br><br>Ieri<br><br>Getafe-Rayo Vallecano 0-1&nbsp; 29'Bueno<br>Real Betis-Osasuna 1-2&nbsp; 2'Torres-57'a.golvFigueras(O) - 80'Molina(R)<br>Espanyol-Real Madrid 0-1&nbsp; 55'Pepe<br>Levante-Malaga 1-0&nbsp; 19'Barral<br><br>Oggi<br><br>Villarreal-Real Sociedad<br><br>CLASSIFICA<br><br>1)Barcellona 50<br>2)At.Madrid 50<br>3)Real Madrid 47<br>4)At.Bilbao 36<br>5)Real Sociedad 32<br>6)Villareal 31<br>7)Siviglia 30<br>8)Valencia 23<br>9)Granada 23<br>10)Levante 23<br>11)Getafe 23<br>12)Espanyol 22<br>13)Osasuna 21<br>14)Malaga 20<br>15)Celta 19<br>16)Almeria 19<br>17)Elche 18<br>18)Valladolid 16<br>19)Rayo 16<br>20)Betis 11<br><br><br><br><br><br><br><br><br><br><br><br><br><br>SpagnaFL0411FL0411pepe.jpgSiNliga-giornata-19-real-batte-espanyol-e-va-a-meno-tre-1012637.htmSi100427901,02,03030306
121012625NewsCalcio EsteroLiga, 18a giornata: Atletico sul campo del Malaga20140104103036Liga spagnola, Barcellona, Atlético Madrid, Real Madrid, Atletico Madrid a Malaga per il primo posto in solitariaFinite le feste anche in Spagna, riprende il calcio iberico per quella che sarà la prima giornata dell'anno nuovo, ossia la 18a di Liga.<br>Giornata che come di consueto sarà spalmata in 3 giorni e che si apre oggi con 4 partite, alcune delle quali promettono scintille.<br>Subito in campo, alle 16, l'Atletico Madrid delle meraviglie chiamato a confermare le proprie ambizioni a "La Rosaleda" di Malaga.&nbsp; <br>La squadra di Schuster ha salutato il 2013 nel migliore dei modi, 7 punti in 3 partite, attraversando un momento di forma alquanto positivo. In casa,specialmente, in 8 partite complessive, sono state 4 le vittorie. Tra gli uomini più in forma l’ex del Real Madrid, Portillo, che supporterà l’unica punta, il sempreverde Santa Cruz, bomber del Malaga con 4 reti. L'Atletico non dovrebbe avere problemi di formazione e in avanti ci saranno Diego Costa, attuale "pichichi" della Liga&nbsp;con 19 reti, supportato dai vari Villa, Koke e Arda Turan. Sembra non esserci partita ma attenzione all'effetto Rosaleda e al fatto che negli ultimi due scontri diretti si sono registrati due pareggi con gli occhiali. Quello degli anni passati, però, era un Malaga molto più combattivo.<br>Alle 18, scontro salvezza tra Valladolid e Betis Siviglia. La squadra di casa ha fin qui totalizzato 3 vittorie e 6 pareggi (è la squadra che ha pareggiato di più) mentre il Betis è ultimo con 10 punti a -5 dalla zona salvezza occupata proprio dagli avversari odierni. Insomma, è buona abitudine fare in questo periodo dell'anno la lista dei buoni propositi per l'anno nuovo ed entrambe le compagini ne hanno&nbsp;fortemente bisogno. Ignacio Martinez dovrebbe confermare il suo 4-2-3-1, con Javi&nbsp;Guerra unica punta coadiuvato da Omar, Larsson e Bergdich. Rubio e Fausto Rossi agiranno in mediana a protezione della difesa. Il tecnico andaluso Garrido&nbsp; dovrebbe schierare il suo Betis con un semplice 4-4-2, con Molina e Castro in attacco e Verdù e J. Carlos sulle fasce. <br>Alle 20 andrà di scena il derby della città di Valencia e con le due squadre appaiate al decimo posto con 20 punti. Esonerato Djukic, il Valencia si affida all'argentino, naturalizzato spagnolo, Juan Antonio Pizzi, che è reduce dalla vittoria del torneo di apertura con il San Lorenzo de Almagro e conosce bene il calcio iberico avendo anche vestito la maglia della nazionale, del Barcellona e proprio del Valencia. <br>Dal'altro lato "Els Granotes" possono ritenersi soddisfatti, seppure con qualche rimpianto per i tanti punti persi in casa; di contro in trasferta gli uomini di Caparròs mostrano una fantastica compattezza ed oggi vanno "in trasferta" al Mestalla, quindi tutto è possibile.<br>Infine, il sabato di Liga si chiuderà con Almeria-Granada, uno dei tanti derby d'Andalusia. L'Almeria è la squadra che ha vinto di meno in casa, solo una e proprio nella prima&nbsp;giornata&nbsp;di Liga mentre è reduce dalla vittoria&nbsp;ottenuta in trasferta e&nbsp;di misura contro il fanalino di coda Betis; di contro il Granada è quella che vince di più in trasferta (4 e ovviamente dietro le tre big del calcio iberico). L'Almeria dovrà fare a meno del bomber Rodri, ancora infortunato alla caviglia, e nella sessione del mercato invernale è andato via Cristian Perellano. In compenso sono arrivati Jonathan, Mané e Hans Martínez. Nel Granada mancheranno il nigeriano Odion Ighalo, infortunato al ginocchio, Jeison Murillo e Dani Benítez alle prese con dei problemi muscolari.<br><br><br>LIGA – Programma 18/a Giornata<br><br>OGGI<br><br>Malaga-Atletico Madrid<br>Valladolid-Real Betis<br>Valencia-Levante<br>Almeria-Granada<br><br>DOMANI<br><br>Siviglia-Getafe<br>Barcellona-Elche<br>Osasuna-Espanyol<br>Real Sociedad-Athletic Bilbao<br><br>LUNEDI'<br><br>Real Madrid-Celta Vigo<br>Rayo Vallecano-Villarreal<br><br>SpagnaFL0411FL0411simeone.jpgSiNliga-spagnola-giornata-18-atletico-madrid-a-malaga-per-il-primo-posto-1012625.htmSi100427901,02,03010266
131012615NewsCalcio EsteroLiga,16a giornata: l`Atletico centra l`8a vittoria casalinga20131216100434Liga spagnola, Barcellona, Real Madrid, Atlético MadridDoppietta di Diego Costa e l`Atletico schianta il ValenciaDomenica di Liga spagnola tutta a tinte bianco-rosse dell'Atletico Madrid di Simeone, che schianta con un rotondo 3-0 il Valencia. Successo che matura nel secondo tempo, dopo una prima frazione di gioco all'insegna dell'equilibrio e del nervosismo, grazie alle reti siglate da Raul Garcia e Diego Costa(2); quest'ultimo fallisce uno dei due calci di rigore avuti a disposizione. Per il brasiliano naturalizzato spagnolo due reti che valgono l'aggancio, in testa alla classifica dei marcatori, a Cristiano Ronlado. L'Atletico centra così l'ottava vittoria su 8 incontri casalinghi e raggiunge nuovamente il Barcellona sul gradino più alto ma con un gol in meno all'attivo.<br>Nelle altre tre gare disputate ieri, pari tra Siviglia e Athletic Bilbao per 1-1 con i due gol nei primi sei minuti di gioco. Gara giocata soprattutto a centrocampo e con una unica clamorosa occasione sul finire del primo tempo per un penalty concesso ai baschi per un fallo di mano di Bacca. Susaeta, però, sbaglia clamorosamente.<br>Riscatto della Real Sociedad che affonda il Betis Siviglia con un perentorio 5-1 e si rilancia verso le zone nobili della graduatoria, sesta e a soli 4 punti dai "cugini" dell'Athletic. Prosegue, invece, la crisi infinita del Betis Siviglia che resta sempre più ultimo in classifica. <br>Infine, 0-0 e poche emozioni tra Almeria ed Espanyol. Pochissime azioni offensive da una parte e dall’altra ma con una possibilità per l’Almeria di segnare&nbsp; con un calcio di rigore assegnato per fallo dell’ex Udinese Torje. Verza tira e segna ma l’arbitro fa ripetere per invasione dell’area; sul secondo tiro il centrocampista tira fuori. Nel finale la gara s’infiamma e il tecnico dell'Almeria, Rodríguez, viene espulso.<br>Si arichivierà stasera la 16a giornata al "Jose Zorrilla" con l'incontro tra Valadolid e Celta. I castigliani sono attualmenti penultimi e non vincono dal 25 ottobre(in trasferta), mentre in casa non vincono, addirittura da agosto, e collezionando, poi, 3 pareggi e 3 sconfitte. La curiosità è che il risultato&nbsp;più gettonato in casa del Valladolid è il 2-2, che è arrivato in 3 degli ultimi 4 incontri e che non aiuta la posizione del traballante Ignacio Martinez.<br>Tutto il contrario, invece, per il Celta che sarebbe felice se potesse giocare sempre in trasferta (3 vittorie).<br><br>LIGA – Programma 16/a Giornata<br><br>Venerdì<br><br>Levante-Elche 2-1&nbsp; 25'Sapunaru(E) - 41'-80'Barral(L)<br><br>Sabato<br><br>Osasuna-Real Madrid 2-2&nbsp; 17'-40'Riera(O) - 45'Isco-80'Pepe(R)<br>Rayo Vallecano-Granada 0-2&nbsp; 35'Rico-89'Riki<br>Barcellona-Villarreal 2-1&nbsp; 30'-68'Neymar(B) - 48'Musacchio(V)<br>Malaga-Getafe 1-0&nbsp; 75'Santa Cruz<br><br>Ieri<br><br>Almeria-Espanyol 0-0<br>Real Sociedad-Real Betis 5-1&nbsp; 6'-68'Aguirretxe-55'Ansotegi-62'Griezmann-85'Xavi Prieto(Rs) - 19'Molina(Rb)<br>Siviglia-Athletic Bilbao 1-1&nbsp; 4'Moreno(S) - 6'Susaeta(A)<br>Atletico Madrid-Valencia 3-0&nbsp; 59'-81'Diego Costa-63'Raul Garcia<br><br>Oggi<br><br>Valladolid-Celta Vigo<br><br>CLASSIFICA<br><br>1)Barcellona 43<br>2)At.Madrid 43<br>3)Real Madrid 38<br>4)At.Bilbao 30<br>5)Villareal 28<br>6)Real Sociedad 26<br>7)Getafe 23<br>8)Siviglia 23<br>9)Valencia 20<br>10)Granada 20<br>11)Levante 20<br>12)Espanyol 19<br>13)Elche 17<br>14)Malaga 17<br>15)Celta 15<br>16)Osasuna 14<br>17)Rayo 13<br>18)Almeria 13<br>19)Valladolid 12<br>20)Betis 10<br><br><br><br><br><br><br><br><br><br><br><br><br><br>SpagnaFL0411FL0411diegocosta.jpgSiNliga-giornata-16-atletico-batte-valencia-diego-costa-due-reti-1012615.htmSi100427901,02,03010233
141012574NewsCalcio EsteroLiga, 13a giornata: Pari tra Villareal e Atletico, il Barcellona allunga20131111100513Liga, Real Madrid, Barcellona, Atlético, VillarealIl Barcellona perde Messi ma allunga sulle rivaliSi è conclusa la 13a giornata di Liga spagnola e il Barcellona allunga grazie alla vittoria in casa del Betis ed al concomitante pareggio dell'Atletico Madrid in&nbsp;casa del Villareal. <br>I catalani, nonostante non abbiano disputato una grande gara, nonostante Messi sia dovuto uscire dal campo per infortunio dopo 20 minuti, nonostante mancasse gente del calibro di Piquè, Mascherano, Sanchez e Busquets, ha rifilato quattro reti, tutte in contropiede, alla formazione betica. <br>I padroni di casa, che sono riusciti a segnare il gol della bandiera al 92’ con un rigore di Jorge Molina, hanno provato a giocarsi la partita a viso aperto, ma hanno mostrato tutte le pesanti lacune difensive che ne determinano attualmente l’ultima posizione in classifica.<br>Come accennato, l'Atletico non va oltre il pareggio in quel di Villareal. Incontro deciso da due autoreti per tempo che obbligano i "colchoneros" al primo pareggio della stagione. All'autorete, nei primi minuti di gioco, di Mario Gaspar si somma l'autogol, nella seconda frazione di gioco, di Juanfran, che insacca nella propia porta un cross basso nel goffo tentativo di anticipare Ikechukwu Uche.<br>Negli altri due incontri disputati ieri da registrare la grandissima prestazione del Siviglia di Unai Emery, forse la migliore degli andalusi in questa stagione, sul campo dell'Espanyol. Vittoria importantissima, dunque, sia perchè consente di muovere la classifica, sia perchè il Siviglia non vinceva in trasferta addirittura dal 24 settembre 2012. Di contro, l'Espanyol conferma di essere una squadra poco costante che alterna grandi risultati e prestazioni a sconfitte senza appello come quella di ieri. <br>Infine, il Valencia non riesce, ancora una volta, a sfruttare il fattore campo ed impatta per 2-2 con il Valladolid. Gli uomini di Djukic non solo non sono riusciti a conquistare la vittoria, ma sono stati persino costretti a rimontare due volte il vantaggio "pucelano". Per gli ospiti segnano Javi Guerra e Alcatraz; per il Valencia rispondono Pabon e Feghouli.&nbsp;Da segnalare l'errore dal dischetto al minuto 5 dell'argentino Banega che, forse, avrebbe permesso al Valencia di impostare la gara in maniera diversa. La Liga ritornerà in campo, "causa" gli impegni della Nazionali,&nbsp;a partire dal 22 noviembre con il Barcellona chiamato alla prova casalinga contro il Granada, l'Atletico contro il Getafe, mentre&nbsp;il Real Madrid visiterà un redivivo Almeria.<br>&nbsp;<br><br>LIGA – Risultati 13/a Giornata<br><br>VENERDì<br><br>Osasuna-Almeria 0-1&nbsp; 18'Rios<br>Granada-Malaga 3-1&nbsp;&nbsp; 48'-59'-77'El Arabi(G) - 54'Juanmi(M)<br><br>SABATO<br><br>Real Madrid-Real Sociedad 5-1&nbsp; 12'-26'-76'C.Ronaldo-18'Benzema-36'Khedira(RM) - 61'Griezmann(RS)<br>Getafe-Elche 1-1&nbsp; 18'Pedro Leon(G) - 61'Boakye(E)<br>Athletic Bilbao-Levante 2-1&nbsp; 33'Barral(L) - 72'Rico-84'Aduriz(A)<br>Celta Vigo-Rayo Vallecano 0-2&nbsp; 24'Viera-73'Larrivey<br><br>IERI<br><br>Espanyol-Siviglia 1-3&nbsp;&nbsp;&nbsp; 3'Fazio-10'Vitolo-58'Bacca(S) - 23'S.Garcia(E)<br>Valencia-Valladolid 2-2&nbsp;&nbsp; 9'Guerra-50'Garcia(VD) - 29'Pabon-76'Feghouli(VL)<br>Villarreal-Atletico Madrid 1-1&nbsp;&nbsp; 2'A.gol Mario(A) - 79'A.gol Juanfran(V)<br>Betis Siviglia-Barcellona 1-4&nbsp;&nbsp; 35'Neymar-37'Pedro-63'-79'Fabregas(B) - 92'Molina(BS)<br><br>CLASSIFICA<br><br>1)Barcellona 37<br>2)At.Madrid 34<br>3)Real Madrid 31<br>4)Villareal 24<br>5)At.Bilbao 23<br>6)Getafe 20<br>7)Levante 17<br>8)Real Sociedad 17<br>9)Valencia 17<br>10)Granada 17<br>11)Siviglia 16<br>12)Espanyol 15<br>13)Elche 14<br>14)Malaga 13<br>15)Celta 12<br>16)Almeria 12<br>17)Rayo 12<br>18)Valladolid 12<br>19)Osasuna 10<br>20)Betis 9<br><br>&nbsp;<br><br>&nbsp;<br><br>&nbsp;<br><br>&nbsp;<br><br>SpagnaFL0411FL0411fabregas.jpgSiNliga-giornata-13-pari-tra-villareal-atletico-il-barcellona-allunga-1012574.htmSi100427901,02,03010230
151012529NewsCalcio EsteroLiga 9a giornata: Levante corsaro a Vigo, traballa la panchina di Luis Enrique20131022102151Liga 9a giornataLevante corsaro a Vigo, l`Athletic stende il VillarealNumeri impietosi per Luis Enrique, ex Roma ed attuale tecnico del Celta di Vigo: in 9 gare la squadra galiziana ha collezionato una sola vittoria, 3 pareggi e 5 sconfitte; 13 gol subiti e 8 realizzati. Luis Enrique se non è ancora stato esonerato poco ci manca anche perchè viene accusato di impiegare i propri uomini completamente fuori ruolo. Quella disputata al Balaidos è stata una partita all'insegna della "sfortuna": prima il diluvio universale, poi il guasto all' impianto elettrico, che ha posticipato l'inizio del secondo tempo di mezz'ora, le condizioni del terreno di gioco al limite dell'impraticabiltà. Insomma, gli ingredienti c'erano tutti per far passare una serata d'inferno ai padroni di casa e così è stato. Anche perchè il Levante non giocherà un calcio irresistibile ma l'11 valenciano sa cosa fare e sa come sfruttare alla minima occasione gli errori altrui. Vittoria di misura, dunque, grazie alla rete siglata da Diop, che&nbsp; conferma il trend più che positivo del Levante in trasferta.<br>Nell'altro incontro, che ha chiuso la nona giornata di Liga, l'Athletic Bilbao ha battuto il Villareal per 2-0 conquistando, così, la quinta vittoria stagionale e mantenendo l'imbattibilità casalinga. Incontro scintillante con le due squadre concentrate a ribattere colpo su colpo i reciproci attacchi. Poi, col passare dei&nbsp; minuti gli uomini di Marcelino Garcìa Torial hanno iniziato a ritrarsi nella propria metà campo lasciando all'Athletic il pallino del gioco. <br>In due minuti, uno-due micidiale firmato da Mikel Rico e Aritz Aduriz e baschi che volano verso posizioni di classifica che potrebbero consegnare l'Europa per la prossima stagione. Per il Villareal seconda sconfitta stagionale.<br><br>LIGA – Risultati 9/a Giornata<br><br>Real Madrid-Malaga 2-0 46'Di Maria-91'Ronaldo<br>Valencia-Real Sociedad 1-2 41'Griezmann-59'Pardo(R) - 93'Pabon (V))<br>Osasuna-Barcellona 0-0<br>Espanyol-Atletico Madrid 1-0&nbsp; 54'a.gol Courtois<br>Granada-Getafe 0-2&nbsp; 47'a.golMurillo-55'Pedro Leon<br>Almeria-Rayo Vallecano 0-1&nbsp; 78'Galvez<br>Betis Siviglia-Elche 1-2&nbsp; 29'Del Moral-33'Fidel(E) - 41'Molina(B)<br>Valladolid-Siviglia 2-2&nbsp; 2'Bacca-31'Alberto(S) - 81'Manucho-84'Eber(V)<br><br>Ieri<br>Celta Vigo-Levante 0-1&nbsp;&nbsp;&nbsp; 88'Diop<br>Athletic Bilbao-Villarreal 2-0&nbsp; 33'Rico-35'Aduriz<br><br>CLASSIFICA<br><br>1)Barcellona 25<br>2)At.Madrid 24<br>3)Real Madrid 22<br>4)Villareal 17<br>5)Getafe 16<br>6)At.Bilbao 16<br>7)Espanyol 14<br>8)Valencia 13<br>9)Levante 13<br>10)Elche 12<br>11)Siviglia 10<br>12)Real Sociedad 10<br>13)Malaga 9<br>14)Rayo 9<br>15)Betis 8<br>16)Granada 8<br>17)Valladolid 7<br>18)Osasuna 7<br>19)Celta 6<br>20)Almeria 3<br><br>&nbsp;<br><br>&nbsp;<br><br><br><br><br><br><br>&nbsp;<br><br>SpagnaFL0411FL0411levante.jpgSiNliga-giornata-9-levante-corsaro-a-vigo-l-athletic-stende-il-villareal-1012529.htmSi100427901,02,03010200
161012527NewsCalcio EsteroLiga 9a giornata: Getafe corsaro, stasera il Villareal a Bilbao20131021093730Liga 9a giornataGetafe corsaro a GranadaQuattro gli incontri disputati nella domenica di Liga spagnola e ben tre vittorie in trasferta. Il Getafe espugna il campo del Granada per 2-0 e mantiene la quinta posizione, per il Granada notte fonda e sedicesimo posto. Eppure la compagine andalusa non ha iniziato male la partita, dominando nettamente a centrocampo ed andando vicino al gol in un paio di occasioni. Poi, l'espulsione di Diakhatè per doppia ammonizione ha cambiato gli euqilibri del match e ne ha approfittato il Getafe nella seconda frazione di gioco. Vittoria corsara anche per il Rayo sul campo dell'Almeria grazie al gol realizzato da Galvez. Almeria sempre ultimo con tre punti e boccata d'ossigeno per il Rayo che esce fuori, per la prima volta in questa stagione, dalla zona retrocessione. Neanche il Betis riesce a sfruttare il turno casalingo e lascia i&nbsp;3 punti all'Elche, che con una solida difesa e un eccezionale pragmatismo offensivo espugna il "Benito Villamarín". L'Elche vince in virtù delle reti di Manu del Moral e Fidel ed inanella la terza vittoria consecutiva che vale la nona posizione in classifica generale. Per il Betis si tratta della seconda sconfitta di fila.<br>Infine, il Siviglia, nonostante 80 minuti di dominio, pareggia sul campo del Valladolid e si vede portare via 2 punti fondamentali. Gli uomini di Emery&nbsp;chiudono il primo tempo in vantaggio di due reti, dominano fino all’80' ma, incredibilmente, subiscono la rimonta dei padroni di casa negli ultimi dieci minuti. Due punti gettati al vento: fare bottino pieno allo Zorrilla avrebbe significato 10 punti in quattro partite, un’inversione di tendenza netta che&nbsp;avrebbe proiettato gli andalusi nelle zone alte della classifica. Invece il Siviglia resta nel limbo. I padroni di casa, al contrario, festeggiano per un punto insperato che, almeno momentaneamente, serve per uscire dalla zona retrocessione.<br>Due gli incontri in programma stasera e che archivieranno la nona giornata. Il Celta di Luis Enrique, che non ha ancora vinto tra le mura amiche in questa stagione, affronterà il Levante. Il tecnico, ex Roma, è in bilico per mancanza di risultati e mancanza di gioco. Di contro, il Levante è reduce da due sconfitte contro Barcellona e Real Madrid e 7 dei 10 punti in classifica li ha ottenuti in trasferta per cui sarà un ospite difficile che minaccia la fragilità della squadra di Luis Enrique.<br>Athletic Bilbao-Villareal chiuderà il programma di giornata. Il Villareal si ritrova in una sorprendente quarta posizione con 17 punti mentre i padroni di casa sono settimi a quota 13.<br>I baschi, nonostante una sconfitta ed un pareggio nelle ultime due uscite, vivono tutto sommato un momento positivo della sua stagione; di contro la squadra di Toral non perde in casa dallo scorso 5 maggio, in trasferta è invece reduce da una sconfitta ed un pareggio negli ultimi due match. <br><br>LIGA – Risultati 9/a Giornata<br><br>Sabato<br><br>Real Madrid-Malaga 2-0 46'Di Maria-91'Ronaldo<br>Valencia-Real Sociedad 1-2 41'Griezmann-59'Pardo(R) - 93'Pabon (V))<br>Osasuna-Barcellona 0-0<br>Espanyol-Atletico Madrid 1-0&nbsp; 54'a.gol Courtois<br><br>Ieri<br><br>Granada-Getafe 0-2&nbsp; 47'a.golMurillo-55'Pedro Leon<br>Almeria-Rayo Vallecano 0-1&nbsp; 78'Galvez<br>Betis Siviglia-Elche 1-2&nbsp; 29'Del Moral-33'Fidel(E) - 41'Molina(B)<br>Valladolid-Siviglia 2-2&nbsp; 2'Bacca-31'Alberto(S) - 81'Manucho-84'Eber(V)<br><br>Oggi<br><br>Celta Vigo-Levante<br>Athletic Bilbao-Villarreal<br><br>SpagnaFL0411FL0411cristiano-ronaldo-real-madrid.jpgSiNliga-giornata-9-getafe-corsaro-villareal-a-bilbao-1012527.htmSi100427901,02,03010209
171012390NewsCalcio EsteroLiga, 6a giornata: «furto» del Real Madrid ad Elche20130926110310Liga spagnola6a Giornata, il Real fatica ma vince ad ElcheIl Real Madrid mantiene il ritmo di Barcellona e Atletico grazie ad una vittoria discutibile e potrà giocare il derby con la possibilità di raggiungere i colchoneros.<br>Chi, però, pensava che fosse un turno semplice per le merengues si sbagliava di grosso. L'Elche di Fran Escribà ha disputato un'ottima partita puntando tutto su una solidissima difesa e gli uomini di Ancelotti hanno fatto di tutto per scardinarla riuscendoci solo grazie a un'invenzione di Cristiano Ronaldo su punizione. Poi, il Real ha addormentato la partita il più possibile fino a quando, però, nei minuti di recupero, Boakye ha trovato l'inatteso pareggio che ha&nbsp;fatto esplodere il "Martinez Valero". Quando il miracolo, per l'Elche naturalmente, stava per compiersi, ci ha pensato l'arbitro, Muñiz Fernández, a regalare un calcio di rigore al Real per un fallo di Carlos Sanchez su Pepe. A trasformarlo è stato sempre Ronaldo e pubblico di casa indignato e con l'amaro in bocca visto che l'Elche avrebbe meritato quantomeno il pareggio.<br>Seconda vittoria consecutiva, invece, per il Valencia che batte di misura e in trasferta il Granada con la rete del brasiliano Jonas, la terza in due partite, al 94'. Un successo che consente ai valenciani di posizionarsi nella parte medio alta della classifica. Nel terzo incontro del mercoledì di Liga si registra anche la goleada del Siviglia che travolge il sempre più disastrato Rayo Vallecano con un perentorio 4-1. Doppiette di Rakitic e Bacca che per gli andalusi valgono la prima vittoria in campionato e che consentono&nbsp;di lasciare&nbsp;l'ultimo posto in classifica. <br><br>Stasera si giocheranno tre incontri&nbsp;che manderanno in archivio la sesta giornata di Liga.<br>Presso il Nuovo San Mamès si affronteranno Athletic Bilbao e Betis. I baschi nelle prime 5 giornate hanno racimolato 9 punti frutto di tre vittorie e due sconfitte (contro Real Madrid ed Espanyol) e in casa hanno sempre vinto. Il Betis, che attraversa un momento complicato ed è riuscito a vincere una sola volta, contro il Valencia, punterà tutto sulla vena realizzativa di Molina e Sevilla, quest'ultimo autore di 2 gol in 2 partite.<br><br>Sicuramente la partita più interessante si disputerà al Madrigal e sarà quella tra Villareal ed Espanyol, due delle sorprese di questo inizio di stagione.&nbsp;Appaiate a quota 11 punti in 5 partite, l’occasione per entrambe è ghiottissima. Chi vince rimane sulla scia delle prime tre.<br>Ancora imbattuto in casa, il Villareal cercherà altri punti importanti sfruttando il fattore campo, così come fatto nella sfida pareggiata 2-2 contro il Real Madrid e nella quale, forse, avrebbe meritato di vincere. L’allenatore del sottomarino giallo, Marcelino, punterà tutto sul talentuoso messicano Giovani Dos Santos che se dovesse trovare il cammino della continuità potrebbe diventare il vero valore aggiunto della neopromossa. L'Espanyol, dal canto suo, non sarà una rassegnata vittima sacrificale. Gli uomini di Aguirre sono ancora imbattuti e possono contare su un rinato Simao, ex Benfica, che sembra vivere una seconda giovinezza. <br>Infine, al Coliseum Alfonso Pérez si affronteranno Getafe e Celta Vigo. I padroni di casa cercano punti importanti per allontanarsi dalla zona bassa della classifica e lo faranno puntando sul 4-2-3-1 con Miku unico terminale d'attacco coadiuvato da Castro, Leon e Sarabia. Di contro, il Celta di Luis Enrique, con 6 punti, ha iniziato la stagione un po' meglio e si affiderà al solito 4-3-3 con il tridente composto da Krohn-Dehli, Charles e Mina.<br><br><br>Risultati 6/a Giornata<br><br>Martedì<br><br>Barcellona-Real Sociedad 4-1&nbsp; 4'Neymar-7'Messi-22'Busquets-76'Bartra(B) - 63'De la Bella(R)<br>Levante-Valladolid 1-1&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp; 35' Diawara(L)-41'Javi Guerra(V)<br>Atletico Madrid-Osasuna 2-1&nbsp; 17'-24Diego Costa(A) - 42'Oriol Riera(O)<br>Málaga-Almería 2-0&nbsp;&nbsp;&nbsp; 67'Tissone-91'Portillo<br><br>Ieri<br><br>Granada-Valencia 0-1&nbsp; 90'Jonas<br>Sevilla-Rayo Vallecano 4-1&nbsp;&nbsp; 17'-53'Rakitic-80'-88'Bacca(S) - 55'A.Gonzalez(R)<br>Elche-Real Madrid 1-2&nbsp; 51'-93'Ronaldo(R) - 90'Boakye(E)<br><br>Oggi<br><br>Athletic Bilbao-Real Betis<br>Getafe-Celta Vigo<br>Villarreal-Espanyol<br><br><br>SpagnaFL0411FL0411cristiano-ronaldo-real-madrid.jpgSiNliga-giornata-6-furto-real-ad-elche-1012390.htmSi100427901,02,03010229
181012359NewsCalcio EsteroLiga, 4a giornata: polemiche per il Barça, un pari per il Real20130916094411Liga spagnolaRisultati e ClassificaNella 4/a giornata di Liga spagnola tanti gol e tante polemiche. Su tutte quelle del post Barcellona-Sevilla e, in particolare, le parole di Fernando Navarro che definiscono l'accaduto un vero e proprio furto perpetrato al suo Siviglia, che stava per portare a casa un preziosissimo punto dal Camp Nou e che, invece, si arrende per 3-2 in virtù del gol di Alexis arrivato 8 secondi oltre il recupero di tre minuti concesso dal direttore di gara. Il Siviglia recrimina anche per un gol annullato a Cala sull'1-0 per i catalani.<br><br>Al “Vicente Calderon” l’Atletico Madrid di Diego Simeone si conferma primo a fianco proprio degli azul-grana, a punteggio pieno con quattro successi in quattro partite, dopo il 4-2 rifilato all’Almeria. In rete Villa, Diego Costa, Tiago e Koke che, come nella passata stagione, proiettano i Colchoneros nelle parti alte della classifica.<br><br>Rallenta, invece, il Real Madrid di Carlo Ancelotti che pareggia 2-2 sull'ostico campo Villarreal di Marcelino. Più che due punti persi si tratta di un punto guadagnato considerando la strepitosa prestazione del portiere "blanco" Diego Lopez, che salva il Real in più di un occasione dalla capitolazione. Da segnalare la prima marcatura di mr. 100 milioni, Gareth Bale con la maglia del Real.<br><br>Si sblocca anche il Betis Siviglia e lo fà contro una vittima illustre ma decaduta, il Valencia, battuto 3-1. A decidere l'incontro il gol di Molina e la doppietta Sevilla che regolano la formazione di Miroslav Dukic al terzo stop di fila. Inizio di stagione difficile per i bianconeri già relegati&nbsp; in fondo alla classifica. <br><br>Goleada per il Malaga che alla “Rosaleda” schianta il Rayo Vallecano con un perentorio 5-0. Firme di Portillo, Eliseu e tripletta dell’ex Fiorentina, El Hamdaoui, proprio nel giorno dell’infortunio di Mario Gomez a Firenze. Primo sorriso in stagione per la squadra di Bernd Schuster dopo le sconfitte con Barcellona e Valencia e il pareggio contro il Siviglia.<br><br>Grande vittoria in casa del Granada per il sorprendente Espanyol che passa 1-0 con rete ad un quarto d’ora dalla fine di Lanzarote.&nbsp; Biancoblu che si portano al quinto posto in solitaria con otto punti.<br><br>Stasera due posticipi, con l’Elche che ospita il Valladolid e il Bilbao che riceve il Celta Vigo.<br><br>&nbsp;LIGA – Risultati 4/a Giornata<br><br>Giocate Sabato<br><br>Atletico Madrid-Almeria 4-2 15' Villa-36'D.Costa-63'Tiago-66'Koke(AM) - 40' Rios-89'Vidal(A)<br><br>Levante-Real Sociedad 0-0<br><br>Barcellona-Siviglia 3-2 36'Dani Alves-76'Messi-94'Sanchez(B) - 80'Rakitic-90'Coke(S)<br>&nbsp;<br>Villarreal-Real Madrid 2-2 21'Cani-70'Dos Santos(V) - 39'Bale-64'C.Ronaldo(R) <br><br>Giocate Ieri<br><br>Granada-Espanyol 0-1 76' Lanzarote<br><br>Getafe-Osasuna 2-1 11' Torres(O) - 35'-52'Miku(G)<br><br>Malaga-Rayo Vallecano 5-0&nbsp; 31'-62'-67'El Hamdaoui-40'Portillo-48'Eliseu<br><br>Betis Siviglia-Valencia 3-1 9' Molina-22'-34'Sevilla(B) - 67'R. Costa(V)<br><br>Giocano Oggi<br><br>Elche-Valladolid<br><br>Athletic Bilbao-Celta Vigo<br><br>CLASSIFICA<br><br>1)Barcellona 12<br>2)At.Madrid 12<br>3)Real Madrid 10<br>4)Villareal 10<br>5)Espanyol 8<br>6)At.Bilbao 6<br>7)Celta 5<br>8)Real Sociedad 5<br>9)Levante 5<br>10)Malaga 4<br>11)Betis 4<br>12)Granada 4<br>13)Getafe 4<br>14)Valladolid 3<br>15)Valencia 3<br>16)Rayo 3<br>17)Almeria 2<br>18)Siviglia 2<br>19)Elche 2<br>20)Osasuna 0<br><br>&nbsp;<br><br>&nbsp;<br><br><br>&nbsp;<br><br><br><br>SpagnaFL0411FL0411sanchez.jpgSiNliga-spagnola-giornata-4-commento-risultati-classifica-1012359.htmSi100427901,02,03010199
191011882NewsCalcio EsteroLiga 32a giornata: Real e Barça vincono, il Valencia ne rifila 5 al Malaga20130421084455Liga32a giornataIl Real Madrid e il Barcellona, con la testa probabilmente già alla semifinale di andata di Champions League contro il Borussia Dortmund e il Bayern Monaco, soffrono un po' prima di avere la meglio rispettivamente del Betis e del Levante. In ogni caso per entrambe arrivano i tre punti e, se al Barça servono più per le statistiche finali, al Real Madrid consentono di mantenere a debita distanza i cugini dell'Atletico, che insidiano il secondo posto e che stasera saranno impegnati in casa di un redivivo Siviglia. Male per ill Betis che sperava ancora di raggiungere la zona champions e invece con la Real Sociedad a sei punti ed una partita in meno, che giocherà in quel di Pamplona oggi pomeriggio, e col Valencia inseritosi prepotentemente, la missione si fà alquanto complicata.&nbsp;<BR><BR>E proprio ieri sera il Valencia, squadra storicamente discontinua, capace di grandi imprese così come di clamorosi scivoloni, è stato capace di rifilare cinque reti al Malaga.&nbsp;Valverde schierando il solito 4-2-3-1, con Soldado unica punta con l’ex madridista Canales alle sue spalle nelle vesti di suggeritore, sblocca il risultato&nbsp;già al 25’ con la rete di Parejo. Poi, è show tutto valenciano con Soldado e, soprattutto, con un Banega in grande spolvero.&nbsp;<BR><BR>Come accennato, tra gli incontri in programma oggi spiccano Osasuna-Real Sociedad, con i navarri alla ricerca di punti che allontanino la zona rossa distante 3 punti e con i baschi, invece, che inseguono la champions dell'anno che verrà e proveranno a difendersi dalla pressione del Valencia. L'Atletico Madrid andrà a Siviglia per accorciare nuovamente sul Real, adesso lontano 6 punti. Sarà una trasferta insidiosissima, almeno sulla carta, per gli uomini di Simeone.<BR><BR>Tutti i gol su: <A href="http://livehighlights24.com/category/liga/">http://livehighlights24.com/category/liga/</A><BR><BR>Giocate Ieri<BR><BR><STRONG>Granada-Valladolid 1-1&nbsp; </STRONG>58′Ebert(V) – 73′Youssef El Arabi(G)<BR><BR><STRONG>Real Madrid-Betis 3-1&nbsp; </STRONG>45′-90′Özi-57′Benzema(R) – 73′Jorge Molina(B)<BR>&nbsp;<BR><STRONG>Barcelona-Levante 1-0&nbsp;&nbsp;</STRONG> 84′Fabregas<BR><BR><STRONG>Valencia-Malaga 5-1&nbsp; </STRONG>25′Parejo-28′-30′Soldado-31′Canales-56′Banega(V) – 45′Julio Baptista(M)<BR><BR>Giocano Oggi<BR><BR><STRONG>Getafe-Espanyol</STRONG><BR><BR><STRONG>Deportivo-At.Bilbao</STRONG><BR><BR><STRONG>Osasuna-Real Sociedad</STRONG><BR><BR><STRONG>Siviglia-At.Madrid</STRONG><BR><BR>Lunedì <BR><BR><STRONG>Celta Vigo-Real Saragozza</STRONG><BR><BR>Giocata Venerdì<BR><BR><STRONG>Mallorca-Rayo 1-1 7'Piti(R) - 12'Alfaro(M)</STRONG><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR>SpagnaFL0411FL0411soldado.jpgSiNliga-giornata-32-vincono-real-barcellona-e-valencia-1011882.htmSi100427901,02,03010201
201011880NewsCampionatiLiga: il Real Madrid liquida il Betis in attesa del Borussia Dortmund - VIDEO20130420191234Liga Video highlights Real Madrid-Betis 3-1Il Real, con molto turn-over, ma senza privarsi di alcuni elementi fondamentali come Ozil, Modric e Ronaldo,&nbsp;disbriga la pratica Betis&nbsp;con un&nbsp;secco&nbsp;3-1 in virtù&nbsp;delle reti messe a segno da Ozil e da&nbsp;Benzema. Il Betis accorcia le distanze con un rigore trasformato da Jorge Molina. Nel finale arriva il definitivo 3-1 ancora con Ozil.<br><br> Link Video: <A href="http://livehighlights24.com/2013/04/20/liga-real-madrid-betis-3-1/">http://livehighlights24.com/2013/04/20/liga-real-madrid-betis-3-1/</A><br><br>MadridFL0411FL0411ozil-real-madrid.jpgSiNliga-real-madrid-betis-3-1-video-1011880.htmNo100427901,02,03010151
211011793NewsCampionatiLa bomba sexy Rhian Sugden rifiuta Cristiano Ronaldo FOTO20130417152856rhian sugden, cristiano ronaldoRhian Sugden è la bionda signorinaRhian Sugden, che potete ammirare nella foto, è la bionda signorina in questione che lo ha scaricato. Prezzemolina tv, ex concorrente del Grande Fratello inglese e tanti scatti fotografici all'attivo con pochi vestiti addosso; questo il suo curriculum, che a dire il vero potrebbe esser simile a quello di tante altre sue colleghe, se non fosse per l'ultima voce presente: ha stregato CR7 ma non se n'è curata, o meglio, lo ha proprio rifiutato. <BR><BR>Pare infatti che la fanciulla abbia dovuto difendersi dai continui assalti del bel madridista arrivando persino a cambiare numero di cellulare, perché subissata da un numero esagerato di sms. Ma il Ronaldo folgorato non si è arreso e dopo essersi procurato il nuovo numero l'attacco è continuato, così come la lunga sequela di no da parte di Rhian. Niente da fare dunque, no e ancora no! Questo almeno stando a quanto racconta lei, dato che il calciatore smentisce ogni parola. Che sia stato tutto uno stratagemma della bionda mozzafiato per far parlare di sé? Se così fosse non c'è che dire, obiettivo raggiunto alla grande.<BR><BR>C1007650adm001adm001rhian-sugden.jpgSiNla-bomba-sexy-rhian-sugden-da-un-grosso-due-picche-a-cristiano-ronaldo-1011793.htmSi100075701,02,030303588
221010950NewsCampionatiLazio-Stoccarda, le pagelle. Top Kozak e Hajnal. Flop Niedermeier20130314231152europa league, lazio, stoccardaEuropa League Lazio Stoccarda PagelleFinale 3-1 (2-p.t. 2-0): 6', 8' e 88' Kozak (L), 62' Hajnal<br><br> ammoniti: Ibisevic, Hajnal, Biava&nbsp;&nbsp;&nbsp; espulsi:<br><br> Lazio (4-4-1-1): Marchetti 6 (43' pt Bizzarri 6); Pereirinha 6, Biava 6, Ciani 6, Radu 6; Candreva 6.5, Onazi 6, Hernanes 6.5 (29' st Ederson 6), Lulic 6; Mauri 6.5 (20' st Ledesma 6); Kozak 8<BR>A disp.: Crecco, Cataldi, Gonzalez, Floccari. All.: Petkovic 7<br><br> Stoccarda (4-2-3-1): Ulreich 5; Sakai 5, Niedermeier 5, Tasci 5.5, Molinaro 5.5; Holzhauser 5.5, Gentner 6; Okazaki 5.5, Hajnal 6.5 (29' st Harnik 6), Macheda 5.5 (19' st Traoré 6); Ibisevic 5.5<BR>A disp.: Ziegler, Felipe Lopes, Hoogland, Rudiger, Kvist. All.: Labbadia 5.5<br><br> <BR><STRONG><EM>Top Lazio</EM></STRONG><br><br> Kozak: protagonista del match con le sue tre reti.<br><br> <STRONG><EM>Flop Lazio</EM></STRONG><br><br> nessuno<br><br> <STRONG><EM>Top Stoccarda</EM></STRONG><br><br> Hajnal: rete della bandiera per i suoi.<br><br> <STRONG><EM>Flop Stoccarda</EM></STRONG><br><br> Niedermeier: troppo distratto. <br><br>C1007650adm001adm001esultanza-ciani-floccari-onazi-e1353255690451.jpgSiNeuropa-league-lazio-stoccarda-pagelle-top-flop-risultato-marcatori-1010950.htmSiT1000018100075501,02,03030263
231010833NewsCalcio EsteroLiga 27a giornata: il Real non si ferma più, ora è secondo20130311104559Liga27a giornataNella domenica della 27a giornata della Liga spagnola il mattatore assoluto è Cristiano Ronaldo, trascinatore del Real Madrid che passa anche in casa del Celta di Vigo per 2-1 grazie alla doppietta del portoghese. La formazione di José Mourinho supera in classifica i cugini dell’Atletico Madrid di Diego Pablo Simeone, che clamorosamente perdono in casa 1-0 contro la Real Sociedad con gol di Xavi Prieto. Un ko che costa, dunque, la seconda posizione ai Colchoneros. Il Valencia fallisce l’attacco al quarto posto in classifica perdendo 1-0 in casa dell’Athletic Bilbao che, dopo tre sconfitte di fila, torna al successo grazie alla rete di Iker Munian. Bilbao che sale a quota 32 in classifica mettendo ben 8 punti di vantaggio sul terzultimo posto. Stesso discorso per il Levante che&nbsp;pareggia in casa 0-0 con il Getafe e fallisce l’opportunità di ritornare in corsa per un posto in Europa.<BR><BR>Tutti i gol su: <A href="http://livehighlights24.com/category/liga/">http://livehighlights24.com/category/liga/</A><BR><BR>Giocate Ieri<BR><BR><STRONG>Athletic Bilbao-Valencia 1-0&nbsp;&nbsp; 77'Muniain</STRONG><BR><BR><STRONG>Levante-Getafe 0-0</STRONG><BR><BR><STRONG>Celta Vigo-Real Madrid 1-2&nbsp;&nbsp; 61'-71'Ronaldo(R) - 63'Aspas(C)</STRONG><BR><BR><STRONG>Atletico Madrid-Real Sociedad 0-1&nbsp;&nbsp; 53'Prieto<BR></STRONG><BR>Giocata Venerdì<BR><BR><STRONG>Real Betis-Osasuna 2-1&nbsp;&nbsp; 19′ Molina-79′ Castro(R) - &nbsp;77′ Silva(O)<BR><BR></STRONG>Giocate Sabato<BR><BR><STRONG>Rayo Vallecano-Espanyol 2-0&nbsp;&nbsp; 9′ Dominguez-77′ Piti<BR><BR>Valladolid-Malaga 1-1&nbsp;&nbsp;&nbsp; 8′ Demichelis(M) - 41′ Manucho(V)<BR><BR>Barcellona-Deportivo La Coruna 2-0&nbsp;&nbsp; 38′ Sanchez-8′ Messi <BR><BR>Maiorca-Siviglia 2-1&nbsp;&nbsp; 16′-66′ Alfaro(M) - 61′ Negredo (S)</STRONG><BR><BR>Oggi<BR><BR><STRONG>Real Saragozza-Granada</STRONG><BR><BR><STRONG>Classifica</STRONG><BR><BR>1)Barcellona 71<BR>2)Real Madrid 58<BR>3)At.Madrid 57<BR>4)Malaga 44<BR>5)Real Sociedad 44<BR>6)Betis 43<BR>7)Valencia 42<BR>8)Rayo 41<BR>9)Getafe 39<BR>10)Levante 36<BR>11)Valladolid 35<BR>12)Siviglia 35<BR>13)At.Bilbao 32<BR>14)Espanyol 32<BR>15)Osasuna 28<BR>16)Granada 26<BR>17)Real Saragozza 25<BR>18)Maiorca 24<BR>19)Celta 23<BR>20)Deportivo 17<BR><BR>&nbsp;<BR><BR><BR><BR><BR>&nbsp;<BR><BR>SpagnaFL0411FL0411cristiano-ronaldo-real-madrid.jpgSiNliga-giornata-27-il-real-non-si-ferma-piu-ed-e-secondo-1010833.htmSi100427901,02,03010177
241010823NewsCalcio EsteroLiga, 27a giornata:il Barça liquida il deportivo in vista del Milan20130310110435Liga spagnola27a giornataDopo il successo per 2-1 del Real Betis nell’anticipo del venerdì,&nbsp;ieri sera il Barcellona ha liquidato il Deportivo con il più classico dei risultati nella 27/a giornata della Liga spagnola. Di Sanchez e Messi le due marcature catalane che rafforzano ancor di più il primo posto in classifica. Non va oltre l’1-1, invece, il Malaga di Manuel Pellegrini che impatta in casa del Valladolid e si porta a +1 sul Betis quinto in classifica con il Valencia pronto a fare il colpaccio, ad ora di pranzo a Bilbao, ed&nbsp;agguantare così il quarto posto. <BR>Nelle altre due sfide il Rayo Vallecano regola 2-0 l’Espanyol con i gol di Dominguez e Piti. Una sconfitta indolore per i catalani ormai lontani dalla zona rossa della classifica mentre per il Rayo si tratta di tre punti&nbsp;vitali, che permettono ai biancorossi di accorciare a -3 dal quarto posto che vale a fine stagione la Champions League. Infine, colpo di coda del Maiorca che batte 2-1 il Siviglia con la doppietta di Alfaro e si porta a -1 dal Real Saragozza quart’ultimo. <BR><BR>Tutti i gol su: <A href="http://livehighlights24.com/category/liga/">http://livehighlights24.com/category/liga/</A><BR><BR>Giocata Venerdì<BR><BR><STRONG>Real Betis-Osasuna 2-1&nbsp;&nbsp; 19′ Molina-79′ Castro(R) - &nbsp;77′ Silva(O)<BR><BR></STRONG>Giocate Ieri<BR><BR><STRONG>Rayo Vallecano-Espanyol 2-0&nbsp;&nbsp; 9′ Dominguez-77′ Piti<BR><BR>Valladolid-Malaga 1-1&nbsp;&nbsp;&nbsp; 8′ Demichelis(M) - 41′ Manucho(V)<BR><BR>Barcellona-Deportivo La Coruna 2-0&nbsp;&nbsp; 38′ Sanchez-8′ Messi <BR><BR>Maiorca-Siviglia 2-1&nbsp;&nbsp; 16′-66′ Alfaro(M) - 61′ Negredo (S)</STRONG><BR><BR><STRONG>Giocano Oggi</STRONG><BR><BR><STRONG>Athletic Bilbao-Valencia</STRONG><BR><BR><STRONG>Levante-Getafe</STRONG><BR><BR><STRONG>Celta Vigo-Real Madrid</STRONG><BR><BR><STRONG>Atletico Madrid-Real Sociedad<BR></STRONG><BR><BR><BR>SpagnaFL0411FL0411messi.jpgSiNliga-giornata-27-barcellona-batte-deportivo-1010823.htmSi100427901,02,03010196
251010784NewsCampionatiStoccarda-Lazio, le pagelle. Top Ederson e Onazi. Flop Macheda20130307210612europa league, stoccarda, lazioEuropa League Stoccarda Lazio PagelleFinale 0-2 (p.t. 0-1): 21' Ederson, 11' st Onazi<br><br> ammoniti: Hernanes, Ciani, Cana, Tasci, Harnik&nbsp;&nbsp;&nbsp; espulsi:<br><br> <BR>Stoccarda (4-2-3-1): Ulreich 5.5; Sakai 5, Rudiger 5, Tasci 5, Boka 5.5; Kvist 5 (10' st Harnik 5.5), Gentner 5.5; Okazaki 6, Maxim 5.5 (41' Hajnal 5.5), Traoré 5.5; Macheda 5 (93' Holzhauser s.v.) . A disp.: Ziegler, Felipe, Molinaro, Hoogland. All.: Labbadia 5<br><br> Lazio (4-5-1): Marchetti 7; Pereirinha 6.5, Cana 6, Ciani 6, Radu 6.5; Candreva 6.5, Onazi 7, Hernanes 6.5 (27' st Gonzalez 6), Ederson 7 (19' st Ledesma 6), Lulic 6; Kozak 6 (39' st Floccari s.v.). A disp.: Bizzarri, Dias, Biava, Mauri. All.: Petkovic 7<br><br> <BR><STRONG><EM>Top Stoccarda</EM></STRONG><br><br> Okazaki: l'unico a tentare qualcosa.<br><br> <STRONG><EM>Flop Stoccarda</EM></STRONG><br><br> Macheda: non entra in partita.<br><br> <STRONG><EM>Top Lazio</EM></STRONG><br><br> Ederson: rientrava dopo tanto tempo dal primo minuto e si fa trovare pronto.<br><br> <STRONG><EM>Flop Lazio </EM></STRONG><br><br> nessuno<br><br>C1007650adm001adm00120120715_ede.jpgSiNeuropa-league-stoccarda-lazio-pagelle-top-flop-risultato-marcatori-1010784.htmSiT1000018100075501,02,03030341
261010135NewsCalcio EsteroBundesliga, 19a giornata: il Bayern Monaco allunga20130128103332Bundesliga19a giornataIl Bayern Monaco continua a&nbsp;vincere e lo fà&nbsp;al 'Mercedes Benz Arena' di Stoccarda, inanellando la quindicesima vittoria in campionato (ottava in trasferta) e superando per 2-0 lo Stoccarda grazie alle reti realizzate nel secondo tempo&nbsp;da Mandukic e Muller. Il Bayern si affida soprattutto al possesso palla ma nel primo tempo non riesce a concretizzare la mole di gioco prodotta. Ad inizio ripresa, però, un&nbsp;errore di Molinaro&nbsp;spiana la strada ai bavaresi con&nbsp;un retropassaggio suicida sul quale si avventa Mandzukic, che supera Ulreich e deposita il pallone in rete.&nbsp;Il Bayern, quindi, allunga anche&nbsp;in virtù del pareggio di sabato tra Bayer Leverkusen e Friburgo; sono adesso undici i punti di vantaggio sulle 'Aspirine'. Bella partita anche ad Amburgo fra i padroni di casa e il Werder Brema. Sono gli ospiti a segnare per primi con Lukimya, ma poi subiscono la rimonta della squadra di Fink, in rete con Min Son e Aogo a inizio ripresa. Rudnevs segna anche il terzo goal, che rende vano il goal di Papastathopoulos due minuti dopo. <BR><BR>Tutti i gol su: <A href="http://livehighlights24.wordpress.com/category/bundesliga/">http://livehighlights24.wordpress.com/category/bundesliga/</A><BR><BR>Giocate Ieri<BR><BR><STRONG>Amburgo-Werder 3-2&nbsp;&nbsp; 9'Mulongo-54'Papastathopulos(A) - 22'MinSon-46'Aogo-52'Rudnevs(W)</STRONG><BR><BR><STRONG>Stoccarda-Bayern M. 0-2&nbsp;&nbsp; 50'Mandzukic-72'Muller</STRONG><BR><BR>Giocata Venerdì<BR><BR><STRONG>B.Dortmund-Norimberga 3-0&nbsp;&nbsp; 18'-21'Blaszczykowski-88'Lewandowski</STRONG><BR><BR>Giocate Sabato<BR><BR><STRONG>Greuther F.-Mainz 0-3&nbsp;&nbsp; 54'-84'Szalai-66'Malli</STRONG><BR><BR><STRONG>Eintracht-Hoffenheim 2-1&nbsp;&nbsp; 35'Lanig-68'Aigner(E) - 65'Volland(H)</STRONG><BR><BR><STRONG>Borussia M.-Fortuna 2-1&nbsp;&nbsp; 6'A-gol Gonzalez-14'Hermann(B) - 50'Schahin(F)</STRONG><BR><BR><STRONG>Augsburg-Schalke 0-0</STRONG><BR><BR><STRONG>Hannover-Wolfsburg 2-1&nbsp;&nbsp; 3'Abdellaoue-38'Diouf(H) - 47'Madlung(W)</STRONG><BR><BR><STRONG>Friburgo-Bayer L. 0-0</STRONG><BR><BR><STRONG>Classifica</STRONG><BR><BR>1)Bayern 48<BR>2)Bayer L. 37<BR>3)Borussia D. 36<BR>4)Eintracht 33<BR>5)Mainz 30<BR>6)Schalke 29<BR>7)Borussia M. 29<BR>8)Friburgo 28<BR>9)Amburgo 28<BR>10)Hannover 26<BR>11)Stoccarda 25<BR>12)Werder 22<BR>13)Wolfsburg 22<BR>14)Fortuna 21<BR>15)Norimberga 21<BR>16)Hoffenheim 13<BR>17)Augsburg 13<BR>18)Greuther 9<BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR><BR>GermaniaFL0411FL0411muller.jpgSiNbundesliga-giornata-19-il-bayern-monaco-allunga-1010135.htmSi100427901,02,03010106
271009924NewsCalcio EsteroLiga, 18a giornata: solito Barça, un grande CR7 salva il Real20130107104841Liga18a giornataIl Barcellona domina la Liga, nemmeno la sosta ha scalfito la lucidità e la brillantezza dei catalani. I blaugrana s’impongono nel derby, rifilando un sonoro 4-0 all’Espanyol in mezz'ora esatta e volano a +11 sulla prima inseguitrice, l’Atletico Madrid, che non è andato oltre l'1-1 a Maiorca. Una vittoria perfetta quella dei blaugrana che vanno in gol con Xavi, doppietta di Pedro e rete del poker di Leo Messi. Rocambolesca e spettacolare anche la vittoria del Real Madrid di Mourinho: al “Bernabeu” finisce 4-3 la sfida contro la Real Sociedad che tiene il campo fino al 2-2 prima della doppietta decisiva di Cristiano Ronaldo in soli 60” della ripresa (68′ e 69′), che permette alle Merengues&nbsp;di avvicinare i cugini dell’Atletico ora distanti cinque lunghezze. Chiudiamo con la netta vittoria del Celta Vigo contro il Valladolid per 3-1. Il Celta abbandona così la terzultima posizione in classifica assestandosi in una posizione ben più tranquilla.<BR><BR>Tutti i gol della 18a giornata di Liga sono visibili su: <A href="http://livehighlights24.wordpress.com/">http://livehighlights24.wordpress.com/</A><BR><BR>Giocata Venerdì<BR><BR><STRONG>Real Saragozza-Betis 1-2&nbsp;&nbsp; 44'Castro Martin-58'Molina(B) - 77'Montanes(R)</STRONG><BR><BR>Giocate Sabato<BR><BR><STRONG>Levante-At.Bilbao 3-1&nbsp;&nbsp; 6'Aduriz(A) - 26'Lell-35'Iborra-68'El Zhar(L)</STRONG><BR><BR><STRONG>Granada-Valencia 1-2&nbsp;&nbsp; 50'Angulo(G) - 59'Jonas-82'Piatti(V)</STRONG><BR><BR><STRONG>Deportivo-Malaga 1-0&nbsp;&nbsp; 57'Pizzi</STRONG><BR><BR><STRONG>Siviglia-Osasuna 1-0&nbsp;&nbsp; 83'Spahic</STRONG><BR><BR>Giocate Ieri<BR><BR><STRONG>Celta-Valladolid 3-1&nbsp;&nbsp; 9'-31'Aspas-52'Lopez(C) - 12'Bueno(V)</STRONG><BR><BR><STRONG>Real Madrid-Real Sociedad 4-3&nbsp;&nbsp; 2'Benzema-35'Khedira-68'-71'Ronaldo(RM) - 9'-40'-76'Prieto(RS)</STRONG><BR><BR><STRONG>Barcellona-Espanyol 4-0&nbsp;&nbsp; 10'Xavi-16'-27'Pedro-29'Messi</STRONG><BR><BR><STRONG>Maiorca-At.Madrid 1-1&nbsp;&nbsp; 72'Raul Garcia(A) - 87'Kevin Garcia(M)</STRONG><BR><BR>Oggi<BR><BR><STRONG>Rayo Vallecano-Getafe</STRONG><BR><BR><STRONG>Classifica</STRONG><BR><BR>1)Barcellona 52<BR>2)At.Madrid 41<BR>3)Real Madrid 36<BR>4)Malaga 31<BR>5)Betis 31<BR>6)Levante 30<BR>7)Valencia 27<BR>8)Real Sociedad 25<BR>9)Rayo 25<BR>10)Getafe 24<BR>11)Valladolid 22<BR>12)Siviglia 22<BR>13)Real Saragozza 22<BR>14)At.Bilbao 21<BR>15)Celta 18<BR>16)Maiorca 17<BR>17)Granada 16<BR>18)Espanyol 15<BR>19)Deportivo 15<BR>20)Osasuna 14<BR><BR>&nbsp;<BR><BR><BR>&nbsp;<BR><BR><BR><BR><BR><BR>SpagnaFL0411FL0411xavi.jpgSiNliga-giornata-18-solito-barça-cr7-salva-il-real-1009924.htmSi100427901,02,03010150
281009886NewsCalcio EsteroLiga 18a giornata: nell`anticipo il Betis espugna Saragozza, oggi in programma quattro incontri20130105100217LigaPresentazione 18a giornataTorna in campo la Liga spagnola per la 18a giornata ed è subito spettacolo Betis, che si conferma in piena lotta per accaparrarsi un posto per la prossima champions. La squadra allenata da Pepe Mel, infatti, si è imposta in quel di Saragozza per 2-1 grazie ai gol di Castro, che sfrutta un assist di Campbell, e di Jorge Molina. I padroni di casa accorciano poi le distanze con Montanes ma è ormai&nbsp;troppo tardi e finicono la partita in 10 per l'espulsione di Sobero.<BR><BR>Oggi sono in programma quattro gare. <BR>Alle 16 sfida fra Levante e Athletic Bilbao che vivono momenti diversi. Il Levante vuole iniziare il 2013 rimanendo dove già è e, perchè no, ancora più in alto, mentre i baschi vogliono iniziare da zero e resettare una seconda parte di 2012 non certo gratificante.<BR><BR>Alle 18 il Valencia di Valverde farà visita al Granada. Gli andalusi non regalano ai propri tifosi una gioia casalinga da tre mesi e ambiscono a dare continuità alla vittoria ottenuta a Pamplona prima delle festività, di contro i valenciani hanno assoluta necessità di recuperare il terreno perduto e confermare il cammino, più regolare, intrapreso con Valverde.<BR><BR>Alle 20 il Malaga, al momento è una delle squadre più in forma e divertenti del campionato e dovrà alla cattiva notizia dell'esclusione dalle prossime competizioni europee a causa dei suoi debiti pregressi. Non tutto è perduto, avrà tempo fino al 31 marzo per dimostrare il risanamento delle proprie finanze.<BR><BR>La serata si chiuderà alle 22 con il confronto del Sanchez Pizjuan fra Siviglia e Osasuna, con in palio punti importanti per la salvezza.<BR><BR>Giocata Ieri<BR><BR><STRONG>Real Saragozza-Betis 1-2&nbsp;&nbsp; 44'Castro Martin-58'Molina(B) - 77'Montanes(R)</STRONG><BR><BR>Giocano Oggi<BR><BR><STRONG>Levante-At.Bilbao</STRONG><BR><BR><STRONG>Granada-Valencia</STRONG><BR><BR><STRONG>Deportivo-Malaga</STRONG><BR><BR><STRONG>Siviglia-Osasuna</STRONG><BR><BR>Giocano Domani<BR><BR><STRONG>Celta-Valladolid</STRONG><BR><BR><STRONG>Real Madrid-Real Sociedad</STRONG><BR><BR><STRONG>Barcellona-Espanyol</STRONG><BR><BR><STRONG>Maiorca-At.Madrid</STRONG><BR><BR>Lunedì<BR><BR><STRONG>Rayo Vallecano-Getafe</STRONG><BR><BR>&nbsp;<BR><BR><BR><BR>SpagnaFL0411FL0411soldado.jpgSiNliga-giornata-18-betis-espugna-saragozza-oggi-valencia-e-malaga-1009886.htmSi100427901,02,03010153
291005003NewsCampionatiSerie B, probabili formazioni 40° turno20120512114531serie bPartite ore 15 e 18<P>Crotone-Nocerina:<BR>CROTONE (4-3-3): Belec; Correia, Tedeschi, Abruzzese, Mazzotta; Florenzi, Eramo, Galardo; Ciano, Caetano Calil, Gabionetta</P> <P>NOCERINA (4-3-3): Concetti; Figliomeni, Rea, Di Maio, Giuliatto; Laverone, Bruno, Mingazzini; Catania, Merino, Castaldo<BR>ARBITRO: Nasca</P> <P><BR>Empoli-Vicenza:<BR>EMPOLI (4-3-1-2): Dossena; Buscè, Ficagna, Stovini, Regini; Zè Eduardo, Moro, Coppola; Saponara; Maccarone, Tavano</P> <P>VICENZA (4-4-2): Frison; Brighenti, Martinelli, Giani, Pisano; Gavazzi, Soligo, Botta, Maiorino; Paolucci, Abbruscato<BR>ARBITRO: Massa</P> <P><BR>Juve Stabia-Sampdoria:<BR>JUVE STABIA (4-4-2): Colombi; Baldanzeddu, Molinari, Scognamiglio, Di Cuonzo; Erpen, Di Tacchio, Mezavilla, Zito; Danilevicius, Sau</P> <P>SAMPDORIA (4-3-1-2): Da Costa; Rispoli, Gastaldello, Rossini, Costa; Munari, Obiang, Krsticic; Juan Antonio; Eder, Pellè<BR>ARBITRO: Giancola</P> <P>Livorno-Sassuolo: <BR>LIVORNO (4-4-2): Bardi; Salviato, Bernardini, Knezevic, Lambrughi; Luci, Filkor, Remedi, Schiattarella; Paulinho, Dionisi</P> <P>SASSUOLO (3-4-1-2): Pomini; Marzorati, Piccioni, Terranova; Cofie, Gazzola, Valeri, Longhi; Missiroli; Sansone, Boakye<BR>ARBITRO: Candussio</P> <P><BR>Modena-Grosseto:<BR>MODENA (4-3-1-2): Caglioni; Perticone, Diagaurouga, Perna, Milani; Ciaramitaro, Della Bona, Nardini; Di Gennaro; Cellini, Ardemagni</P> <P>GROSSETO (4-4-2): Viotti; Formiconi, Antei, Olivi, Giallombardo; Mancino, Asante, Sciacca, Calderoni; Sforzini, Keko<BR>ARBITRO: Di Paolo</P> <P><BR>Padova-Gubbio<BR>PADOVA (4-3-1-2): Perin; Donati, Legati, Portin, Renzetti; Bovo, Marcolini, Bentivoglio; Cutolo; Cacia, Succi</P> <P>GUBBIO (3-4-1-2): Farabbi; Briganti, Cottafava, Caracciolo; Bartolucci, Lunardini, Nwankwo, Rui Mario; Guzman; Graffiedi, Ciofani<BR>ARBITRO: Irrati</P> <P><BR>Reggina-Cittadella:<BR>REGGINA (3-5-2): Belardi; Freddi, Emerson, Angella; D`Alessandro, Colombo, Rizzo, Armellino, Rizzato; Campagnacci, Ragusa</P> <P>CITTADELLA (4-3-3): Cordaz; Ciancio, Pellizzer, Scardina, Marchesan; Busellato, Vitofrancesco, Schiavon; Bellazzini, Di Nardo, Maah<BR>ARBITRO: Gavillucci</P> <P><BR>Varese-Ascoli:<BR>VARESE (4-4-2): Moreau; Pucino, Troest, Terlizzi, Grillo; Zecchin, Cacciatore, Kurtic, Rivas; Granoche, Neto Pereira</P> <P>ASCOLI (3-5-2): Guarna; Ciofani, Andelkovic, Faisca; Scalise, Parfait, Di Donato, Pederzoli, Tomi; Papa Waigo, Soncin<BR>ARBITRO: Tommasi</P> <P>Ore 18.00, Pescara-Torino:<BR>PESCARA (4-3-3): Ragni; Zanon, Romagnoli, Capuano,&nbsp; Bocchetti; Nielsen, Verratti, Cascione; Caprari, Immobile, Insigne</P> <P>TORINO (4-2-4): Benussi; D`Ambrosio, Darmian, Di Cesare, Ogbonna; Basha, Iori; Stevanovic, Bianchi, Antenucci, Guberti<BR>ARBITRO: Giacomelli</P> <P><BR>Lunedi 14 maggio, Ore 20.45<BR>Albinoleffe-Verona:<BR>ALBINOLEFFE (4-3-2-1): Tomasig; Salvi, Lebran, Maino, Regonesi; Laner, Girasole, Hetemaj; Belotto, Foglio; Cocco</P> <P>VERONA (4-3-3): Rafael; Cangi, Abbate, Mareco, Scaglia; Hallfredsson, Tachtsidis, Jorginho; Berrettoni, Ferrari, Gomez<BR>ARBITRO: Cervellera<BR></P>C1000075adm001adm001tifosi.jpgSiNserie-b-probabili-formazioni-giornata-1005003.htmSiT1000081,T1000082,T1000083,T1000084,T1000085,T1000086,T1000087,T1000088,T1000089,T1000090,T1000091,T1000092,T1000093,T1000094,T1000095,T1000096,T1000097,T1000098,T1000099,T1000101,T1000102100075701,02,03030635
301004475NewsCoppeEuropa League, Valencia-Atletico Madrid: padroni di casa costretti a vincere20120426142531valencia, atletico madridDal nostro inviato Antonio Ioppolo<P>Il Valencia cercherà di rimontare il 4-2 della partita d'andata contro i connazionali dell'Atletico di Madrid.<BR>In palio c'è un posto per la finale di Europa League che si giocherà in partita unica a Bucarest.<BR>La rivalità tra Valencia ed Atletico è recente, inizia nel 1999 e si accentua nel 2010.</P> <P>Nel 1999, lo stadio La Cartuja di Siviglia ospitò la finale di Coppa del Re. I valenciani allenati da Ranieri arrivarono quarti in Liga mentre i madridisti tredicesimi.Il Valencia si presentò favorito e vinse la partita. Ranieri mise in campo la squadra più offensiva possibile schierando Ilie,Vlaovic e Claudio Lopez. Quasi alla fine del primo tempo Mendieta controllò un pallone sulla fascia destra, mise al centro ed il PiojoLopez insaccò. Pochi minuti dopo Ilie e Mendieta realizzarono uno dei gol più belli ed importanti della storia valencianista. Controllo di petto, coscia e pallonetto a superare due difensori; col pallone in fase discendente Mendieta colpì di sinistro e lasciò di sasso un incredulo Molina.<BR>Col successivo gol del 3-0 il Valencia chiuse la pratica, vinse la coppa e si aggiudicò il primo round.</P> <P>Nel 2010 l'Atletico si prese la rivincita proprio in Europa League. Si giocò al Vicente Calderon il ritorno dei quarti di finale. Al Mestalla pareggiarono 2-2. Il Valencia eracostretto a vincere e si affidò al quartetto offensivo composto da Pablo Hernandez,Mata,Silva e Villa. La partita terminò 0-0 e passò l'Atletico.<BR>L'eliminazione fu amara per il Valencia perchè a 5 minuti dalla fine su un cross di Vicente stette a punto di segnare Nikola Zigic, il quale fu strattonato vistosamente e gli fu impedito di spingere il pallone in rete.</P> <P>Assistiremo ad una sorta di bellatra le due compagini. È la prima opportunità per Simeone di fare qualcosa di grande con il suo Atletico, è l'ultima probabilmente per Emery per vincere un trofeo con il suo Valencia.</P>ValenciaFL0411FL0411atletico madrid valencia.jpgSiNvalencia-atletico-madrid-europa-league-1004475.htmSi100427901,02,03030273
311004258NewsCalciomercatoSerie B, probabili formazioni del 36° turno20120421112535serie b, toino, sampdoria, veronaPartite ore 15<P>Partite ore 15:00</P> <P>Vicenza-Sampdoria:<BR>VICENZA (4-4-2): Frison; Tonucci, Zanchi, Martinelli, Bianco; Mustacchio, Soligo, Botta, Gavazzi; Maiorino, Paolucci. All. Beghetto<BR>SAMPDORIA (4-3-1-2): Romero; Berardi, Gastaldello, Rossini, Laczko; Munari, Obiang, Renan; Juan Antonio; Pozzi, Eder. All.Iachini<BR>ARBITRO: Cervellera</P> <P>Nocerina-Reggina<BR>NOCERINA (4-3-3): Concetti; Laverone, Pomante, Di Maio, Bolzan; Mingazzini, Bruno, Barusso; Catania, Farias, Castaldo. All. Auteri<BR>REGGINA (3-5-2): Belardi; Angella, Freddi, Marino; Melara, Rizzo, Viola N., Barillà, Rizzato; Ragusa, A.Viola. All. Breda<BR>ARBITRO: Calvarese</P> <P>Empoli-Modena<BR>EMPOLI (4-3-1-2): Dossena; Vinci, Gorzegno, Stovini, Regini; Zè Eduardo, Moro, Coppola; Lazzari; Maccarone, Tavano. All. Aglietti<BR>MODENA (4-3-1-2): Caglioni; Perticone, Turati, Perna, Milani; Signori, Dalla Bona, Ciaramitaro; Di Gennaro; Cellini, Ardemagni. All. Bergodi<BR>ARBITRO: Candussio</P> <P>Crotone-Verona<BR>CROTONE (4-3-3): Belec; Correia, Vinetot, Tedeschi, Mazzotta; Florenzi, LoViso, Galardo; Pettinari, Caetano Calil, Sansone. All. Drago<BR>VERONA (4-3-3): Rafael; Abbate, Ceccarelli, Maietta, Pugliese; Hallfredsson, Tachtsidis, Jorginho; Berrettoni, Bjelanovic, Gomez. All. Mandorlini<BR>ARBITRO: Massa</P> <P>Bari-Torino<BR>BARI (4-3-3): Lamanna; Crescenzi, Ceppitelli, Dos Santos, Garofalo; De Falco, Bogliacino, Romizi; Caputo, Stoian, Forestieri. All. Torrente<BR>TORINO (4-2-4): Benussi; Darmian, Glik, Ogbonna, Parisi; Vives, Iori; Stevanovic, Bianchi, Antenucci, Pasquato. All. Ventura<BR>ARBITRO: Baracani</P> <P>Sassuolo-Gubbio<BR>SASSUOLO (3-4-1-2): Pomini; Marzorati, Bianco, Terranova; Gazzola, Magnanelli, Cofie, Longhi; Masucci; Sansone, Bruno. All. Pea<BR>GUBBIO (3-5-2): Donnarumma; Cottafava, Benedetti, Caracciolo; Almici, Lunardini, Nwankwo, Rui Mario, Guzman; Graffiedi, Ciofani. All. Apolloni<BR>ARBITRO: Gavillucci</P> <P>Ascoli-Brescia<BR>ASCOLI (5-3-2): Guarna; Scalise, Andelkovic, Faisca, Peccarisi, Tomi; Parfait, Pederzoli, Di Donato; Papa Waigo, Soncin. All. Silva<BR>BRESCIA (3-5-2): Arcari; Martinez, Caldirola, Zoboli; Zambelli, Salamon, Rossi, Vass, Daprelà; Jonathas, El Kaddouri. All. Calori<BR>ARBITRO: Velotto</P> <P>Albinoleffe-Juve Stabia<BR>ALBINOLEFFE (4-4-2): Offredi; D`Aiello, Piccinni, Lebran, Regonesi; Foglio, Previtali, Hetemaj, Laner; Torri, Cocco. All. Pala<BR>JUVE STABIA (4-4-2): Seculin; Baldanzeddu, Maury, Molinari, Di Cuonzo; Erpen, Mezavilla, Scozzarella, Zito; Danilevicius, Sau. All. Braglia<BR>ARBITRO: Pinzani</P> <P>&nbsp;</P>C1000075adm001adm001tifosi.jpgSiNserie-b-probabili-formazioni-giornata-torino-sampdoria-verona-brescia-1004258.htmSiT1000083,T1000085,T1000086,T1000087,T1000088,T1000091,T1000092,T1000093,T1000094,T1000096,T1000097,T1000098,T1000099,T1000101,T1000102,T1000081,T1000082,T1000089,T1000090,T1000095,T1000084100075701,02,03030303
321003994NewsCampionatiJuve Stabia-Padova, le pagelle. Top Sau e Perin. Flop Legati20120413230131juve stabia, padovaSuccesso importante per i padroni di casa<P>Con questo successo la <STRONG>Juve Stabia</STRONG> continua a sperare nel sesto posto valido per gli spareggi promozione, salendo a 49 punti in classifica. Il <STRONG>Padova</STRONG> resta quinto a 56.</P> <P>Finale 2-0 (p.t. 0-0): 79' e 93' Sau rigore</P> <P>Juve Stabia(4-4-2): Seculin 7, Baldanzeddu 6, Molinari 6.5, Maury 6, Dicuonzo 6; Erpen 6 (65' Caserta 6.5), Mezavilla 6, Scozzarella 6.5 (76' Raimondi 6), Zito 6.5; Sau 7.5, Mbakogu 6 (63' Danilevicius 6). A disp. Colombi, Capelletti, Di Tacchio, Beretta. All. Braglia 7</P> <P>Padova(4-4-2): Perin 7; Donati 6, Legati 5, Trevisan 6, Renzetti 6; Franco 6.5, Bovo 6 (88' Marcolini s.v.), Bentivoglio 5.5, Lazarevic 5; Cutolo 6.5 (81' Cacia s.v.), Ruopolo 5.A disp. Pelizzoli, Portin, Succi, Italiano, Jidayi. All. Dal Canto 6</P> <P><STRONG><EM>Top Juve Stabia<BR></EM></STRONG>Sau: come al solito ci mette lo zampino, giustificando l'interesse di tanti club. Decisivo.</P> <P><STRONG><EM>Flop Juve Stabia<BR></EM></STRONG>nessuno</P> <P><STRONG><EM>Top Padova<BR></EM></STRONG>Perin: salva i suoi in più di una occasione. Non può niente sulle reti subite.</P> <P><STRONG><EM>Flop Padova<BR></EM></STRONG>Legati: l'ingenuità sul rigore costa la sconfitta alla sua squadra.</P>C1000075adm001adm001sau.jpgSiNjuve-stabia-padova-pagelle-top-flop-tabellino-risultato-marcatori-1003994.htmSiT1000094,T1000090100075501,02,03030383
331003987NewsCampionatiJuve Stabia-Padova: cronaca, risultato e marcatori20120413223531juve stabia, padovaSegui gli aggiornamenti su IlCalcio24.com<P>Segui la diretta su IlCalcio24.com dell'anticipo tra Juve Stabia e Padova. Partita ore 20.45.</P> <P>Finale&nbsp;<STRONG>2-0 (p.t. 0-0): 79' e 93' Sau rigore</STRONG></P> <P>ammoniti:&nbsp;Donati&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp; espulsi: Legati</P> <P>94' - Termina il match.</P> <P>93' - Gooooooooolll Sau solo davanti al portiere raddoppia.</P> <P>85' - Danilevicius vicono al raddoppio.</P> <P>81' - Entra Cacia, fuori Cutolo.</P> <P>79' - Goooooolll Sau su rigore porta in vantaggio i padroni di casa.</P> <P>78' - Legati commette fallo su Sau, rigore per la Juve Stabia. Espulso il difensore.</P> <P>65' - In campo Caserta, fuori Erpen.</P> <P>63' - Dentro Danilevicius, fuori Mbakogu.</P> <P>62' - Cutolo inventa un pallonetto, palla in angolo.</P> <P>58' - Tiro di Sau para Perin.</P> <P>46' - Comincia la ripresa.</P> <P>45' - Termina il primo tempo.</P> <P>38' - Ancora Padova in avanti, occasione per Lazarevic e Cutolo.</P> <P>31' - Ancora Cutolo ma Seculin para in angolo.</P> <P>20' - Cutolo calcia una punizione sulla barriera.</P> <P>10' - Zito da buona posizione calcia fuori.</P> <P>1' - Comincia il match</P> <P>Juve Stabia(4-4-2): Seculin, Baldanzeddu, Molinari, Maury, Dicuonzo; Erpen (65' Caserta), Mezavilla, Scozzarella (76' Raimondi), Zito; Sau, Mbakogu (63' Danilevicius). A disp. Colombi, Raimondi, Caserta, Capelletti, Di Tacchio, Danilevicius, Beretta. All. Braglia</P> <P>Padova(4-4-2): Perin; Donati, Legati, Trevisan, Renzetti; Franco, Bovo (88' Marcolini), Bentivoglio, Lazarevic; Cutolo (81' Cacia), Ruopolo.A disp. Pelizzoli, Portin, Marcolini, Cacia, Succi, Italiano, Jidayi. All. Dal Canto</P>C1000075adm001adm001tifosi.jpgSiNserie-b-juve-stabia-padova-formazioni-tabellino-risultato-marcatori-1003987.htmSiT1000094,T1000090100075701,02,03030593
341003700NewsCampionatiSerie B, probabili formazioni 34° turno20120406132331serie bPartita fondamentale per Torino e Reggina<P>Ore 17:00</P> <P>Brescia-Verona:<BR>BRESCIA (3-5-2): Arcari; Martinez, Caldirola, De Maio; Mandorlini, Rossi, Salamon, Vass, Daprelà; Jonathas, El Kaddouri. All. Calori<BR>VERONA (4-3-3): Rafael; Abbate, Mareco, Maietta, Pugliese; Russo, Tachtsidis, Jorginho; Berrettoni, Ferrari, Gomez. All. Mandorlini<BR>ARBITRO: Giancola</P> <P>Vicenza-Juve Stabia:<BR>VICENZA (3-5-2): Frison; Augustyn, Giani, Martinelli; Gavazzi, Rigoni, Pinardi, Botta, Bianco; Abbruscato, Paolucci. All. Beghetto<BR>JUVE STABIA (4-4-2): Seculin; Baldanzeddu, Molinari, Maury, Di Cuonzo; Erpen, Mezavilla, Scozzarella, Di Tacchio; Falcinelli, Sau. All. Braglia<BR>ARBITRO: Mariani</P> <P>&nbsp;</P> <P>Ore 19:00<BR>Torino-Reggina:<BR>TORINO (4-2-4): Benussi; Darmian, Glik, Ogbonna, Parisi; Basha, Vives; Stevanovic, Bianchi, Antenucci, Guberti. All. Ventura<BR>REGGINA (4-3-3): Belardi; D`Alessandro, Angella, Cosenza, Rizzato; Rizzo, Armellino, Barillà; Campagnacci, Bonazzoli, Ragusa. All. Gregucci<BR>ARBITRO: Velotto</P> <P><BR>Crotone-Sampdoria:<BR>CROTONE (4-3-1-2): Belec; Correia, Vinetot, Abruzzese, Mazzotta; Florenzi, Eramo, Galardo; Caetano; Gabionetta, Sansone. All. Drago<BR>SAMPDORIA (4-3-1-2): Romero; Berardi, Gastaldello, Rossini, Laczko; Munari, Obiang, Renan; Juan Antonio; Pellè, Eder. All. Iachini<BR>ARBITRO: Candussio</P> <P><BR>Livorno-Padova:<BR>LIVORNO (4-3-2-1): Bardi; Salviato, Bernardini, Knezevic, Lambrughi; Filkor, Morosini, Barone; Siligardi, Schiattarella; Paulinho. All. Madonna<BR>PADOVA (4-3-1-2): Perin; Donati, Legati, Trevisan, Renzetti; Bovo, Italiano, Cuffa; Bentivoglio; Cutolo, Succi. All. Dal Canto<BR>ARBITRO: Ciampi</P> <P><BR>Sassuolo-Modena:<BR>SASSUOLO (3-4-1-2): Pomini; Marzorati, Bianco, Terranova; Gazzola, Magnanelli, Valeri, Longhi; Missiroli; Boakye, Bruno. All. Pea<BR>MODENA (4-3-1-2): Caglioni; Perticone, Diagarouga, Perna, Milani; Nardini, Ciaramitaro, Dalla Bona, Signori; Di Gennaro; Cellini, Ardemagni. All Bergodi<BR>ARBITRO: Di Bello</P> <P><BR>Nocerina-Empoli:<BR>NOCERINA (4-2-3-1): Concetti; Laverone, Pomante, Di Maio, De Franco; Barusso, Bruno; Farias, Merino, Catania; Castaldo. All. Auteri<BR>EMPOLI (4-3-1-2): Dossena; Vinci, Ficagna, Stovini, Regini; Signorelli, Moro, Coppola; Saponara; Maccarone, Tavano<BR>ARBITRO: Tommasi</P> <P><BR>Cittadella-Gubbio:<BR>CITTADELLA (4-3-3): Cordaz; Ciancio, Pellizzer, Martinelli, Marchesan; Vitofrancesco, Busellato, Carra; Di Roberto, Di Nardo, Maah. All. Foscarini<BR>GUBBIO (5-3-2): Donnarumma; Bartolucci, Briganti, Cottafava, Benedetti, Mario Rui; Sandreani, Boisfer, Raggio Garibaldi; Mastronunzio, Guzman. All. Apolloni<BR>ARBITRO: Viti</P> <P><BR>Bari-Grosseto:<BR>BARI (4-3-3): Lamanna; Crescenzi, Borghese, Dos Santos, Garofalo; De Falco, Scavone, Bogliacino; Bellomo, Stoian, Defendi. All. Torrente<BR>GROSSETO (4-4-2): Viotti; Petras, Padella, Olivi, Calderoni; Sciacca, Crimi, Ronaldo, Caridi; Sforzini, Alfageme. All. Ugolotti<BR>ARBITRO: Cervellera</P> <P><BR>Ascoli-Albinoleffe:<BR>ASCOLI (5-3-2): Guarna; Scalise, Ciofani, Andelkovic, Faisca, Tomi; Di Donato, Pederzoli, Sbaffo; Gerardi, Falconieri. All. Silva<BR>ALBINOLEFFE (4-4-2): Offredi; Luoni, D`Aiello, Bergamelli, Cristiano; Pacilli, Laner, Hetemaj, Foglio; Torri, Cissè. All. Salvioni<BR>ARBITRO: Baratta<BR>&nbsp;</P>C1000075adm001adm001antenucci.jpgSiNserie-b-probabili-formazioni-giornata-1003700.htmSiT1000083,T1000085,T1000086,T1000087,T1000088,T1000091,T1000092,T1000093,T1000094,T1000096,T1000097,T1000098,T1000099,T1000101,T1000102,T1000081,T1000082,T1000089,T1000090,T1000095,T1000084100075701,02,03030216
351003444NewsCampionatiSerie B, probabili formazioni del 33° turno20120331110746serie b, torino, sampdoriaPescara-Bari la partita più interessante<P>Queste le probabili formazioni del 33° turno di Serie B.</P> <P>EMPOLI (4-3-1-2): Dossena; Gorzegno, Ficagna, Stovini, Regini; Zè Eduardo, Guitto, Moro; Brugman; Maccarone, Dumitru. All. Aglietti<BR>TORINO (4-2-4): Benussi; Darmian, Glik, Ogbonna, Parisi; Basha, Vives; Stevanovic, Bianchi, Antenucci, Guberti. All. Ventura<BR>ARBITRO: Calvarese</P> <P>Sampdoria-Nocerina:<BR>SAMPDORIA (4-3-1-2): Romero; Rispoli, Gastaldello, Rossini, Castellini; Munari, Obiang, Renan; Juan Antonio; Pellè, Eder. All. Iachini<BR>NOCERINA (4-2-3-1): Concetti; Laverone, Rea, De Franco, Figliomeni; Mingazzini, Bruno; Negro, Merino, Farias; Castaldo. All. Auteri<BR>ARBITRO: Baracani</P> <P>Padova-Crotone:<BR>PADOVA (4-3-1-2): Perin; Donati, Legati, Schiavi, Renzetti; Bovo, Bentivoglio, Cuffa; Marcolini; Ruopolo, Succi. All. Dal Canto<BR>CROTONE (4-3-1-2): Belec; Correia, Vinetot, Tedeschi, Mazzotta; Florenzi, Eramo, Galardo; Caetano; Gabionetta, Sansone. All. Drago<BR>ARBITRO: Velotto</P> <P>Pescara-Bari:<BR>PESCARA (4-3-3): Anania; Zanon, Romagnoli, Capuano, Balzano; Nielsen, Verratti, Kone; Sansovini, Immobile, Insigne. All. Zeman<BR>BARI (4-3-3): Lamanna; Ceppitelli, Borghese, Dos Santos, Garofalo; De Falco, Scavone, Bogliacino; Forestieri, Kutuzov, Stoian. All. Torrente<BR>ARBITRO: Ostinelli</P> <P>Modena-Ascoli:<BR>MODENA (4-3-1-2): Caglioni; Perticone, Carini, Diagouraga, Milani; Nardini, Dalla Bona, Signori; Di Gennaro; Greco, Ardemagni. All. Bergodi<BR>ASCOLI (5-3-2): Guarna; Scalise, Andelkovic, Peccarisi, Faisca, Tomi; Sbaffo, Parfait, Di Donato; Papa Waigo, Soncin. All. Silva<BR>ARBITRO: Di Paolo</P> <P>Albinoleffe-Vicenza:<BR>ALBINOLEFFE (4-4-2): Offredi; Luoni, Bergamelli, Piccinni, Cristiano; Pacilli, Laner, Previtali, Foglio; Torri, Cissè. All. Salvioni<BR>VICENZA (3-5-2): Frison; Tonucci, Augustyn, Giani; Gavazzi, Rigoni, Pinardi, Botta, Bianco; Abbruscato, Paolucci. All. Beghetto<BR>ARBITRO: Irrati</P> <P>Gubbio-Livorno: <BR>GUBBIO (4-4-2): Donnarumma; Bartolucci, Cottafava, Caracciolo, Farina; Ragatzu, Sandreani, Boisfer, Mario Rui; Mastronunzio, Guzman. All. Alessandrini<BR>LIVORNO (4-4-1-1): Mazzoni; Salviato, Bernardini, Knezevic, Lambrughi; Belingheri, Morosini, Luci, Filkor; Siligardi; Paulinho. All. Madonna<BR>ARBITRO: Gallione</P> <P>Juve Stabia-Varese:<BR>JUVE STABIA (4-4-2): Seculin; Baldanzeddu, Molinari, Maury, Di Cuonzo; Erpen, Caserta, Biraghi, Scozzarella; Danilevicius, Sau. All. Braglia<BR>VARESE (4-4-2): Bressan; Cacciatore, Troest, Terlizzi, Grillo; Zecchin, Filipe, Damonte, Nadarevic; Plasmati, Granoche. All. Maran<BR>ARBITRO: Merchiori</P> <P>Grosseto-Sassuolo:<BR>GROSSETO (4-4-2): Narciso; Petras, Padella, Olivi, Calderoni; Mancino, Crimi, Consonni, Caridi; Sforzini, Alfageme. All. Ugolotti<BR>SASSUOLO (3-5-2): Pomini; Marzorati, Bianco, Terranova; Gazzola, Magnanelli, Valeri, Cofie, Longhi; Missiroli, Bruno. All. Pea<BR>ARBITRO: Palazzino</P>C1000075adm001adm001zeman 2.jpgSiNserie-b-torino-sampdoria-1003444.htmSiT1000083,T1000085,T1000086,T1000087,T1000088,T1000091,T1000092,T1000093,T1000094,T1000096,T1000097,T1000098,T1000099,T1000101,T1000102,T1000081,T1000082,T1000089,T1000090,T1000095,T1000084100075701,02,03030140
361002924NewsCalcio EsteroVillarreal, esonerato il tecnico Molina20120318213999villarreal, molinaQuattro sconfitte nelle ultime cinque partiteIl Villarreal ha esonerato l'allenatore José Molina dopo la sconfitta di sabato per 1-0 sul campo del Levante. Il 41enne paga così il pessimo momento di forma della squadra, che ha perso quattro delle ultime cinque partite, oltre alla pericolosa posizione in classifica, con la zona retrocessione che dista solamente tre punti. Il club deve ancora annunciare chi siederà in panchina nella partita di mercoledì contro il Real Madrid, valida per il ventinovesimo turno di Liga. adm001adm001molina.jpgSiNvillarreal-molina-rossi-1002924.htmSi100075701,02,03030101
371002860NewsCampionatiSerie B, le probabili formazioni del 31° turno20120317105998serie, smapdoria, torinoPartite ore 15<P><STRONG><EM>ALBINOLEFFE </EM></STRONG>(4-4-2): Offredi; Salvi, Bergamelli, Piccinni, Regonesi; Girasole, Laner, Previtali, Foglio; Cocco, Cissè. All. Salvioni<BR><STRONG><EM>SASSUOLO (</EM></STRONG>3-4-3): Pomini; Marzoratti, Bianco, Terranova; Gazzola, Cofie, Valeri, Longhi; Missiroli, Bruno, Sansone. All. Pea<BR>ARBITRO: Velotto</P> <P><BR><STRONG><EM>JUVE STABIA</EM></STRONG> (4-4-2): Colombi; Baldanzeddu, Molinari, Maury, Di Cuonzo; Falcinelli, Scozzarella, Mezavilla, Zito; Danilevicius, Sau. All. Braglia<BR><STRONG><EM>TORINO </EM></STRONG>(4-2-4): Benussi; D`Ambrosio, Glik, Ogbonna, Parisi; Basha, Iori, Vives; Stevanovic, Bianchi, Antenucci. All. Ventura<BR>ARBITRO: Tommasi</P> <P><BR><STRONG><EM>SAMPDORIA</EM></STRONG> (4-3-1-2): Romero; Rispoli, Volta, Rossini, Costa; Munari, Krsticic, Renan; Foggia; Pozzi, Eder. All. Iachini<BR><STRONG><EM>ASCOLI </EM></STRONG>(5-3-2): Guarna; Scalise, Ciofani, Peccarisi, Faisca, Tomi; Ilari, Parfait, Di Donato; Papa Waigo, Soncin. All. Silva<BR>ARBITRO: Nasca</P> <P><BR><STRONG><EM>REGGINA </EM></STRONG>(3-5-2): Zandrini; Freddi, Emerson, Angella, Rizzato; De Rose, Armellino, Castiglia, Melara; Ragusa, Viola A. All. Gregucci<BR><STRONG><EM>LIVORNO</EM></STRONG> (4-3-1-2): Bardi; Salviato, Knezevic, Sini, Lambrughi; Filkor, Luci, Belingheri; Siligardi; Dionisi, Paulinho. All. Madonna<BR>ARBITRO: Palazzino</P> <P><BR><STRONG><EM>VERONA</EM></STRONG> (4-3-3): Rafael; Cangi, Mareco, Maietta, Scaglia; Jorginho, Tachtsidis, Hallfredsson; Gomez, Ferrari, Lepiller. All. Mandorlini<BR><STRONG><EM>VICENZA </EM></STRONG>(3-5-2): Frison; Martinelli, Tonucci, Bastrini; Gavazzi, Rigoni, Paro, Botta, Bianco; Abbruscato, Paolucci. All. Beghetto<BR>ARBITRO: Ostinelli</P> <P><BR><STRONG><EM>EMPOLI </EM></STRONG>(4-3-1-2): Dossena; Buscè, Ficagna, Stovini, Regini; Zè Eduardo, Guitto, Coppola; Brugman; Maccarone, Tavano. All. Aglietti<BR><STRONG><EM>BARI</EM></STRONG> (4-3-1-2): Lamanna; Crescenzi, Borghese, Dos Santos, Garofalo; Romizi, De Falco, Bogliacino; Galano, Kutuzov, Forestieri. All. Torrente<BR>ARBITRO: Mariani</P> <P><BR><STRONG><EM>GROSSETO</EM></STRONG> (4-2-3-1): Narciso; Petras, Padella, Olivi, Giallombardo; Ronaldo, Jadid; Esposito, Lupoli, Caridi; Sforzini. All. Ugolotti<BR><STRONG><EM>CITTADELLA</EM></STRONG> (4-3-3): Cordaz; Ciancio, Pellizzer, Scardina, Marchesan; Vitofrancesco, Paolucci, Schiavon; Busellato, Di Carmine, Maah. All. Foscarini<BR>ARBITRO: Di Paolo</P> <P><BR><STRONG><EM>GUBBIO</EM></STRONG> (4-3-3): Donnarumma; Briganti, Cottafava, Benedetti, Mario Rui; Sandreani, Boisfer, Raggio Garibaldi; Guzman, Mastronunzio, Graffiedi<BR><STRONG><EM>CROTONE</EM></STRONG> (4-3-1-2): Bindi; Correia, Vinetot, Abruzzese, Mazzotta; Florenzi, Eramo, Galardo; Caetano; Sansone, Ciano<BR>ARBITRO: Giacomelli</P> <P><BR><STRONG><EM>MODENA</EM></STRONG> (4-3-1-2): Caglioni; Jefferson, Carini, Perna, Milani; Nardini, Dalla Bona, Signori; Di Gennaro; Cellini, Ardemagni. All. Bergodi<BR><STRONG><EM>NOCERINA </EM></STRONG>(4-2-3-1): Concetti; Laverone, Figliomeni, Pomante, Bolzan; Mingazzini, Bruno; Pagano, Merino, Catania; Castaldo. All. Auteri<BR>ARBITRO: Gallione</P> <P>Pescara-Brescia:<BR><STRONG><EM>PESCARA</EM></STRONG> (4-3-3): Anania; Zanon, Romagnoli, Capuano, Balzano; Kone, Verratti, Cascione; Sansovini, Immobile, Insigne. All. Zeman<BR><STRONG><EM>BRESCIA</EM></STRONG> (3-5-2): Arcari; Martinez, De Maio, Caldirola; Zambelli, Vass, Salomon, El Kaddouri, Dallamano; Piovaccari, Jonathas. All. Calori<BR>ARBITRO: Massa</P>C1000075adm001adm001bianchi rolando.jpgSiNserie-b-sampdoria-torino-1002860.htmSiT1000083,T1000085,T1000086,T1000087,T1000088,T1000091,T1000092,T1000093,T1000094,T1000096,T1000097,T1000098,T1000099,T1000101,T1000102,T1000081,T1000082,T1000089,T1000090,T1000095,T1000084100075601,02,03030290
381002581NewsCalcio EsteroLiga, il Real passa a fatica a Siviglia contro il Betis, finisce 3 a 220120310235220ronaldo, real, mourinho, vince, sociedad, saragozza, levante, malagaNegli altri anticipi vincono Malaga, Gijon e Real Sociedad<P align=justify>Doppietta di Cristiano Ronaldo e gol di Higuain per il 3 a 2 finale, e tanta sofferenza per gli uomini di Mourinho, sempre più saldamente in testa al massimo campionato spagnolo. Per il Betis sono andati a segno Molina per il momentaneo 1 a 0 e Montero, che aveva firmato il 2 a 2 al 55'. Negli altri incontri di oggi, vincono per&nbsp;1 a 0 il Malaga sul Levante e lo Sporting Gijon sul Siviglia, mentre dilaga (3 a 0 il punteggio finale) la Real Sociedad sul&nbsp;Saragozza dell'ex laterale etneo Pablo Alvarez.</P>1007857ivomesivomescristiano ronaldo.jpgSiNcalciospagnolo-liga-real-ronaldo-1002581.htmSi100075401,02,03030178
391002543NewsCampionatiSerie B, tutte le probabili formazioni del 30° turno20120310111648serie b, sampdoria, verona, torinoBig match Torino-Verona<P>Sabato ORE 15:00<BR>Ascoli-Juve Stabia:<BR>ASCOLI (5-3-2): Guarna; Scalise, Ciofani, Peccarisi, Faisca, Tomi; Parfait, Pederzoli, Di Donato; Papa Waigo, Soncin. All. Silva<BR>JUVE STABIA (4-4-2): Colombi; Baldanzeddu, Molinari, Maury, Di Cuonzo; Scozzarella, Caserta, Mezavilla, Zito; Danilevicius, Sau. All. Braglia<BR>ARBITRO: Massa</P> <P>Cittadella-Pescara:<BR>CITTADELLA (4-3-3): Cordaz; Ciancio, Pellizzer, Scardina, De Vito; Vitofrancesco, Paolucci, Schiavon; Busellato, Di Carmine, Maah. All.Foscarini<BR>PESCARA (4-3-3): Anania; Zanon, Romagnoli, Capuano, Balzano; Nielsen, Verratti, Cascione; Sansovini, Immobile, Insigne. All. Zeman<BR>ARBITRO: Merchiori</P> <P>Crotone-Modena:<BR>CROTONE (4-3-1-2): Bindi; Correia, Vinetot, Abruzzese, Mazzotta; Florenzi, Eramo, Galardo; Caetano; Sansone, Djuric. All. Drago<BR>MODENA (4-3-1-2): Caglioni; Perticone, Carini, Perna, Milani; Nardini, Dalla Bona, Signori; Di Gennaro; Cellini, Ardemagni. All. Bergodi<BR>ARBITRO: Baracani</P> <P>Livorno-Albinoleffe:<BR>LIVORNO (4-3-1-2): Bardi; Salviato, Bernardini, Sini, Lambrughi; Morosini, Luci, Belinghieri; Siligardi; Dionisi, Paulinho. All. Madonna<BR>ALBINOLEFFE (4-4-2): Offredi; Salvi, Bergamelli, Piccinni, Regonesi; Girasole, Laner, Hetemaj, Cristiano; Germinale, Torri. All. Salvioni<BR>ARBITRO: Giancola</P> <P>Nocerina-Gubbio:<BR>NOCERINA (4-3-3): Concetti; Pomante, Rea, Giuliatto, Laverone; Pagano, Bruno, Parola; Merino, Castaldo, Negro. All. Auteri<BR>GUBBIO (4-3-1-2): Donnarumma; Briganti, Cottafava, Benedetti, Mario Rui; Gerbo, Nwankwo, Raggio Garibaldi; Guzman; Mastronunzio, Graffiedi. All. Simoni<BR>ARBITRO: Irrati</P> <P>Sassuolo-Sampdoria:<BR>SASSUOLO (3-4-1-2): Pomini; Consolini, Piccioni, Marzorati; Gazzola, Cofie, Valeri, Longhi; Missiroli; Sansone, Bruno. All. Pea<BR>SAMPDORIA (4-3-1-2): Romero; Rispoli, Gastaldello, Rossini, Costa; Munari, Obiang, Soriano; Juan Antonio; Pozzi, Eder. All. Iachini<BR>ARBITRO: Ciampi</P> <P>Varese-Empoli:<BR>VARESE (4-4-2): Bressan; Cacciatore, Troest, Terlizzi, Grillo; Zecchin, Filipe, Kurtic, Nadarevic; Neto Pereira, Granoche. All. Maran<BR>EMPOLI (4-3-1-2): Dossena; Vinci, Ficagna, Stovini, Gorzegno; Zè Eduardo, Guitto, Buscè; Brugman; Maccarone, Tavano. All. Aglietti<BR>ARBITRO: Viti</P> <P>Vicenza-Grosseto:<BR>VICENZA (3-5-2): Frison; Martinelli, Zanchi, Bastrini; Gavazzi, Pinardi, Paro, Botta, Bianco; Abbruscato, Paolucci. All. Beghetto<BR>GROSSETO (4-4-2): Narciso; Petras, Padella, Olivi, Giallombardo; Sciacca, Crimi, Jadid, Caridi; Alfageme, Sforzini. All. Ugolotti<BR>ARBITRO: Di Bello</P> <P>SABATO, ORE 18:00<BR>Brescia-Padova:<BR>BRESCIA (3-5-2): Arcari; Martinez, De Maio, Caldirola; Zambelli, Vass, Salomon, El Kaddouri, Dallamano; Piovaccari, Jonathas. All. Calori<BR>PADOVA (4-3-1-2): Perin; Donati, Legati, Schiavi, Renzetti; Bovo, Italiano, Cuffa; Bentivoglio; Cutolo, Cacia. All. Dal Canto<BR>ARBITRO: Candussio</P> <P>DOMENICA, ORE 12:30<BR>Bari-Reggina:<BR>BARI (4-3-3): Lamanna; Crescenzi, Polenta, Dos Santos, Garofalo; Bellomo, De Falco, Scavone; Forestieri, Kutuzov, Stoian. All. Torrente<BR>REGGINA (5-3-2): Zandrini; D`Alessandro, Freddi, Emerson, Angella, Rizzato; Barillà, Viola N., Castiglia; Bonazzoli, Ragusa. All. Gregucci<BR>ARBITRO: Baratta</P> <P>LUNEDI`, ORE 20:45<BR>Torino-Verona:<BR>TORINO (4-2-4): Benussi; Darmian, Di Cesare, Ogbonna, Parisi; Basha, Iori; Stevanovic, Meggiorini, Bianchi, Antenucci. All. Ventura.<BR>VERONA (4-3-1-2): Rafael; Abate, Ceccarelli, Maietta, Scaglia; Russo, Esposito, Hallfredsson; Jorginho; Ferrari, Gomez. All. Mandorlini<BR>ARBITRO: Pinzani</P>C1000075adm001adm001bianchi rolando.jpgSiNserie-b-torino-verona-1002543.htmSiT1000083,T1000085,T1000086,T1000087,T1000088,T1000091,T1000092,T1000093,T1000094,T1000096,T1000097,T1000098,T1000099,T1000101,T1000102,T1000081,T1000082,T1000089,T1000090,T1000095,T1000084100075701,02,03030557
401002284NewsCampionatiSerie B, tutte le probabili formazioni del 29° turno20120303111531serie b, sampdoria, veronaBig match Sampdoria-Verona<P>Queste le probabili formazioni del 29° turno in Serie B. Partite ore 15.</P> <P>Sampdoria-Verona:<BR>SAMPDORIA 4-3-1-2  Romero; Berardi, Gastaldello, Rossini, Laczko; Munari, Krsticic, Soriano; Juan Antonio; Eder, Pozzi.Indisponibili: Castellini, Renan, Padalino, Semioli.Squalificato: Obiang. All. Iachini.<BR>VERONA 4-3-3  Rafael; Cangi, Ceccarelli, Maietta, Scaglia; Russo, Jorginho, Hallfredsson; D`Alessandro, Ferrari, Gomez.Indisponibili: Nicolas. Squalificato: Tachtsidis. All. Mandorlini.<BR>&nbsp;<BR>Bari-Crotone:<BR>BARI (4-3-3): Lamanna; Crescenzi, Polenta, Dos Santos, Garofalo; Bellomo, De Falco, Romizi; Forestieri, Kutuzov, Stoian.Indisponibile: Castillo. Squalificati: Borghese, Caputo, Ceppitelli. All. Torrente<BR>CROTONE (4-3-1-2): Bindi; Correia, Vinetot, Abruzzese, Mazzotta; Florenzi, Loviso, Maiello; Caetano; Sansone, Ciano.Indisponibili: Caccavallo, Migliore. Squalificato: Gabionetta. All. Drago<BR>&nbsp;<BR>Empoli-Livorno:<BR>EMPOLI (4-3-1-2): Pelagotti; Vinci, Mori, Stovini, Gorzegno; Zè Eduardo, Moro, Coppola; Lazzari; Mchedlidze,&nbsp; Tavano.Indisponibili: Valdifiori, Tonelli. Squalificato: Ficagna. All. Aglietti<BR>LIVORNO (4-4-2): Bardi; Salviato, Bernardini, Sini, Lambrughi; Siligardi, Luci, Filkor, Schiattarela; Dionisi, Paulinho. Indisponibili: Mazzoni, Knezevic, Pieri, Rampi, Lignani, Dell`Agnello. All. Madonna.<BR>&nbsp;<BR>Grosseto-Torino:<BR>GROSSETO (4-4-2): Narciso; Petras, Padella, Olivi, Giallombardo; Mancino, Crimi, Jadid, Caridi; Alfageme, Sforzini. Indisponibili: Moretti, Iorio. All. Ugolotti<BR>TORINO (4-2-4): Benussi; Darmian, Di Cesare, Ogbonna, Parisi; Basha, Iori; Stevanovic, Bianchi, Antenucci, Oduamadi.Indisponibili: Coppola, Masiello, Pratali, Suciu, Zavagno. All.Ventura<BR>Juve Stabia-Nocerina:<BR>JUVE STABIA (4-4-2): Colombi; Baldanzeddu, Molinari, Scognamiglio, Di Cuonzo; Raimondi, Mezavilla, Scozzarella, Zito; Danilevicius, Sau. Indisponibile: Erpen. Squalificato: Maury. All. Braglia<BR>NOCERINA (4-3-3): Concetti; Laverone, Di Maio, Rea, Bolzan; Parola, Bruno, Barusso; Catania, Castaldo, Negro.Indisponibili: Del Prete, Giuliatto, Nitride, Suarino. All. Auteri<BR>&nbsp;<BR>Modena-Cittadella:<BR>MODENA (4-3-1-2): Caglioni; Nardini, Carini, Perna, Milani; De Vitis, Dalla Bona, Signori; Di Gennaro; Ardemagni, Greco.Indisponibili: Perticone, Turati, Rullo, Petre, Ciaramitaro, Gilioli, Cellini, Fabinho. All. Bergodi<BR>CITTADELLA (4-3-3): Cordaz; Ciancio, De Vito, Pellizzer, Scardina; Vitofrancesco, Paolucci, Schiavon; Bellazzini, Di Carmine, Maah. Indisponibile: Di Nardo, Zanvettori.Squalificato: Gasparetto. All. Foscarini<BR>&nbsp;<BR>Padova-Albinoleffe:<BR>PADOVA (4-3-1-2): Pelizzoli; Donati, Legati, Schiavi, Renzetti; Bovo, Italiano, Bentivoglio; Marcolini; Lazarevic, Cacia.Indisponibili: Jelenic, Osuji, Succi. Squalificato: Cutolo. All. Dal Canto<BR>ALBINOLEFFE (4-4-2): Offredi; Salvi, Bergamelli, Piccinni, Regonesi; Cristiano, Laner, Previtali, Foglio; Cissè, Cocco.Indisponibile: Hetemaj. All. Salvioni<BR>&nbsp;<BR>&nbsp;<BR>Pescara-Sassuolo:<BR>PESCARA (4-3-3): Anania; Zanon, Romagnoli, Capuano, Balzano; Nielsen, Verratti, Cascione; Sansovini, Immobile, Insigne. Indisponibili: Brosco, Caprari. All. Zeman<BR>SASSUOLO (3-4-2-1): Pomini; Marzoratti, Piccioni, Bianco; Gazzola, Magnanelli, Cofie, Longhi; Missiroli, Sansone; Marchi.Indisponibili: Terranova, Troiano, Masucci, Laribi, Noselli. All. Pea.<BR>&nbsp;<BR>Reggina-Ascoli:<BR>REGGINA (5-3-2): Zandrini; D`Alessandro, Freddi, Emerson, Angella, Rizzato; Barillà, Viola N., Castiglia; Bonazzoli, Ragusa.Indisponibili: Adejo, Campagnacci. All. Gregucci<BR>ASCOLI (5-3-2): Guarna; Scalise, Ciofani, Peccarisi, Faisca, Tomi; Sbaffo, Pederzoli, Di Donato; Papa Waigo, Soncin.Indisponibile: Giovannini. All. Silva.<BR></P>C1000075adm001adm001pallone 2.jpgSiNsampdoria-serie-b-verona-1002284.htmSiT1000083,T1000085,T1000086,T1000087,T1000088,T1000091,T1000092,T1000093,T1000094,T1000096,T1000097,T1000098,T1000099,T1000101,T1000102,T1000081,T1000082,T1000089,T1000090,T1000095,T1000084100075701,02,03030250
411001633NewsCampionatiJuve Stabia-Reggina: risultato e marcatori20120218185654calcio,serie a,milan,cagliari,pagelle,risultati,marcatori,arbitri,designazioni arbitrali,live partita,serie bwin,coppe europee,convocati,formazioniSegui gli aggiornamenti su IlCalcio24.com<P>Segui la diretta su <EM>IlCalcio24.com</EM>. Match con inizio ore 18.</P> <P>Finale: <STRONG>2-1 (p.t. 1-0): 26' Mezavilla, 51' Sau, 65' Freddi (R)</STRONG></P> <P>Juve Stabia-Reggina</P> <P>Juve Stabia (4-4-2) - Seculin; Baldanzeddu, Molinari, Maury, Dicuonzo; Erpen, Scozzarella, Mezavilla, Zito; Danilevicius, Sau.</P> <P>Reggina (3-5-2) - Zandrini; Freddi, Emerson, Angella; Ragusa, Rizzo, N.Viola; Melara, Rizzato; Ceravolo, Bonazzoli.</P>C1000075adm001adm001tifosi.jpgSiNserie-b-bonazzoli-sau-1001633.htmSiT1000083,T1000085,T1000086,T1000087,T1000088,T1000091,T1000092,T1000093,T1000094,T1000096,T1000097,T1000098,T1000099,T1000101,T1000102,T1000081,T1000082,T1000089,T1000090,T1000095,T1000084100075701,02,03030400
421001608NewsCampionatiSerie B, le probabili formazioni20120218124531calcio,serie a,milan,cagliari,pagelle,risultati,marcatori,arbitri,designazioni arbitrali,live partita,serie bwin,coppe europee,convocati,formazioniJuve Stabia-Reggina ore 18<P>Le probabili formazioni dei confronti delle ore 15. Juve Stabia-Reggina in campo alle 18.<BR>AlbinoLeffe-Pescara. AlbinoLeffe: Offredi; Salvi, D`Aiello, Bergamelli, Regonesi; Pacilli, M. Hetemaj, Laner, Foglio; Cissè, Cocco. All.: W. Salvioni. Indisponibili: Lebran, Cristiano. Squalificati: Luoni. Pescara: Anania; Balzano,Romagnoli, M. Capuano, Balzano; Nielsen, Verratti, Cascione; Sansovini, Immobile, Soddimo. All.: Z. Zeman. Indisponibili: Bocchetti, Brosco, Insigne. Squalificati: nessuno.</P> <P>Ascoli-Grosseto. <BR>Ascoli: Guarna; M. Ciofani, Andjelkovic, Peccarisi, Faisca, Pasqualini; Di Donato, Pederzoli, Sbaffo; Soncin, Papa Waigo. All.: M. Silva. Indisponibili: Giovannini, Scalise, L. Vitiello, Romeo. Squalificati: nessuno. <BR>Grosseto: Narciso; Petras, Padella, Olivi, Giallombardo; Sciacca, Jadid, Crimi, Caridi; Lupoli, Alfageme. All.: G. Ugolotti. Indisponibili: Iorio, Olivi, F. Moretti. Squalificati: Mancino, Sforzini.</P> <P>Brescia-Modena. Brescia: Arcari; Martinez, De Maio, Caldirola; Zambelli, M. Mandorlini, Budel, Martina Rini, Daprelà; El Kaddouri; Jonathas. All.: A. Calori. Indisponibili: F. Rossi. Squalificati: nessuno. Modena: Caglioni; Perticone, Turati, A. Perna, Milani; Nardini, Petre, Signori; Di Gennaro; Ardemagni, Greco. All.: A. Cuttone. Indisponibili: Rullo, Gilioli, Cellini. Squalificati: nessuno.</P> <P>Livorno-Bari. Livorno: Bardi; Salviato, Bernardini, Sini, Lambrughi; Siligardi, Morosini, Luci, Schiattarella; Dionisi, Paulinho. Indisponibili: Knezevic, Pieri, Lignani, Piccolo. Squalificati: Barone, Bigazzi. Bari: Lamanna; Crescenzi, Ceppitelli, Borghese, Garofalo; Bellomo, Romizi, Bogliacino; Forestieri, Caputo, Stoian. All.: V. Torrente. Indisponibili: Defendi. Squalificati: De Falco.</P> <P>Nocerina-Cittadella. Nocerina: Concetti; Figliomeni, Rea, De Franco; Laverone, A. Bruno, Parola, Bolzan; Pagano, Castaldo, Catania. All.: G. Auteri. Indisponibili: Del Prete, Giuliatto, Sacilotto. Squalificati: nessuno. Cittadella: Cordaz; L. Martinelli, D. Gasparetto, Pellizzer, Scardina; Vitofrancesco, Busellato, Schiavon; Di Roberto, Di Carmine, Maah. All.: C. Foscarini. Indisponibili: De Vito, Gorini, Zanvettori, Di Nardo. Squalificati: A. Paolucci.</P> <P>Padova-Empoli. Padova: Pelizzoli; Legati, Portin, Trevisan, Renzetti; Bovo, Italiano, Bentivoglio; Marcolini; Cacia, Cutolo. All.: A. Dal Canto. Indisponibili: G. Donati, Osuji, Jelenic, Milanetto, Hallenius. Squalificati: Schiavi. Empoli: Pelagotti; Vinci, Ficagna, Stovini, Gorzegno; Gallozzi, Moro, M. Coppola; F. Lazzari; Maccarone, Tavano. All.: A. Aglietti. Indisponibili: Mori, Valdifiori. Squalificati: nessuno.</P> <P>Sassuolo-Varese. Sassuolo: Pomini; Marzoratti, P. Bianco, Terranova; Gazzola, Magnanelli, Cofie, Valeri, Longhi; G. Sansone, Missiroli. All.: F. Pea. Indisponibili: Laribi, Troiano, Masucci, Noselli. Squalificati: nessuno. Varese: Bressan; Cacciatore, Troest, Terlizzi, Grillo; Rivas, Corti, Kurtic, Zecchin; Granoche, Neto Pereira. All.: R. Maran. Indisponibili: Pucino, Damonte, L. Pettinari, Martinetti, Momentè. Squalificati: nessuno.</P> <P>Verona-Gubbio. Verona: Rafael; Cangi, Mareco, Maietta, M. Scaglia; Russo, Tachtsidis, Hallfredsson; Jorginho; N. Ferrari, Gomez. All.: A. Mandorlini. Indisponibili: Nicolas. Squalificati: nessuno. Gubbio: A. Donnarumma; Almici, Briganti, Cottafava, Benedetti, Mario Rui; Sandreani, Nwankwo, Buchel; D. Ciofani, Guzman. All.: L. Simoni. Indisponibili: Bartolucci, Bazzoffia, Graffiedi. Squalificati: nessuno.</P> <P>Vicenza-Crotone. Vicenza: Frison; Tonucci, D. Martinelli, Bastrini, Giani; Gavazzi, Soligo, Paro, Botta; Pinardi; Abbruscato. All.: L. Cagni. Indisponibili: Mustacchio, N. Rigoni, Baclet. Squalificati: Augustyn. Crotone: Belec; Correia, Vinetot, Ligi, Migliore; Maiello, Eramo, Florenzi; Calil; N. Sansone, S. Pettinari. All.: M. Drago. Indisponibili: Abruzzese, Checcucci, Natalino, Caccavallo. Squalificati: Gabionetta (4).</P> <P>Juve Stabia-Reggina (ore 18). Juve Stabia: Seculin; Baldanzeddu, Maury, Molinari, Dicuonzo; Erpen, Scozzarella, Mezavilla, Zito; Danilevicius, Sau. All.: P. Braglia. Indisponibili: Scognamiglio, Caserta, Di Tacchio, Ceccarelli, Mbakogu. Squalificati: nessuno. Reggina: Zandrini; Freddi, Emerson, Angella; Mat. D`Alessandro, Rizzo, N. Viola, Barillà, Rizzato; Bonazzoli, Ceravolo. All.: A. Gregucci. Indisponibili: Belardi, Adejo, Campagnacci. Squalificati: nessuno.</P> <P>&nbsp;</P> <P>&nbsp;</P>C1000075adm001adm001tifosi.jpgSiNserie-b-padova-torino-1001608.htmSiT1000083,T1000085,T1000086,T1000087,T1000088,T1000091,T1000092,T1000093,T1000094,T1000096,T1000097,T1000098,T1000099,T1000101,T1000102,T1000081,T1000082,T1000089,T1000090,T1000095,T1000084100075701,02,03030180
431001356NewsCalcio EsteroLiga, vince il Villareal20120212223222villareal, granada, molina, ligaSecondo successo consecutivo per i gialli<P align=justify>Fondamentale successo del Villareal, che supera per 3 a 1 il Granada.&nbsp;Decidono la sfida del Madrigal le reti Ruben, Valero e l'autorete di Cesar. Inutile il gal del momentaneo pareggio di Lopez. Seconda vittoria di fila per&nbsp;il Villarreal, che lascia il terzultimo posto. Si iniziano a vedere i&nbsp;frutti della cura di José Francisco Molina.</P>1007857ivomesivomesrossi giuseppe.jpgSiNvillareal-successo-granada-1001356.htmNo100075401,02,03030136

Le nostre Esclusive

notizie calcio
Il Conte pensiero
di Salvino Cavallaro, Mercoledì 21 Maggio 2014
Tosi: «Contento di aver fermato il Messina. Il Milazzo ha subito uno scippo»
della nostra redazione, Venerdì 25 Ottobre 2013
Tosi: «Saremo pronti per il Messina»
della nostra redazione, Lunedì 23 Settembre 2013