tempo: 20ms
RSS
Query
Template: /notizie/index.cfm:19
Execution Time: 274 ms
Record Count: 46
Cached: No
Lazy: No
SQL:
SELECT * FROM news
where tipo ='news' and (data<'20210804' or (data='20210804' and ora<='124354'))
and( titolo like '% iachini%' or keywords like '% iachini%' or descrizione like '% iachini%')
and azienda like '%01%'
order by data desc,ora desc,id_arg desc
id_argtipoareaTitoloDataoraKeywordsdescrizionebreveDescrizioneufficiocittaAutoreid_inserimentoimmagineinhomeINSLIDERfonteinevidenzaidargomeidteampeopledoccorrelatiStartDateEndDateaziendaPROPRIETARIOriservatocontalettureesclusiva
11013769NewsEditorialeSolo un pari per la Juve, che rischia seriamente di non entrare in Champions2021042517:57juve, fiorentina, pirlo, iachini, ronaldo, ramsey,morata,vlaovic,franchi,championsI bianconeri nella ripresa agguantano il pareggio, ma giocano al di sotto delle proprie possibilità<p>Una Juventus da dimenticare nel primo tempo, assolutamente incolore, rimedia un punto al «Franchi» grazie a una seconda frazione di gioco un po' pi&#249; convincente, disputata per lo meno con una maggiore cattiveria agonistica. Per i viola di Iachini un punto meritato e utile in chiave salvezza. Per gli uomini di Pirlo, molti dei quali autori di una prestazione modesta - Ramsey ancora una volta deludente, Rabiot protagonista in negativo nel rigore assegnato ai padroni di casa - la conquista di un posto Champions torna in seria discussione. A preoccupare &#232; soprattutto l'incapacit&#224; di imporre il proprio gioco e di comportarsi «da Juve», con un'eccessiva timidezza persino negli atleti pi&#249; rappresentativi, da Ronaldo a Dybala. Pesante l'assenza di Chiesa, uno dei pochi a salvarsi in questa sciagurata stagione.</p><p>Mariano Messineo</p>ivomesivomesfoto-dybala.jpgSISlajuverimediasolounpareggioafirenze.championsarischio-1013769.htmSI01,02,03,04,05,06,07,08,09,10,11010222n
21013762NewsEditorialeLotta serrata in chiave Champions2021041112:00Juve,pirlo,dybala,ronaldo,milan,atalanta,Napoli,lazio,romaLa Juve cerca punti contro il Genoa. Napoli a Marassi in casa della Samp<p><span>In questa tiepida e mite domenica d'Aprile, gli appassionati di calcio non assisteranno a big match decisivi da cui passano le intere stagioni, ma ad altre partite fondamentali per la corsa champions, che vede protagoniste la Juve, il Milan, la Lazio, l' Atalanta, il Napoli e la Roma. Tre posti per ben sei squadre, di cui la met&#224; raccolte in soli tre punti e che, nel rush finale del campionato, daranno il tutto per tutto per raggiungere l'obiettivo tanto sperato. Alla Juve (che ormai ha quasi abbandonato lo scudetto) non rimane nient'altro che il posto in Champions per risollevare le sorti di una stagione fallimentare al termine della quale sono tutti messi in discussione, dall'emergente Pirlo ai veterani come Bonucci e Chiellini. Quest'oggi, avranno davanti a s&#233; una squadra compatta e difficile da battere (il Genoa) , ma la vecchia Signora si affider&#224; alla classe del ritrovato Dybala, allo straripante Chiesa (un trascinatore a tutti gli effetti) e all'intramontabile Ronaldo, giocatore decisivo e la cui qualit&#224; non va messa mai in discussione. Inoltre, i tre punti serviranno a mettere pressione al Milan, secondo in classifica e distante di una sola lunghezza sulla compagine bianconera. Invece, il Napoli giocher&#224; contro l'altra fazione genovese : la Sampdoria. I partenopei tenteranno di riacciuffare il quarto posto, sfumato dopo la deludente sconfitta all'Allianz Stadium. Dovranno stare attenti alla Lazio, che oggi affronter&#224; il Verona, squadra capace di esprimere un ottimo gioco e dare molta continuit&#224; ai propri risultati. La Roma, con alle spalle l'importante vittoria alla Johan Cruijff Arena, giocher&#224; al Dall'Ara, campo ostico e da cui vorranno uscirne vittoriosi. Infine, la 30esima giornata si concluder&#224; con l'Atalanta che sfider&#224; la Fiorentina di Iachini. Posticipo dal pronostico incerto e con cui l'Atalanta pu&#242; continuare ad inanellare successi per guadagnarsi un posto fra le grandi d'Europa.</span></p><p><span>Matteo Messineo</span></p>ivomesivomesfoto-dybala.jpgSISChampionslottaapiusquadraapertalacorsa-1013762.htmSI01,02,03,04,05,06,07,08,09,10,11010113n
31013645NewsCampionatiCampionato di calcio. L’anno nuovo non cambia il nome delle pretendenti al titolo.20200107190536Un campionato da vivere fino in fondo<br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p align="center" style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: center;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt; mso-ascii-theme-font: major-latin; mso-hansi-theme-font: major-latin;'>Inter, Juve e Lazio sono le papabili alla vittoria finale.</span></b><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt; mso-ascii-theme-font: major-latin; mso-hansi-theme-font: major-latin;'>Finito lo stop per le vacanze di Natale, il campionato di calcio di Serie A riapre i battenti di un pallone che ha ripreso a far vivere i palpiti ansiosi ai suoi tifosi, impazienti com’erano di continuare a vivere il fine settimana all’insegna della sfrenata passione calcistica. Si è cominciato a giocare domenica 5 gennaio con <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Brescia – Lazio</b>, una partita che ha visto la squadra di Inzaghi vincere 2 a 1 un incontro che ha confermato lo stato di salute dei biancocelesti i quali aspirano ad essere il terzo incomodo per la lotta scudetto, proponendosi anche per entrare a far parte delle squadre che parteciperanno alla prossima Champions League. Nel pomeriggio anche il Genoa del nuovo allenatore <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Davide Nicola</b> ha superato il Sassuolo con il risultato di 2 a 1. Il cuore del Genoa si è imposto all’ordine tattico e alla piacevolezza delle trame di gioco di un Sassuolo che ha subito non pochi errori arbitrali, i quali ne hanno decretato la sconfitta. Un match che ha riproposto l’importanza di dare maggiore credito al Var, piuttosto che all’arbitro in campo. C’è stata poi <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Spal – Verona</b>, una gara vinta per 2 a 0 dagli scaligeri che hanno sfruttato l’ottimo momento di forma già palesato sul finire del vecchio anno 2019. Male la Spal di Semplici che con questa sconfitta si è ritrovata ad essere fanalino di coda della classifica. La serata della 18ma giornata di Serie A è terminata con la partita <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Roma – Torino</b>, un incontro che ha visto vincere meritatamente i granata per 2 a 0, ribaltando un pronostico che alla vigilia li dava sconfitti. Così, ad una Roma che evidentemente ha risentito non poco dell’imminente cambio al vertice della proprietà, ha fatto eco un Torino che Mazzarri ha preparato nella consapevolezza di non avere altra scelta che vincere e convincere, anche per attenuare in qualche modo gli intensi venti di contestazione che spirano tra i tifosi di casa Toro. In realtà possiamo dire che <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Belotti </b>(autore della doppietta) e <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Sirigu</b> (sempre formidabili le sue parate) sono stati gli eccellenti interpreti di un Toro che non brilla per gioco corale, ma che spesso si rifugia nella forza del suo capitano per togliere le castagne dal fuoco. Detto questo, passiamo all’Epifania calcistica che è partita all’ora di pranzo con il derby dell’Appennino <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Bologna – Fiorentina</b> finita 1 a 1. La viola del nuovo tecnico Iachini, è andata in vantaggio con un bellissimo gol di Benassi, ed ha condotto una gara accorta e attenta a portare a casa l’intera posta in palio. Tuttavia, allo scadere della gara ha subito il pareggio ad opera di Orsolini, il quale si è inventato un eurogol da palla inattiva, posta in una posizione defilata della destra dell’area viola. Dunque, è sostanzialmente giusto il risultato finale. C’è poi da commentare un <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Atalanta – Parma,</b> il cui risultato di 5 a 0 non fa altro che dare splendore assoluto alla <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Dea </b>di <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Gasperini</b>, una squadra in forma, bella da gustare e, soprattutto, capace di finire la sua ultima partita dello scorso anno con lo stesso punteggio contro il Milan. 10 gol in due partite! Onestamente abbiamo esaurito tutti gli aggettivi superlativi, per questa interprete del calcio spettacolo di casa nostra. <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Milan –</b> <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Sampdoria </b>è finita 0 a 0. Ibra, Ibra e sempre Ibra. E’ stato l’urlo a San Siro del popolo rossonero, ma lo svedese entrato in campo nel secondo tempo non ha fatto il miracolo sperato. La squadra di Pioli si arrovella in problemi che vanno oltre l’apporto del possibile beneficio di un campione 38enne, che secondo il nostro parere resta positivo sotto l’aspetto commerciale con riferimento al marketing e di entusiasmo per i tifosi del Milan, piuttosto che per un reale fatto di positività in campo tecnico per la squadra stessa. Ottimo il punto conquistato da Ranieri, con una Sampdoria che ha addirittura sfiorato la vittoria. Pregevole poi la vittoria dell’Udinese che ha superato il Lecce allo stadio di Via del Mare per 1 a 0. Anche qui ci sono state delle recriminazioni leccesi sulle decisioni arbitrali contestate dall’allenatore Liverani. Ma la sostanza dice che i bianconeri friulani hanno conquistato tre punti d’oro per la loro classifica.</span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt; mso-ascii-theme-font: major-latin; mso-hansi-theme-font: major-latin;'>E dulcis in fundo, veniamo alle due ultime gare di questa 18esima giornata di Serie A.</span></b><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt; mso-ascii-theme-font: major-latin; mso-hansi-theme-font: major-latin;'>Partiamo con</span></b><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt; mso-ascii-theme-font: major-latin; mso-hansi-theme-font: major-latin;'> <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Juventus – Cagliari, 4 a 0 – Tripletta di Ronaldo e gol di Higuain-</b></span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt; mso-ascii-theme-font: major-latin; mso-hansi-theme-font: major-latin;'>La partita è finita con tre gol di CR7 e uno di Higuain. Un 4 a 0 che maschera le solite incertezza della squadra di Sarri, la quale ha l’alibi di essere ancora un cantiere in fase di ultimazione di quell’opera che si chiama: <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">“Fluidità di manovra e Continuità”.</b> Nel primo tempo, infatti, la Juve ha sì dimostrato grande spinta in avanti con evidente voglia di pressare e chiudere l’avversario nella propria zona difensiva, ma ha rischiato più di una volta di subire le ripartenze di un Cagliari che, a onor del vero, sembra aver perso la brillantezza di gioco di qualche settimana fa. Poi, nel secondo tempo, causa un banale errore della difesa cagliaritana, la Juve è andata in vantaggio con <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Cristiano Ronaldo</b>, il quale non si è fatto sfuggire l’invito così godereccio. Da qui in avanti la Juve è uscita alla grande con trame di gioco eccellenti che effettivamente hanno dato splendore al quel gioco tanto sperato in casa juventina e che si tramuta nel vincere, convincere e divertire divertendosi. Ma, per arrivare a questo nell’arco degli oltre 90 minuti di gioco, Sarri deve ancora lavorare molto sui meccanismi di centrocampo, dove si esalta molto la costruzione del gioco a discapito dell’interdizione in appoggio alla difesa. E’ l’equilibrio non ancora trovato tra i vari momenti di possesso e non possesso palla, che vanno disciplinati per evitare di prendere troppi gol che si potrebbero evitare. Ottimo <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Demiral,</b> non troppo convinto <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Ramsey </b>e<b style="mso-bidi-font-weight: normal;"> Rabiot</b> ancora alla ricerca di capire cosa vuole Sarri da lui. Eccellente <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Cuadrado</b> che deve essere sfruttato più da esterno d’attacco, mettendo alle sue spalle un terzino di ruolo. <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Matuidi</b> non è ancora il giocatore ammirato l’anno scorso e <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Alex Sandro</b> soffre più del previsto il compito di involarsi sulla fascia sinistra, per poi ritornare a coprire il ruolo di difensore. Vedremo cosa accadrà in seguito. Una cosa è certa, la Juve lotterà fino alla fine per vincere lo scudetto e lo farà in dirittura finale assieme a Inter e Lazio.</span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt; mso-ascii-theme-font: major-latin; mso-hansi-theme-font: major-latin;'>Napoli – Inter, 1 a 3 – doppietta di Lukaku e gol di Lautaro Martinez </span></b><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt; mso-ascii-theme-font: major-latin; mso-hansi-theme-font: major-latin;'>Continua il testa a testa di classifica dell’Inter con la Juve. Per far questo la squadra di <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Conte </b>doveva vincere e l’ha fatto nella gara del San Paolo contro un Napoli che è la pessima copia di quello che è stato lo scorso campionato. La squadra di <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Ringhio Gattuso</b> ha fatto quello che ha potuto al cospetto di una squadra come l’Inter che quest’anno pressa alto l’avversario, forte dei suoi due attaccanti <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Lukaku</b> e <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Lautaro Martinez,</b> sempre pronti a sfruttare tutte le occasioni offerte dal proprio centrocampo e dagli esterni. La squadra di <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">Antonio Conte</b> è cinica, sicura di sé e convinta di rendere difficile la strada a una Juve che vede ancor di più come un avversario ostico da battere a tutti i costi. Tutto questo, fermo restando della consapevolezza di non essere ancora allo stesso livello della squadra di Sarri, ma che attraverso il lavoro, la grinta, la convinzione e la determinazione, sia possibile accorciare questo gap tecnico e di rosa allargata che vanta la Juve. Dunque, assisteremo sicuramente a un bel campionato e a domeniche da gustare intensamente nella consapevolezza di vedere fino alla fine Juve e Inter appaiate, con l’incomodo della Lazio e il probabile disturbo di un’Atalanta che si farà valere anche in Champions.</span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 16pt; mso-ascii-theme-font: major-latin; mso-hansi-theme-font: major-latin;'>Salvino Cavallaro</span></b><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt; mso-ascii-theme-font: major-latin; mso-hansi-theme-font: major-latin;'><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span></span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Cambria","serif"; font-size: 12pt; mso-ascii-theme-font: major-latin; mso-hansi-theme-font: major-latin;'><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span></span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><br><br>Torinofl0711fl0711pallone-ufficiale-serie-a-2019-20.jpgSiNcampionato-di-calcio-l-anno-nuovo-non-cambia-il-nome-delle-pretendenti-al-titolo-1013645.htmSi100451001,02,03030189
41013087NewsCampionatiZamparini, un padrone combina guai.20160309190231La situazione tragicomica del Palermo di Maurizio Zamparini.<br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Times New Roman","serif"; font-size: 12pt;'>Tifosi inferociti e confusione generale. Il colore rosanero del Palermo è nel pallone. Il presidente Maurizio Zamparini, con il suo carattere&nbsp; irascibile è riuscito a creare ansie, paure e reali presupposti di mancanza di lucidità gestionale. Il suo Palermo è quartultimo in classifica e rischia seriamente la retrocessione, tuttavia, il presidente rosanero continua a cambiare allenatore, talora ogni due settimane. Un atteggiamento che non porta da nessuna parte, anzi mette a libro paga numerosi allenatori che stipulano un contratto con la società rosanero e poi, dopo l’esonero, vengono pagati a vuoto. Dopo l’ennesimo allontanamento di Iachini, prima assunto, poi esonerato, e quindi richiamato e ancora allontanato per effetto delle dimissioni dello stesso Iachini, adesso si pensa a mettere sotto contratto Walter Novellino. Anche Ballardini, prima chiamato a sedere sulla panchina dei rosanero e poi esonerato, ha declinato gentilmente l’invito a ritornare ad allenare il Palermo. Una situazione tragicomica che si dipana in più atti, esattamente come fosse una commedia; la commedia del pallone rosanero. E dopotutto questo caos, il consiglio che possiamo dare a Maurizio Zamparini, presidente del Palermo, è quello di auto esonerarsi. Comiche di un calcio che non esiste da nessuna altra parte del mondo, che non giustificherebbe neanche la conduzione di una società di calcio dilettantistica di terza divisione, altro che calcio di Serie A. Zamparini ha cambiato 9 allenatori in 8 mesi. Figure di nuovi e vecchi allenatori che si alternano come fossero ciliegie. Dici una e poi basta. E invece continui a mangiarne, proprio come fossero ciliegie. Di questo presidente, sia il Palermo che il calcio italiano, non ne possono più. <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">“Meglio</b> <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">retrocedere”</b> dicono i tifosi inferociti, <b style="mso-bidi-font-weight: normal;">“almeno così finisce questa farsa”.</b> E, in effetti, di logico non c’è proprio nulla, nella conduzione gestionale del Palermo calcio. Nulla che possa far prevedere la continuità di un presidente che ha fatto più danni che cose buone. A parer nostro, se la società si trova in questa posizione di classifica, l’unico colpevole è proprio lui, il presidente Maurizio Zamparini, che non ha saputo scegliere l’allenatore giusto cui affidare una squadra che, evidentemente, non è stata costruita bene dal punto di vista tecnico. Abbiamo sempre pensato che nel calcio non s’inventa nulla e, senza i presupposti di creare con i fatti un’organizzazione e una programmazione capace e costruttiva, non vai da nessuna parte. La competenza calcistica va oltre i proclami fatti attraverso le urla e i toni alti sbandierati ai quattro venti. E’ finito il tempo del padrone che investe del denaro e tutti devono sottostare al proprio volere. Qui, nel Palermo calcio, con questo modo di agire, siamo lontani anni luce da quello che è il vero senso del calcio moderno. Non serve l’arroganza e non serve neppure questo atteggiamento atavico di un presidente, come Zamparini, che dà pure del “deficiente” all’allenatore (Iachini), il quale è stato scelto proprio <span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span>da lui stesso. Ma qual è a questo punto la soluzione per far uscire dal tunnel un Palermo che sente avvicinarsi a grandi passi lo spettro della retrocessione? Chissà, magari se Zamparini stesso decidesse di sedersi in panchina, fare l’allenatore e poi esonerarsi, potrebbe essere un’idea? O no?</span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Times New Roman","serif"; font-size: 12pt;'>Salvino Cavallaro <span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span></span></b><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><br><br>Palermofl0711fl0711zamparini-.jpgSiNzamparini-un-padrone-combina-guai-1013087.htmSi100451001,02,03030395
51013075NewsCampionatiUno sguardo al Campionato di calcio di Serie A20160215193553Un turno di calcio che ha proposto tanti temi interessanti. <br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Times New Roman","serif"; font-size: 12pt;'>La 25ma giornata di calcio di Serie A ha sancito il sorpasso in classifica della Juventus sul Napoli e ha offerto tanti altri spunti significativi. Intanto, la Fiorentina è ritornata ad occupare la terza posizione di classifica dopo aver battuto per 2 a 1 l’Inter di Mancini, che resta la delusione più eclatante del campionato. Bella e arrembante la squadra viola, che ha assorbito il credo calcistico del suo coach Paulo Sousa. Se questa squadra riuscirà ad acquisire continuità di risultati, nonostante la sua insufficiente panchina, potrà sicuramente dire la sua per un posto in Champions League. Dicevamo dell’Inter, che delusione! La squadra nerazzurra è in piena crisi di gioco e risultati, che lasciano pensare a seri problemi di impostazione da parte di Roberto Mancini. Questa squadra continua a non avere un’anima, ed è triste e quasi timorosa nell’interpretare sul campo ciò che significa la sua gloriosa storia. La situazione è davvero difficile da risolvere a breve. Adesso è la società a dover dimostrare di avere gli attributi; ci riuscirà? Intanto la Roma, che ha vinto 3 a 1 a Carpi, sta assorbendo la cura Spalletti e al contempo ritrova sorrisi e serenità nell’ambiente giallorosso. Adesso, la speranza di un posto in Champions non è più una chimera. Vince 2 a 1 il Milan contro il Genoa e dà significanti segnali di risveglio di gioco e di compattezza di squadra. Ora deve continuare su questa strada. Il Genoa di Gasperini, invece, scivola sempre più nella zona a rischio di retrocessione. D’altra parte, non si può pretendere di più da una squadra cui sono stati tolti i giocatori più importanti. Stesso discorso per la Sampdoria di Montella che non va oltre lo 0 a 0 contro un’Atalanta che mister Reja ha reso sempre più ostica e capace di badare all’essenziale. Perde in casa 3 a 1 il Palermo, contro un Torino apparso vibrante e deciso a uscire fuori da un periodo nero di risultati che hanno fatto pensare alla crisi. La realtà è che la squadra granata ha bisogno di continuità di gioco e di vittorie, per essere definitivamente collocata tra le più importanti squadre del nostro campionato. Il Palermo, invece, ha dimostrato una notevole involuzione di gioco, di autostima e, conseguentemente, di risultati. A questo punto il presidente Zamparini ha mandato in ritiro anticipato la squadra, richiamando Iachini sulla panchina rosanero. Che bel valzer di allenatori ha inscenato Zamparini, che da Zaccheroni a oggi ha preso e ripreso ben 11 allenatori. Il 5 a 2 della Lazio contro un ormai rassegnato Verona, non fa storia, mentre incuriosisce la vittoria per 2 a 1 del Frosinone a Empoli, che mette in evidenza il serio tentativo di salvarsi da parte dei laziali e il momento di stanca di un Empoli che sembra in fase calante. Per il resto, la 25ma giornata di calcio ha segnalato il pareggio di 1 a 1 del Chievo che ha giocato in casa contro il Sassuolo. Poi, la vittoria esterna del Bologna per 1 a 0 in casa dell’Udinese, ha riproposto l’ottimo stato di salute della squadra felsinea, che adesso aspetta la Juventus in casa propria.</span><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><p style="margin: 0cm 0cm 10pt; text-align: justify;"><b style="mso-bidi-font-weight: normal;"><span style='line-height: 115%; font-family: "Times New Roman","serif"; font-size: 12pt;'>Salvino Cavallaro <span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span><span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp;</span></span></b><br><br><font face="Times New Roman" size="3"> </font><br><br>Torinofl0711fl0711pallone8.jpgSiNuno-sguardo-al-campionato-di-calcio-di-serie-a-1013075.htmSi100451001,02,03030433
61012944NewsCampionatiLa prima giornata di Serie A, tra luci e ombre20140901162014Serie A Tim,2014-2015,Milan,Lazio,Roma,Juve,Fiorentina,ChievoIl Milan di Pippo Inzaghi, ci sembra la novità del campionato 2014`15Consumata la prima giornata di Serie A del Campionato 2014’15, riportiamo le prime impressioni che, tuttavia, risentono ancora di pensieri rifugiati sotto l’ombrellone di questa bizzarra estate che ci lascia insoddisfatti sotto il profilo meteorologico. Ma si sa, ogni anno il ritorno dalle vacanze coincide con l’inizio del campionato di calcio. “Meno male” direbbe qualcuno che ama il pallone e le sue vicissitudini. Detto questo, ci sembra giusto rilevare che una squadra su tutte ci ha impressionato: il <a name="nome" target="" classname="link-6" class="link-6" href="/squadre/milan.cfm">Milan</a> di Pippo Inzaghi. Battuta la nuova <a name="nome" target="" classname="link-6" class="link-6" href="/squadre/lazio.cfm">Lazio</a> di Pioli, la squadra rossonera non solo ha vinto ma ha anche convinto. Un 3 a 1 che parla chiaro e mette in guardia coloro i quali all’inizio erano scettici sulle qualità della squadra. Grinta, determinazione, “fame”, voglia di ricominciare, cancellando un recente passato che per certi versi mortifica la lunga e gloriosa storia del diavolo rossonero. Le grandi motivazioni di Pippo Inzaghi sembrano essere le stesse dei suoi giocatori. Emblematico l’abbraccio della squadra con il proprio allenatore dopo aver segnato il gol. Atteggiamenti da non sottovalutare come apparenze, ma che sono rappresentativi di un qualcosa che cambia, di un’aria nuova, diversa, che sembra simile a quella che Conte ha respirato tre anni fa appena aperta la porta della sua Juventus. Vedremo cosa accadrà in seguito. La <a name="nome" target="" classname="link-6" class="link-6" href="/squadre/roma.cfm">Roma</a>, dal canto suo, è sembrata la squadra da battere per la conquista dello scudetto. La facilità con la quale ha superato in casa la rimaneggiata <a name="nome" target="" classname="link-6" class="link-6" href="/squadre/fiorentina.cfm">Fiorentina</a> di Montella, dimostra come la squadra di Garcia giochi ormai un calcio propositivo, di grandi qualità tecniche e con schemi ormai consolidati dall’anno scorso. La <a name="nome" target="" classname="link-6" class="link-6" href="/squadre/juventus.cfm">Juve</a>, invece, pur vincendo fuori casa contro il <a name="nome" target="" classname="link-6" class="link-6" href="/squadre/chievo.cfm">Chievo</a>, deve dimostrare di essere più cinica sotto porta. Il gol di Caceres è stato seguito nel primo tempo da tre traverse, frutto di un’indubbia superiorità territoriale. Nel secondo tempo, invece, ha dimostrato limiti atletici e mancanza di convinzione nel volere chiudere la partita. A tratti abbiamo rivisto la Juve di Conte, non solo nello schema tattico, ma anche in certi meccanismi proposti dagli esterni che hanno rappresentato il successo di tre anni di grandi traguardi. In altri momenti, invece, c’è sembrata una Juve dal gioco più lento, manovrato e ragionato, un qualcosa che sembra più simile alla scuola di Allegri che all’indemoniata foga di Antonio Conte. Anche in questo caso è ancora tutto da verificare. L’Inter di Mazzarri è rimasta all’asciutto di gol, rimediando uno 0 a 0 all’Olimpico contro il Torino, che ha pure sbagliato un rigore con Larrondo. La partita ha evidenziato dei chiaro – scuri sia per quanto riguarda i nerazzurri di Mazzarri che per i granata di Ventura. Più volenterosa di conquistare l’intera posta in palio è sembrato il Toro che, tuttavia, ha bisogno ancora di migliorare certi schemi che da quest’anno sono privi di due giocatori che sono stati determinanti quali, Immobile e Cerci. Il primo è stato sostituito da Quagliarella e il secondo (non proprio come caratteristiche di gioco) da Amauri. Anche l’Inter è sembrata impacciata nel gioco offensivo, essendosi affidata a Icardi come unica punta. Poi, il tardivo ingresso di Osvaldo ha dato una maggiore parvenza di vivacità. Per il resto, in Udine Empoli si è apprezzato il gioco voluto dal nuovo allenatore Stramaccioni e l’efficacia del redivivo Antonio Di Natale che ha firmato i due gol con i quali la sua squadra ha superato gli avversari. Per il resto c’è da annotare la vittoria del Napoli di Benitez a Genova contro i rossoblù di Gasperini. Una partita dai due volti che ha premiato i partenopei, capaci di vincere in zona Cesarini. Gli azzurri hanno bisogno di riprendersi in fretta dopo la scoppola subita in Champions League, ma il reparto difensivo appare come la parte debole di una squadra che sembra avere più di un problema da risolvere. Buona la prima prova in A del Cesena contro il Parma di Donadoni. Una vittoria striminzita di 1 a 0 che sembra valere il doppio per avere surclassato la più titolata avversaria che è sempre alle prese con le bizze di Cassano. L’1 a 1 casalingo del Palermo contro la Sampdoria fa pensare che ci sia qualche problema all’interno della squadra. Un qualcosa che serpeggia nell’aria contro Iachini, che pure è stato l’artefice di una prestigiosa promozione in Serie A. D’altra parte, il carattere vulcanico del presidente Zamparini lascia prevedere un cambio sulla panchina dei rosanero. Si parla, infatti, con insistenza, del ritorno di Eddy Reja. Anche Sassuolo e Cagliari si spartiscono la posta in palio, pareggiando una partita dal gioco propositivo, in cui entrambe le contendenti sembravano voler vincere. Questo è dunque il quadro della prima giornata di calcio di Serie A. Un pallone italiano che si presenta con poche luci e molte ombre. <br>Salvino Cavallaro <br><br>@CLASSIFICA<br><br>C1012936TorinoFL0711FL0711filippo-inzaghi.jpgSiNla-prima-giornata-di-serie-a-tra-luci-e-ombre-1012944.htmSi100451001,02,03,06,07,08,09030559
71012539NewsCampionatiLa marcia di Giuseppe Iachini è stata quasi perfetta20131026101939PalermoLa marcia di Giuseppe Iachini è stata quasi perfettaLa marcia di Giuseppe Iachini è stata quasi perfetta. Tre vittorie ed un pareggio, il miglior cammino in campionato nell'ultimo mese (insieme alla Virtus Lanciano), hanno riportato il Palermo nei piani altissimi della classifica. Ora i rosanero non devono fermarsi: tre punti contro il Varese cementerebbero ancora di più le convinzioni ed il morale di un gruppo che vuole continuare a vincere.<br><br> L'incontro di questo pomeriggio vedrà inoltre di fronte due dei quattro giocatori in testa alla classifica cannonieri. Il Palermo si affida ancora ad Abel Hernandez, che con la doppietta di Siena è salito a quota sette reti. Stesso bottino per Leonardo Pavoletti, "pericolo pubblico" numero uno per la difesa di Iachini.<br><br> Il tecnico di Ascoli Piceno dovrà rinunciare agli squalificati Bolzoni e Morganella: per lo stesso motivo Stefano Sottili dovrà rinunciare, nelle fila biancorosse, a Damonte. Arbitrerà l'incontro Renzo Candussio di Cervignano, calcio d'inizio alle ore 15.00 al "Barbera".<br><br>gp01ctgp01ctgiuseppe+iachini+ac+chievo+verona+v+brescia+hhcc9jszma8l.jpgSiNpalermo-1012539.htmSi-01,02,03010275
81012020NewsCampionatiSerie A, 36 giornata: le probabili formazioni20130508111120serie aLe Probabili FormazioniMercoledì 8 maggio<br><br> PESCARA-MILAN ore 18<br><br> Pescara (4-2-3-1): Perin; Zanon, Capuano, Kroldrup, Balzano; Rizzo, Togni; Celik, Cascione, Sculli; Sforzini<BR>A disp.: Falso, Zauri, Bianchi Arce, Bocchetti, Cosic, Blasi, Bjarnason, Di Francesco, Abbruscato, Caraglio, Mancini. All.: Bucchi<BR>Squalificati: nessuno <BR>Indisponibili: D'Agostino, Modesto, Weiss, Quintero, Caprari, Pelizzoli<br><br> Milan (4-3-3): Abbiati; Abate, Zapata, Mexes, De Sciglio; Flamini, Muntari, Nocerino; Niang, Balotelli, Robinho<BR>A disp.: Gabriel, Amelia, Yepes, Constant, Salamon, Ambrosini, Zaccardo, Traoré, Cristante, Pazzini, El Shaarawy. All.: Allegri<BR>Squalificati: Boateng (1)<BR>Indisponibili: De Jong, Bojan, Montolivo, Antonini, Bonera<br><br> ATALANTA-JUVENTUS ore 20.45<br><br> Atalanta (4-4-2): Consigli; Raimondi, Stendardo, Canini, Del Grosso; Carmona, Cigarini, Biondini, Bonaventura; Moralez, Denis<BR>A disp.: Polito, Frezzolini, Ferri, Lucchini, Bellini, Contini, Brivio, Radovanovic, Scaloni, Giorgi, De Luca, Parra. All.: Colantuono<BR>Squalificati: nessuno<BR>Indisponibili: Troisi, Budan, Cazzola, Marilungo, Brienza, Lucchini<br><br> Juventus (3-5-2): Storari; Caceres, Bonucci, Chiellini; Padoin, Giaccherini, Pirlo, Marchisio, De Ceglie; Matri, Quagliarella<BR>A disp: Rubinho, Branescu, Marrone, Peluso, Lichtsteiner, Isla, Vidal, Vucinic, Giovinco, Anelka. All.: Conte<BR>Squalificati: Pogba (3)<BR>Indisponibili: Pepe, Asamoah, Buffon, Bendtner, Barzagli<br><br> &nbsp;<br><br> BOLOGNA-NAPOLI ore 20.45<br><br> Bologna (4-2-3-1): Stojanovic; Motta, Sorensen, Antonsson, Abero; Perez, Taider; Kone, Diamanti, Christodoulopoulos; Gilardino<BR>A disp.: Agliardi, Naldo, De Carvalho, Krhin, Natali, Morleo, Garics, Pazienza, Riverola, Pasquato, Gabbiadini, Moscardelli. All.: Pioli<BR>Squalifica: Guarente (1) <BR>Indisponibili: Cherubin, Curci<br><br> Napoli (3-4-1-2): De Sanctis; Gamberini, Cannavaro, Britos; Maggio, Behrami, Dzemaili, Zuniga; Hamsik; Cavani, Pandev<BR>A disp.: Rosati, Colombo, Grava, Rolando, Mesto, Inler, Donadel, Armero, El Kaddouri, Calaiò, Insigne. All.: Mazzarri<BR>Squalifica: nessuno<BR>Indisponibili: Campagnaro<br><br> CAGLIARI-PARMA<br><br> Cagliari (4-3-2-1): Agazzi; Perico, Rossettini, Astori, Murru; Dessena, Conti, Ekdal; Nainggolan; T. Ribeiro, Sau<BR>A disp.: Avramov, Anedda, Avelar, Ariaudo, Eriksson, Cossu, Ibarbo, Casarini, Loi, Nenè. All.: Pulga-Lopez<BR>Squalificati: Pinilla (1) <BR>Indisponibili: Cabrera, Pisano<br><br> Parma (3-5-2): Mirante; Benalouane, Paletta, Coda; Rosi, Parolo, Valdes, Ampuero, Gobbi; Biabiany, Amauri <BR>A disp.: Pavarini, Santacroce, MacEachen, Morrone, Palladino, Strasser, Marchionni, Ninis, Galloppa, Palladino, Belfodil, Boniperti. All.: Donadoni<BR>Squalificati: Lucarelli (1)<BR>Indisponibili: Mariga, Sansone, Mesbah<br><br> INTER-LAZIO ore 20.45<br><br> Inter (4-3-1-2): Handanovic; Jonathan, Ranocchia, Juan Jesus, Pereira; Kuzmanovic, Kovacic, Cambiasso; Guarin; Alvarez, Rocchi<BR>A disp.: Carrizo, Belec, Chivu, Pasa, Ferrara, Spendlhofer, Benassi, Schelotto, Garritano, Forte, Colombi. All.: Stramaccioni Squalificati: nessuno<BR>Indisponibili: Obi, Mudingayi, Milito, Castellazzi, Stankovic, Palacio, Mbaye, Gargano, Samuel, Silvestre, Zanetti, Cassano, Nagatomo<br><br> Lazio (4-4-2): Marchetti; Konko, Biava, Dias, Radu; Candreva, Gonzalez, Hernanes, Lulic; Klose, Floccari<BR>A disp.: Bizzarri, Guerrieri, Ciani, Onazi, Cana, Pereirinha, Stankevicius, Kozak, Ledesma, Rozzi, Saha. All.: Petkovic<BR>Squalificati: nessuno<BR>Indisponibili: Ederson, Brocchi, Mauri<br><br> PALERMO-UDINESE ore 20.45<br><br> Palermo (3-5-2): Sorrentino; Muñoz, Von Bergen, Aronica; Morganella, Barreto, Rios, Kurtic, Garcia; Ilicic, Miccoli<BR>A disp.: Benussi, Brichetto, Mantovani, Anselmo, Faurlin, Viola, Nelson, Dossena, Fabbrini, Hernandez, Formica, Sperduti, Boselli, Dybala. All.: Sannino<BR>Squalificati: Donati (1)<BR>Indisponibili: nessuno<br><br> Udinese (3-4-2-1): Brkic; Benatia, Angella, Hertaux; Basta, Pereyra, Allan, Badu, G. Silva; Zielinski; Muriel.<BR>A disp.: Padelli, Pawlowski, Ranegie, Siku, Merkel, Pasquale, Faraoni, Maicosuel, Di Natale, Campos Toro, Rodriguez. All.: Guidolin<BR>Squalificati: Danilo (1), Domizzi (1), Pinzi (1)<BR>Indisponibili: Lazzari<br><br> &nbsp;<br><br> SAMPDORIA-CATANIA ore 20.45<br><br> Sampdoria (3-5-2): Romero; Mustafi, Palombo, Gastaldello; De Silvestri, Munari, Obiang, Poli, Pulsen; Sansone, Eder<BR>A disp.: Da Costa, Berni, Castellini, Savic, Renan, Rossini, Berardi, Estigarribia, Icardi, Maresca, Rodriguez, Maxi Lopez. All.: Rossi<BR>Squalificati: nessuno<BR>Indisponibili: Krsticic, Costa<br><br> Catania (4-3-3): Frison; Potenza, Legrottaglie, Spolli, Marchese; Izco, Lodi, Almiron; Barrientos, Bergessio, Gomez<BR>A disp.: Terracciano, Messina, Augustyn, Ricchiuti, Cani, Rolin, Biagianti, Castro, Salifu, Keko, Doukara. All.: Maran<BR>Squalificati: Andujar (1)<BR>Indisponibili: Sciacca, Alvarez, Capuano<br><br> SIENA-FIORENTINA ore 20.45<br><br> Siena (3-4-2-1): Pegolo; Terzi, Paci, Texeira; Angelo, Della Rocca, Vergassola, Rubin; Rosina, Sestu; Emeghara<BR>A disp.: Farelli, Grillo, Terlizzi, Verre, Bolzoni, Calello, Pozzi, Agra, Valiani, Reginaldo, Paolucci, Bogdani. All.: Iachini<BR>Squalificati: Vitiello (10/5/2013), Felipe (1)<BR>Indisponibili: Matheu<br><br> Fiorentina (3-5-2): Viviano; Savic, Rodriguez, Compper; Cuadrado, Migliaccio, Pizarro, B. Valero, Pasqual; Jovetic, Larrondo<BR>A disp.: Neto, Lupatelli, Hegazy, Llama, Roncaglia, Mati Fernandez, Romulo, Wolski, Toni, El Hamdaoui, Rossi. All.: Montella<BR>Squalificati: Ljajic (2), Tomovic (1)<BR>Indisponibili: Camporese, Aquilani, Sissoko<br><br> &nbsp;<br><br> TORINO-GENOA ore 20.45<br><br> Torino (4-2-4): Gillet; Darmian, Glik, Ogbonna, Masiello; Brighi, Gazzi; Cerci, Barreto, Bianchi, Santana<BR>A disp.: Coppola, Rodriguez, Darmian, D'Ambrosio, Vives, Bakic, Menga, Di Cesare, Birsa, Basha, Jonathas, Meggiorini. All.: Ventura<BR>Squalificati: nessuno<BR>Indisponibili: Stevanovic<br><br> Genoa (3-5-1-1): Frey; Granqvist, Portanova, Manfredini; Cassani, Kucka, Matuzalem, Vargas, Moretti; Bertolacci; Borriello<BR>A disp.: Tzorvas, Donnarumma, Antonelli, Bovo, Floro Flores, Nadarevic, Pisano, Rigoni, Jankovic, Immobile, Jorquera, Tozser. All.: Ballardini<BR>Squalificati: nessuno<BR>Indisponibili: Olivera, Rossi, Ferronetti<br><br> &nbsp;<br><br> &nbsp;<br><br>C1007650adm001adm001elsha420.jpgSiNserie-a-trentaseiesima-giornata-le-probabili-formazioni-1012020.htmSi100075701,02,03,06,07,08,09030351
91011976NewsCampionatiSerie A, 34a giornata: le probabili formazioni20130428111751serie aSerie A Probabili FormazioniDomenica 28 aprile<BR><BR>CHIEVO-GENOA ore 15:00<BR><BR>Chievo (3-5-2): Puggioni; Andreolli, Dainelli, Jokic; Sardo, Guana, L. Rigoni, Hetemaj, Dramé; Paloschi, Thereau<BR>A disp.: Squizzi, Ujkani, Sampirisi, Farkas, Vacek, Papp, Luciano, Seymour, Cofie, Stoian, Hauche, Samassa. All.: Corini<BR>Squalificati: Cesar (1), Frey (1)<BR>Indisponibili: Spyropoulos, Pellissier, Acerbi<BR><BR>Genoa (3-5-2): Frey; Granqvist, Manfredini, Moretti; Pisano, M. Rigoni, Matuzalem, Antonelli, Vargas; Floro Flores, Borriello<BR>A disp.: Tzorvas, Donnarumma, Cassani, Bovo, Ferronetti, Nadarevic, Immobile, Jankovic, Jorquera, Bertolacci, Tozser. All.: Ballardini<BR>Squalificati: Portanova (1)<BR>Indisponibili: Rossi, Oliveira, Kucka<BR><BR><BR>PALERMO-INTER ore 15:00<BR><BR>Palermo (3-5-2): Sorrentino; Von Bergen, Donati, Aronica; Morganella, Barreto, Rios, Kurtic, Garcia; Ilicic, Miccoli<BR>A disp.: Benussi, Brichetto, Munoz, Nelson, Anselmo, Faurlin, Viola, Fabbrini, Formica, Hernandez, Boselli, Dybala, Sperduti. All.: Sannino<BR>Squalificati: Dossena (1)<BR>Indisponibili: Mantovani<BR><BR>Inter (3-5-2): Handanovic; Ranocchia, Silvestre, Juan Jesus; Jonathan, Zanetti, Kovacic, Kuzmanovic, Pereira; Alvarez, Rocchi<BR>A disp.: Carrizo, Belec, Chivu, Pasa, Ferrara, Schelotto, Benassi, Garritano, Forte. All.: Stramaccioni<BR>Squalificati: nessuno<BR>Indisponibili: Obi, Mudingayi, Milito, Castellazzi, Nagatomo, Stankovic, Palacio, Cassano, Mbaye, Gargano, Cambiasso, Guarin, Samuel<BR><BR>&nbsp;<BR><BR>&nbsp;<BR><BR>PARMA-LAZIO ore 15:00<BR><BR>Parma (4-3-3): Mirante; Rosi, Coda, Paletta, Gobbi; Marchionni, Valdes, Parolo; Biabiany, Amauri, Sansone<BR>A disp.: Bajza, Pavarini, Mesbah, Lucarelli, Benalouane, Strasser, Santacroce, Belfodil, Morrone, Ampuero, Palladino, Ninis, Galloppa, Boniperti. All.: Donadoni<BR>Squalificati: nessuno<BR>Indisponibili: Mariga, MacEachen<BR><BR>Lazio (4-5-1): Marchetti; Konko, Biava, Dias, Radu; Candreva, Onazi, Ledesma, Hernanes, Mauri; Klose<BR>A disp.: Bizzarri, Scarfagna, Cana, Ciana, Crecco, Stankevicius, Pereirinha, Ederson, Rozzi, Floccari, Kozak, Saha. All.: Petkovic <BR>Squalificati: Gonzalez (1)<BR>Indisponibili: Lulic, Brocchi<BR><BR>&nbsp;<BR><BR>&nbsp;<BR><BR>ROMA-SIENA ore 15:00<BR><BR>Roma (4-2-3-1): Stekelenburg; Piris, Burdisso, Castan, Balzaretti; Pjanic, De Rossi; Lamela, Florenzi, Totti; Osvaldo.<BR>A disp.: Goicoechea, Lobont, Romagnoli, Tachtsidis, Torosidis, Taddei, Perrotta, Bradley, Lucca, Lopez. All.: Andreazzoli<BR>Squalificati: Destro (1), Guberti (fino ad agosto 2015)<BR>Indisponibili:&nbsp; Marquinhos, Dodò<BR><BR>Siena (3-4-2-1): Pegolo; Terzi, Paci, Felipe; Angelo, Vergassola, Della Rocca, Rubin; Rosina, Agra; Emeghara<BR>A disp.: Farelli, Marini, Grillo, Terlizzi, Teixeira, Bolzoni, Calello, Mannini, Valiani, Verre, Reginaldo, Paolucci, Bogdani. All.: Iachini<BR>Squalificati: Vitiello (fino al 10/05/2013)<BR>Indisponibili: Matheu, Sestu, Pozzi<BR><BR><BR>SAMPDORIA-FIORENTINA ore 15:00<BR><BR>Sampdoria (3-5-2): Romero; Gastaldello, Palombo, Berardi; De Silvestri, Munari, Obiang, Poli, Estigarribia; Sansone, Maxi Lopez. <BR>A disp.: Da Costa, Berni, Castellini, Mustafi, Renan, Rossini, Poulsen, Eder, Soriano, Maresca, Rodriguez, Icardi. All.: Rossi<BR>Squalificati: nessuno <BR>Indisponibili: Gavazzi, Costa, Krsticic<BR><BR>Fiorentina (4-3-3): Viviano; Tomovic, Rodriguez, Savic, Pasqual; Aquilani, Pizarro, Borja Valero; Cuadrado, Jovetic, Ljajic<BR>A disp.: Neto, Lupatelli, Compper, Romulo, Mati Fernandez, Sissoko, Wolski, Migliaccio, Larrondo, Toni, El Hamdaoui. All.: Montella<BR>Squalificati: nessuno<BR>Indisponibili: Hegazi, Rossi, Camporese, Llama, Roncaglia<BR><BR>&nbsp;<BR><BR>&nbsp;<BR><BR>TORINO-JUVENTUS ore 15:00<BR><BR>Torino (4-2-4): Gillet; D'Ambrosio, Glik, Ogbonna, Masiello; Basha, Gazzi; Cerci, Bianchi, Barreto, Santana<BR>A disp.: Coppola, Di Cesare, Caceres, Rodriguez, Bakic, Menga, Brighi, Birsa, Jonathas, Meggiorini. All.: Ventura<BR>Squalificati: Vives (1), Darmian (1) Brighi<BR>Indisponibili: Diop<BR><BR>Juventus (3-5-1-1): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Vidal, Pirlo, Pogba, Asamoah; Marchisio; Vucinic<BR>A disp.: Storari, Rubinho, Caceres, Peluso, Marrone, De Ceglie, Isla, Giaccherini, Matri, Giovinco, Quagliarella, Bendtner. All.: Conte<BR>Squalificati: nessuno<BR>Indisponibili: Pepe<BR><BR>&nbsp;<BR><BR>&nbsp;<BR><BR><BR>MILAN-CATANIA ore 20:45<BR><BR>Milan (4-3-3): Amelia; Abate, Bonera, Mexes, De Sciglio; Flamini, Montolivo, Nocerino; Boateng, Balotelli, El Shaarawy<BR>A disp.: Gabriel, Petkovic, Constant, Yepes, Antonini, Zaccardo, Muntari, Traoré, Pazzini, Niang, Robinho. All.: Allegri<BR>Squalificati: Zapata (1) Petkovic<BR>Indisponibili: De Jong, Ambrosini, Abbiati, Bojan<BR><BR>Catania (4-2-3-1): Frison; Izco, Legrottaglie, Rolin, Marchese; Lodi, Almiron; Barrientos, Castro, Gomez; Bergessio<BR>A disp.: Messina, Terracciano, Cabalceta, Potenza, Augustyn, Capuano, Ricchiuti, Biagianti, Salifu, Keko, Cani, Doukara. All.: Maran<BR>Squalificati: Andujar (3), Bellusci (3), Spolli (1)<BR>Indisponibili: Sciacca, Terracciano, Alvarez<BR><BR>&nbsp;<BR><BR>&nbsp;<BR><BR>&nbsp;<BR><BR>&nbsp;<BR><BR>&nbsp;<BR><BR>&nbsp;<BR><BR>&nbsp;<BR><BR>&nbsp;<BR><BR>&nbsp;<BR><BR>&nbsp;<BR><BR>&nbsp;<BR><BR>&nbsp;<BR><BR>&nbsp;<BR><BR>&nbsp;<BR><BR>C1007650adm001adm001barrientos500.jpgSiNserie-a-trentaquattresima-giornata-le-probabili-formazioni-1011976.htmSi100075501,02,03,06,07,09030367
101011726NewsCampionatiSerie A, successi fondamentali per Siena e Fiorentina20130414013648serie aSerie A Pescara (4-2-3-1): Pelizzoli; Zanon, Kroldrup, Capuano, Modesto (31' st Bianchi Arce); D'Agostino (37' st Celik ), Togni; Sculli, Cascione, Caprari (40' st Abbruscato); Sforzini. A disp.: Perin, Blasi, Caraglio, Bocchetti. All.: Bucchi<br><br> Siena (3-4-2-1): Pegolo; Terzi, Paci, Felipe; Angelo, Vergassola, Della Rocca, Rubin; Rosina (22' st Agra), Sestu (28' st Pozzi); Emeghara. A disp.: Farelli, Marini, Belmonte, Jorge Texeira, Uvini, Calello, Valiani, Reginaldo, Bogdani. All.: Iachini<br><br> Arbitro: Rizzoli<br><br> Marcatori: 14' Angelo (S), 33' aut. Zanon (P), 7' st Celik (P), 14' st Togni (P), 41' st Emeghara (S)<br><br> Ammoniti: Sculli, Togni (P), Terzi, Felipe (S)<br><br> &nbsp;<br><br> Atalanta (4-4-2): Consigli; Scaloni, Stendardo, Lucchini, Del Grosso; Brienza (3' st Giorgi), Radovanovic, Biondini, Bonaventura; Livaja (30' st Parra), Denis. A disp. Polito, Frezzolini, Troisi, Moralez, Canini, Contini, Brivio,F erri, De Luca, Palma. All. Colantuono<br><br> Fiorentina (3-5-2): Viviano; Roncaglia, Rodriguez, Compper; Pasqual, Sissoko (27' st Migliaccio), Pizarro, Borja Valero, Aquilani (12' st Ljajic); Cuadrado, El Hamadoui (12' st Larrondo). A disp. Neto, Lupatelli, Llama, Bernardeschi, Romulo. All. Montella<br><br> Arbitro: Russo<br><br> Marcatori: 16' st Pizarro (Rig), 27' st Larrondo<br><br> Ammoniti: Sissoko, Pasqual, Larrondo (F); Stendardo, Livaja, Bonaventura (A)<br><br> Espulsi: Denis (A)<br><br>C1007650adm001adm001fiorentina.jpgSiNserie-a-successi-fondamentali-per-siena-e-fiorentina-1011726.htmSiT1000010,T1000024,T1000025,T1000095100075501,02,03030608
111011363NewsCampionatiSerie A, 30a giornata: le probabili formazioni20130330051116serie aSerie A Probabili formazioniATALANTA-SAMPDORIA ore 15<BR><BR>Atalanta (4-4-1-1): Consigli; Raimondi, Stendardo, Lucchini, Del Grosso; Giorgi, Cigarini, Biondini, Bonaventura; Moralez; Denis.<BR>A disp.: Frezzolini, Radovanovic, Ferri, Cazzola, Canini, Carmona, Brivio, Parra, Brienza, Livaja, De Luca. All.: Colantuono.<BR>Squalificati: Polito (fino al 5 aprile)<BR>Indisponibili: Bellini, Budan, Capelli, Marilungo, Scaloni<BR><BR>Sampdoria (3-5-2): Romero; Gastaldello, Palombo, Rossini; De Silvestri, Obiang, Krsticic, Poli, Estigarribia; Eder, Icardi.<BR>A disp.: Da Costa, Berardi, Castellini, Mustafi, Rodriguez, Maresca, Renan, Poulsen, Munari, Soriano, Sansone, Maxi Lopez. All.: Rossi.<BR>Squalificati: nessuno<BR>Indisponibili: Costa<BR><BR><BR>CAGLIARI-FIORENTINA ore 15<BR><BR>Cagliari (4-3-1-2): Agazzi; Pisano, Rossettini, Astori, Avelar; Ekdal, Conti, Nainggolan; Cossu; Ibarbo, Sau.<BR>A disp.: Avramov, Perico, Casarini, Murru, Cabrera, Eriksson, Dessena, Pinilla, Thiago Ribeiro. All.: Lopez-Pulga.<BR>Squalificati: Nenè (1)<BR>Indisponibili: nessuno<BR><BR>Fiorentina (4-3-3): Viviano; Tomovic, Rodriguez, Savic, Pasqual; Aquilani, PIzarro, Migliaccio; Cuadrado, Jovetic, Ljajic.<BR>A disp.: Neto, Lupatelli, Roncaglia, Sissoko, Mati Fernandez, Llama, Wolski, Llama, Toni, Compper, El Hamdaoui. All.: Montella.<BR>Squalificati: Borja Valero (1)<BR>Indisponibili: Camporese, Rossi, Hegazi<BR><BR><BR>GENOA-SIENA ore 15<BR><BR>Genoa (3-5-1-1): Frey; Granqvist, Portanova, Manfredini; Pisano, Kucka, Matuzalem, Antonelli, Moretti; Jorquera; Borriello.<BR>A disp.: Tzorvas,Donnarumma, Cassani, Ferronetti, Bovo, Oliveira, Rossi, Rigoni, Jankovic, Immobile. All.: Ballardini.<BR>Squalificati: Bertolacci (1)<BR>Indisponibili: Vargas, Floro Flores<BR><BR>Siena (3-4-2-1): Pegolo; Teixeira, Terlizzi, Felipe; Angelo, Vergassola, Della Rocca, Rubin; Rosina, Sestu; Emeghara.<BR>A disp.: Farelli, Uvini, Paci, Calello, Valiani, Verre, Bolzoni, Reginaldo, Agra, Paolucci, Bogdani. All.: Iachini.<BR>Squalificati: Vitiello fino al 10/5<BR>Indisponibili: Pozzi<BR><BR><BR>INTER-JUVENTUS ore 15<BR><BR>Inter (3-4-1-2): Handanovic; Ranocchia, Samuel, Chivu; Zanetti, Gargano, Kovacic, Cambiasso; Guarin; Cassano, Palacio.<BR>A disp.: Carrizo, Belec, Pereira, Nagatomo, Belloni, Jonathan, Kuzmanovic, Schelotto, Stankovic, Alvarez, Pasa, Benassi, Rocchi. All.: Stramaccioni.<BR>Squalificati: Juan Jesus (1)<BR>Indisponibili: Milito, Obi, Mudingayi, Silvestre, Castellazzi<BR><BR>Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Marrone; Lichtsteiner, Vidal, Pirlo, Marchisio, Asamoah; Matri, Quagliarella.<BR>A disp.: Storari, Rubinho, Padoin, Chiellini, De Ceglie, Isla, Pogba, Peluso, Giaccherini, Anelka, Vucinic, Giovinco. All.: Conte.<BR>Squalificati: nessuno<BR>Indisponibili: Caceres, Bendtner, Pepe<BR><BR><BR>LAZIO-CATANIA ore 15<BR><BR>Lazio (4-4-1-1): Marchetti; Pereirinha, Cana, Radu, Lulic; Candreva, Onazi, Ledesma, Hernanes; Ederson; Kozak.<BR>A disp.: Bizzarri, Scarfagna, Gonzalez, Strakosha, Cataldi, Saha, Rozzi, Klose. All.: Petkovic<BR>Squalificati: Ciani (1)<BR>Indisponibili: Stankevicius, Konko, Dias, Brocchi, Biava, Floccari, Mauri<BR><BR>Catania (4-3-3): Andujar; Alvarez, Legrottaglie, Bellusci, Marchese; Izco, Lodi, Almiron; Barrientos, Bergessio, Gomez.<BR>A disp.: Frison, Terracciano, Rolin, Ricchiuti, Salifu, Castro, Cani, Biagianti, Keko, Doukara, Petkovic. All.: Maran<BR>Squalificati: Spolli (1), Potenza (1)<BR>Indisponibili: Augustyn, Capuano, Sciacca<BR><BR>PALERMO-ROMA ore 15<BR><BR>Palermo (3-5-2): Sorrentino; Munoz, Von Bergen, Garcia; Morganella, Barreto, Donati, Kurtic, Dossena; Ilicic, Boselli.<BR>A disp.: Benussi, Brichetto, Aronica, Nelson, Anselmo, Faurlin, Rios, Viola, Formica, Fabbrini, Miccoli, Dybala. All.: Sannino.<BR>Squalificati: nessuno<BR>Indisponibili: Hernandez, Mantovani<BR><BR>Roma (3-4-2-1): Stekelenburg; Piris, Burdisso, Castan; Torosidis, De Rossi, Tachtsidis, Marquinho; Lamela, Florenzi; Totti<BR>A disp.: Goicoechea, Lobont, Taddei, Balzaretti, Bradley, Lucca, Perrotta, Lopez, Osvaldo, Destro. All.: Andreazzoli<BR>Squalificati: Guberti (fino ad agosto 2015)<BR>Indisponibili: Pjanic, Marquinhos, Dodò, Romagnoli<BR><BR>PARMA-PESCARA ore 15<BR><BR>Parma (4-3-3): Mirante; Benalouane, Paletta, Lucarelli, Rosi; Marchionni, Parolo, Gobbi; Biabiany, Amauri, Sansone.<BR>A disp.: Pavarini, MacEachen, Morrone, Galloppa, Belfodil, Strasser, Cerri, Ampuero, Boniperti, Ninis. All.: Donadoni<BR>Squalificati: Valdes (1)<BR>Indisponibili: Coda, Mariga, Santacroce, Mesbah, Palladino<BR><BR>Pescara (4-3-3): Pelizzoli; Zauri, Bianchi Arce, Bocchetti, Modesto; Blasi, D'Agostino, Cascione; Sculli, Sforzini, Celik.<BR>A disp.: Falso, Cosic, Kroldrup, Bjarnason, Caraglio, Quintero, Abbruscato, Zanon, Caprari, Vukusic. All.: Bucchi<BR>Squalificati: nessuno<BR>Indisponibili: Perin, Weiss, Capuano, Balzano, Rizzo, Togni<BR><BR>UDINESE-BOLOGNA ore 15<BR><BR>Udinese (3-5-1-1): Brkic; Benatia, Danilo, Domizzi; Basta, Badu, Allan, Campos Toro, Gabriel Silva; Maicosuel; Di Natale.<BR>A disp.: Padelli, Pawlowski, Angella, Heurtaux, Faraoni, Pasquale, Lazzari, Muriel, Pereyra, Zielinski, Ranegie. All.: Guidolin.<BR>Squalificati: nessuno<BR>Indisponibili: Pinzi<BR><BR>Bologna (4-3-1-2): Curci; Garics, Antonsson, Cherubin, Morleo; Kone, Khrin, Taider; Christodolopoulos; Gabbiadini; Gilardino.<BR>A disp.: Agliardi, Stojanovic, Naldo, Carvalho, Sorensen, Motta, Pazienza, Guarente, Abero, Pasquato, Moscardelli. All.: Pioli<BR>Squalificati: Diamanti (1)<BR>Indisponibili: Perez<BR><BR>CHIEVO-MILAN ore 18.30<BR><BR>Chievo (5-3-2): Puggioni; Frey, Andreolli, Dainelli, Acerbi, Dramè; Guana, Rigoni, Cofie; Thereau, Paloschi.<BR>A disp.: Ujkani, Sampirisi, Squizzi, Cesar. Seymour, Luciano, Hetemaj, Papp, Jokic, Stoian, Pellissier, Hauche. All.: Corini<BR>Squalificati: nessuno<BR>Indisponibili: Sardo, Spyropoulos, Samassa<BR><BR>Milan (4-3-3): Abbiati; Abate, Mexes, Yepes, De Sciglio; Flamini, Montolivo, Muntari; Niang, Balotelli, El Shaarawy.<BR>A disp.: Amelia, Bonera, Antonini, Constant, Zaccardo, Ambrosini, Traorè, Nocerino, Bojan, Robinho. All.: Allegri.<BR>Squalificati: nessuno<BR>Indisponibili: De Jong, Pazzini, Zapata, Boateng<BR><BR>TORINO-NAPOLI ore 21<BR><BR>Torino (4-2-4): Gillet; Darmian, Glik, Rodriguez, D'Ambrosio; Vives, Gazzi; Cerci, Meggiorini, Barreto, Santana.<BR>A disp.: Coppola, S.Masiello, Di Cesare, Ogbonna, Bakic, Caceres, Menga, Basha, Jonathas, Stevanovic, Bianchi, Diop. All.: Ventura<BR>Squalificati: nessuno<BR>Indisponibili: Brighi, Birsa<BR><BR>Napoli (3-4-1-2): De Sanctis; Campagnaro, Cannavaro, Britos; Maggio, Behrami, Dzemaili, Zuniga; Hamsik; Pandev, Cavani.<BR>A disp.: Rosati, Grava, Gamberini, Mesto, Donadel, Rolando, Armero, Inler, El Kaddouri, Insigne, Calaiò. All.: Mazzarri<BR>Squalificati: nessuno<BR>Indisponibili: nessuno<BR><BR>&nbsp;<BR><BR>&nbsp;<BR><BR>&nbsp;<BR><BR><BR>&nbsp;<BR><BR>C1007650adm001adm001juventus-inter-immagini-della-partita-54.jpgSiNserie-a-trentesima-giornata-le-probabili-formazioni-1011363.htmSi100075501,02,03,06,07,08,09010718
121010871NewsCampionatiSiena, Iachini: «Vogliamo salvarci»20130312160739siena, iachiniIntervistato da `Sky Sport` Intervistato da 'Sky Sport' l'allenatore del Siena Iachini ha parlato di Barcellona-Milan: "Ci auguriamo tutti che il Milan superi il turno, è una grande soddisfazione per le italiane. Sapevo che all'andata avrebbero fatto una grande gara, stanno attraversando un ottimo momento. il Barca ha una stagione un po' particolare sul piano della guida tecnica".<br><br>SIENA - "La vicenda della banca è pesante per tutta la città e anche per noi. Noi cerchiamo di rispondere positivamente attraverso il lavoro. Ci auguriamo che il nostro comportamento possa essere un input per tutta la città".<br><br>SALVEZZA - "A Palermo è stato un bel mattone messo a una rincorsa che stiamo cercando di portare avanti dopo mesi di lavoro e dopo un mercato difficile in cui abbiamo dovuto vendere tanto, comprando giocatori interessanti. Il tentativo è quello di risalire la classifica, ci crediamo".<br><br>C1007650adm001adm001giuseppe+iachini+ac+chievo+verona+v+brescia+hhcc9jszma8l.jpgSiNsiena-iachini-vogliamo-salvarci-1010871.htmNoT1000025100075701,02,03030132
131010721NewsCampionatiIl punto del lunedì sulla serie A: la Juventus ad un passo dallo scudetto, Milan a valanga e rimontone Inter20130304161057serie aSerie A<p class="MsoNormal" style="margin: 0cm 0cm 10pt; mso-pagination: none; mso-layout-grid-align: none;"><span lang="it" style="mso-ascii-font-family: Calibri; mso-hansi-font-family: Calibri; mso-bidi-font-family: Calibri; mso-ansi-language: #0010;"><font size="3"><font face="Calibri">La 27' giornata di serie A avvicina la Juventus alla conquista dello scudetto;i tifosi della vecchia Signora possono fare tutti gli scongiuri del caso ma i bianconeri frenano la rincorsa del Napoli, a cui il pareggio nello scontro diretto serve a poco. Continua invece la corsa al terzo posto del Milan, implacabile contro una Lazio ben lontana dalla forma migliore. L' Inter è corsara a Catania, dove riesce a compiere la rimonta perfetta e a conquistare i tre punti. In coda, il destino per Palermo, Siena e Pescara sembra già scritto e la serie Bwin è sempre più vicina. A nulla serve infatti il pari per i siciliani in casa del Torino, mentre le sconfitte interne delle altre due, rispettivamente contro Atalanta e Udinese, pregiudicano una situazione di classifica già deficitaria. Prima dei riassunti delle singole partite, in evidenza i TOP/FLOP della giornata. <!--?xml:namespace prefix = o ns = "urn:schemas-microsoft-com:office:office" /--><o:p></o:p></font></font></span><br><br> <p class="MsoNormal" style="margin: 0cm 0cm 10pt; mso-pagination: none; mso-layout-grid-align: none;"><span lang="it" style="mso-ascii-font-family: Calibri; mso-hansi-font-family: Calibri; mso-bidi-font-family: Calibri; mso-ansi-language: #0010;"><font size="3"><font face="Calibri">TOP: Diamanti(Bologna)- trascina il Bologna alla vittoria contro l'ostica squadra del Cagliari. Il gol del trequartista ex West Ham e Brescia è un pezzo di bravura non da poco. Regala assist ai compagni e il mancino è sempre caldo. Dio in terra!<o:p></o:p></font></font></span><br><br> <p class="MsoNormal" style="margin: 0cm 0cm 10pt; mso-pagination: none; mso-layout-grid-align: none;"><span lang="it" style="mso-ascii-font-family: Calibri; mso-hansi-font-family: Calibri; mso-bidi-font-family: Calibri; mso-ansi-language: #0010;"><font size="3"><font face="Calibri">FLOP: Candreva(Lazio)- una bella partita la sua (siamo naturalemente ironici), durata appena 15 minuti, nei quali si distingue per un intervento scellerato al limite dell'area su El Shaarawy: le conseguenze sono, nell'ordine, rosso diretto al centrocampista laziale, uomo in meno che si fa sentire e biancocelesti che rischiano il tracollo in quel di San Siro. Autolesionista!<o:p></o:p></font></font></span><br><br> <p class="MsoNormal" style="margin: 0cm 0cm 10pt; mso-pagination: none; mso-layout-grid-align: none;"><span lang="it" style="mso-ascii-font-family: Calibri; mso-hansi-font-family: Calibri; mso-bidi-font-family: Calibri; mso-ansi-language: #0010;"><font size="3"><font face="Calibri">NAPOLI-JUVENTUS 1-1:<span style="mso-spacerun: yes;">&nbsp; </span>il match decisivo per lo scudetto va in scena in un San Paolo stracolmo e sognante. L'idillo viene però stroncato dopo appena dieci minuti, quando un cross di Pirlo pesca Chiellini in area, che dopo aver anticipato Britos, insacca di testa alle spalle di De Sanctis. Per il resto, il primo tempo è storia vecchia, i bianconeri continuano a presentare clamorose lacune in attacco, dove Vucinic spreca l'impossibile. E cosi' Inler prende l'ultimo treno per il pareggio, al termine della prima frazione, con un tiro deviato da Bonucci direttamente sotto l'incrocio dei pali. La ripresa è tutta partenopea ma Hamsik e ancora Inler trovano sulla loro strada un super Buffon. <o:p></o:p></font></font></span><br><br> <p class="MsoNormal" style="margin: 0cm 0cm 10pt; mso-pagination: none; mso-layout-grid-align: none;"><span lang="it" style="mso-ascii-font-family: Calibri; mso-hansi-font-family: Calibri; mso-bidi-font-family: Calibri; mso-ansi-language: #0010;"><font size="3"><font face="Calibri">MILAN-LAZIO 3-0: la partita clou per il terzo posto resta aperta appena 15 minuti, ovvero prima che Candreva si faccia espellere per un fallaccio su El Shaarawy. L'uomo in più è oro colato per i ragazzi di Allegri che schiacciano la Lazio nella propria metà campo e passano in vantaggio con Pazzini al 40', per raddoppiare poco dopo con Boateng. E' ancora il Pazzo a chiudere i discorsi nella ripresa (minuto numero 60). Lazio sostanzialmente assente ingiustificata.<o:p></o:p></font></font></span><br><br> <p class="MsoNormal" style="margin: 0cm 0cm 10pt; mso-pagination: none; mso-layout-grid-align: none;"><span lang="it" style="mso-ascii-font-family: Calibri; mso-hansi-font-family: Calibri; mso-bidi-font-family: Calibri; mso-ansi-language: #0010;"><font size="3"><font face="Calibri">TORINO-PALERMO 0-0: poche emozioni in questo scontro-salvezza, con il Torino più pericoloso degli ospiti, ma che alla fine si accontenta del pari. Per il Palermo la situazione è davvero drammatica: classifica più che precaria cui si somma la mancanza di gioco e di condizione.<o:p></o:p></font></font></span><br><br> <p class="MsoNormal" style="margin: 0cm 0cm 10pt; mso-pagination: none; mso-layout-grid-align: none;"><span lang="it" style="mso-ascii-font-family: Calibri; mso-hansi-font-family: Calibri; mso-bidi-font-family: Calibri; mso-ansi-language: #0010;"><font size="3"><font face="Calibri">BOLOGNA-CAGLIARI 3-0: nella giornata del ricordo di Lucio Dalla, il Bologna incassa probabilmente i 3 punti che vogliono dire salvezza. La squadra di Pioli è ora a +11 sulla terz'ultima e anche i sardi restano relativamente tranquilli. Tre splendide reti regalano grandi emozioni al Dall'Ara: Taider al 5', Diamanti al 19' e Pasquato a tempo scaduto. Cagliari non pervenuto.<o:p></o:p></font></font></span><br><br> <p class="MsoNormal" style="margin: 0cm 0cm 10pt; mso-pagination: none; mso-layout-grid-align: none;"><span lang="it" style="mso-ascii-font-family: Calibri; mso-hansi-font-family: Calibri; mso-bidi-font-family: Calibri; mso-ansi-language: #0010;"><font size="3"><font face="Calibri">CATANIA-INTER 2-3: la squadra di Maran si conferma bella, vivace frizzante, ma fallisce la partita che poteva permettere di coltivare sogni europei. Suicido perfetto in campo: avanti di due gol nel primo tempo, grazie a Bergessio e Marchese (7' e 19' minuto), grazie anche ad un Inter mal schierata. Ma la ripresa è un'altra storia: dentro Stankovic e soprattutto Palacio, il quale segna la doppietta decisiva, dopo il gol riapri-partita di Alvarez. <o:p></o:p></font></font></span><br><br> <p class="MsoNormal" style="margin: 0cm 0cm 10pt; mso-pagination: none; mso-layout-grid-align: none;"><span lang="it" style="mso-ascii-font-family: Calibri; mso-hansi-font-family: Calibri; mso-bidi-font-family: Calibri; mso-ansi-language: #0010;"><font size="3"><font face="Calibri">FIORENTINA-CHIEVO 2-1: una Fiorentina poco bella ma cinica si rilancia dopo la sconfitta a Bologna. Il passaggio dal 3-5-2 al 4-3-3 non convince molto, ma dopo appena 4 minuti i viola sono già in vantaggio grazie a Pasqual. Il Chievo non ci sta ed è Cofie a riportare il risultato in parità. I clivensi tentano il colpaccio, per poi venire puniti a 10 minuti dalla fine dal rinforzo di Gennaio Larrondo.<o:p></o:p></font></font></span><br><br> <p class="MsoNormal" style="margin: 0cm 0cm 10pt; mso-pagination: none; mso-layout-grid-align: none;"><span lang="it" style="mso-ascii-font-family: Calibri; mso-hansi-font-family: Calibri; mso-bidi-font-family: Calibri; mso-ansi-language: #0010;"><font size="3"><font face="Calibri">PESCARA-UDINESE 0-1: massimo risultato, minimo sforzo. L'Udinese di Guidolin porta a casa tre punti in quel di Pescara. Di Natale torna al gol, mentre gli abruzzesi non entrano mai in partita. Sconfitta che costa l'esonero a Bergodi, cui subentrerà probabilmente Bucchi.<o:p></o:p></font></font></span><br><br> <p class="MsoNormal" style="margin: 0cm 0cm 10pt; mso-pagination: none; mso-layout-grid-align: none;"><span lang="it" style="mso-ascii-font-family: Calibri; mso-hansi-font-family: Calibri; mso-bidi-font-family: Calibri; mso-ansi-language: #0010;"><font size="3"><font face="Calibri">SAMPDORIA-PARMA 1-0: non è stata una partita entusiasmante quella tra due squadre di metà classifica, senza particolari patemi. La spuntano i padroni di casa, grazie a Icardi(58' minuto), mentre gli emiliani ci credono sino alla fine, ma non vanno oltre un palo di Amauri.<o:p></o:p></font></font></span><br><br> <p class="MsoNormal" style="margin: 0cm 0cm 10pt; mso-pagination: none; mso-layout-grid-align: none;"><span lang="it" style="mso-ascii-font-family: Calibri; mso-hansi-font-family: Calibri; mso-bidi-font-family: Calibri; mso-ansi-language: #0010;"><font size="3"><font face="Calibri">SIENA-ATALANTA 0-2: il Siena spreca la possibilità di riaprire il discorso salvezza, cadendo in casa contro un'ottima Atalanta, in vantaggio già al 3' grazie a Bonaventura e pericolosa per tutta la prima frazione, soprattutto con Denis. Gli uomini di Iachini stentano, delude Emeghara e i bergamaschi raddoppiano al 68' ancora con Bonaventura.<o:p></o:p></font></font></span><br><br> <p class="MsoNormal" style="margin: 0cm 0cm 10pt; mso-pagination: none; mso-layout-grid-align: none;"><span lang="it" style="mso-ascii-font-family: Calibri; mso-hansi-font-family: Calibri; mso-bidi-font-family: Calibri; mso-ansi-language: #0010;"><font size="3"><font face="Calibri">ROMA-GENOA 3-1: continua l'ottimo periodo della nuova Roma di Andreazzoli, che supera un ostico Genoa. Su rigore entrambe le prime realizzazioni: Totti al 16'(con "Er Pupone" che raggiunge Nordahl nella classifica dei migliori marcatori di sempre della serie A, con 225 reti) e Borriello al 42'. Un decisivo Stekelenburg stoppa i liguri e al 58' la Roma mette la freccia: sugli sviluppi di un corner Romagnoli, classe 1995, insacca alle spalle di Frey, mentre all'88 è il neo entrato Perrotta a chiudere il match.<o:p></o:p></font></font></span><br><br><br><br>C1007650FL0761FL0761milan-6.jpgSiNil-punto-del-lunedi-sulla-serie-a-juventus-ad-un-passo-dallo-scudetto-milan-a-valanga-e-rimontone-inter1010721.htmSiT1000007,T1000010,T1000011,T1000012,T1000014,T1000016,T1000017,T1000018,T1000019,T1000020,T1000022,T1000023,T1000024,T1000025,T1000026,T1000027,T1000028,T1000095,T1000097,T1000099100844901,02,03,06,07,08,09030676
141010700NewsCampionatiSerie A, 26a giornata: Inter a Catania e la Roma aspetta il Genoa. Le probabili formazioni20130303123313serie aLe probabili formazioni della 26a giornata di Serie ALe probabili formazioni della 26a giornata di Serie A.<br><br> &nbsp;<br><br> BOLOGNA-CAGLIARI ore 15<br><br> Bologna (4-2-3-1): Curci; Motta, Sorensen, Cherubin, Morleo; Perez, Taider; Kone, Diamanti, Gabbiadini; Gilardino.<BR>A disp.: Agliardi, Lombardi, Garics, De Carvalho, Naldo, Abero, Pazienza, Guarente, Khrin, Moscardelli, Pasquato, Christodouloupoulos. All.: Pioli<BR>Squalificati: Antonsson (1)<BR>Indisponibili: Natali<br><br> Cagliari (4-3-1-2): Agazzi; Pisano, Rossettini, Astori, Avelar; Dessena, Conti, Nainggolan; Cossu; Sau, Ibarbo.<BR>A disp.: Avramov, Ariaudo, Perico, Ekdal, Cabrera, Casarini, Pinilla, Nenè, Thiago Ribeiro. All.: Pulga-Lopez<BR>Squalificati: nessuno<BR>Indisponibili: Murru<br><br> &nbsp;<br><br> CATANIA-INTER ore 15<br><br> Catania (4-2-3-1): Andujar; Alvarez, Spolli, Rolin, Marchese; Lodi, Biagianti; Izco, Castro, Gomez; Bergessio.<BR>A disp.: Frison, Terracciano, Potenza, Augustyn, Sciacca, Ricchiuti, Salifu, Cani, Keko, Almiron, Doukara. All. Maran<BR>Squalificati: Legrottaglie (2), Bellusci (1)<BR>Indisponibili: Barrientos, Capuano<br><br> Inter (4-3-3): Handanovic; Zanetti, Juan Jesus, Chivu, Pereira; Guarin, Kuzmanovic, Gargano; Schelotto, Rocchi, Alvarez.<BR>A disp.: Carrizo, Di Gennaro, Mbaye, Jonathan, Pasa, Cambiasso, Benassi, Stankovic, Palacio, Kovacic, Colombi. All.: Stramaccioni<BR>Squalificati: Ranocchia (1)<BR>Indisponibili: Castellazzi, Samuel, Silvestre, Obi, Mudingayi, Milito, Nagatomo, Belec<br><br> &nbsp;<br><br> FIORENTINA-CHIEVO ore 15<br><br> Fiorentina (4-3-3): Viviano; Tomovic, Rodriguez, Compper, Pasqual; Aquilani, Pizarro, Borja Valero; Ljajic, Toni, Jovetic.<BR>A disp.: Neto, Lupatelli, Roncaglia, Savic, Migliaccio, Sissoko, Romulo, Llama, Mati Fernandez, Woski, El Hamdaoui, Larrondo. All.: Montella<BR>Squalificati: Cuadrado (1) <BR>Indisponibili: Camporese, Hegazi, Rossi <br><br> Chievo (5-3-2): Puggioni; Frey, Andreolli, Dainelli, Acerbi, Jokic; Guana, L. Rigoni, Cofie; Thereau, Paloschi.<BR>A disp.: Ujkani, Squizzi, Sampirisi, Cesar, Papp, Hauche, Seymour, Luciano, Dramé, Stoian, Pellissier, Samassa. All. Corini<BR>Squalificati: Hetemaj (1)<BR>Indisponibili: Sardo, Spyropoulos, Vacek, Farkas<br><br> &nbsp;<br><br> PESCARA-UDINESE ore 15<br><br> Pescara (5-3-2): Perin, Balzano, Cosic, Bocchetti, Capuano, Zauri; Rizzo, Cascione, Bjarnason; Weiss, Abbruscato<BR>A disp.: Pelizzoli, Bianchi Arce, Zanon,&nbsp; Blasi, Quintero, Vukusic, Sculli, Caprari, Celik, Caraglio. All.: Bergodi <BR>Squalificati: nessuno <BR>Indisponibili: Togni, Sforzini, Modesto, D'Agostino<br><br> Udinese (3-4-2-1): Brkic; Heurtaux, Danilo, Domizzi; Basta, Allan, Badu, Pasquale; Pereyra, Muriel; Di Natale. <BR>A disp.: Padelli, Pawlowski, Angella, Faraoni, Merkel, Zielinski, Gabriel Silva, Rodriguez, Maicosuel, Ranegie, Campos Toro. All.: Guidolin<BR>Squalificati: nessuno<BR>Indisponibili: Pinzi, Lazzari, Benatia<br><br> &nbsp;<br><br> SAMPDORIA-PARMA ore 15<br><br> Sampdoria (3-5-1-1): Romero; Gastaldello, Palombo, Costa; De Silvestri, Obiang, Krsticic, Poli, Estigarribia; Sansone; Icardi.<BR>A disp.: Da Costa, Berni, Rodriguez, Castellini, Renan, Rossini, Mustafi, Maresca, Munari, Soriano, Eder, Maxi Lopez. All.: Rossi<BR>Squalificati: nessuno<BR>Indisponibili: Gavazzi, Poulsen, Berardi<br><br> Parma (3-5-2): Mirante; Benalouane, Coda, Lucarelli; Rosi, Marchionni, Valdes, Gobbi, Mesbah; Biabiany, Amauri.<BR>A disp.: Pavarini, Bajza, Coda, Ampuero, Paletta, Strasser, Morrone, Ninis, Parolo, Palladino, Sansone, Belfodil. All.: Donadoni<BR>Squalificati: nessuno<BR>Indisponibili: Mariga, Santacroce, Galloppa<br><br> &nbsp;<br><br> SIENA-ATALANTA ore 15<br><br> Siena (3-4-2-1): Pegolo; Texeira, Terlizzi, Felipe; Angelo, Bolzoni, Della Rocca, Rubin; Rosina, Sestu; Emeghara.<BR>A disp.: Farelli, Marini, Uvini, Paci, Belmonte, Agra, Grillo, Mannini, Valiani, Pozzi, Bogdani, Paolucci. All.: Iachini<BR>Squalificati: Vitiello (5/2013), Terzi (3/2013)<BR>Indisponibili: Vergassola<br><br> Atalanta (4-4-2): Consigli; Raimondi, Stendardo, Lucchini, Del Grosso; Giorgi, Carmona, Biondini, Bonaventura; Livaja, Denis.<BR>A disp.: Polito, Frezzolini, Canini, Brivio, Ferri, Radovanovic, Troisi, Moralez, Brienza, De Luca, Budan, Parra. All.: Colantuono<BR>Squalificati: Contini (1), Cazzola (1)<BR>Indisponibili: Capelli, Marilungo, Cigarini, Bellini, Scaloni<br><br> &nbsp;<br><br> <BR>ROMA-GENOA ore 20.45<br><br> Roma (3-4-2-1): Stekelenburg; Piris, Burdisso, Marquinhos; Torosidis, Pjanic, De Rossi, Marquinho; Lamela, Totti; Osvaldo.<BR>A disp.: Goicoechea, Lobont, Taddei, Dodò, Bradley, Perrotta, Lucca, Romagnoli, Tachtsidis, Balzaretti, Florenzi, N. Lopez. All.: Andreazzoli<BR>Squalificati: Guberti (8/2015)<BR>Indisponibili: Castan, Destro<br><br> Genoa (3-5-1-1): Frey; Bovo, Portanova, Moretti; E. Pisano, Kucka, Tozser, Vargas, Antonelli; Bertolacci; Borriello.<BR>A disp.: Tzorvas, Donnarumma, Cassani, Ferronetti, Rigoni, Jankovic, Jorquera, Immobile. All.: Ballardini<BR>Squalificati: Granqvist (1), Matuzalem (1)<BR>Indisponibili: Floro Flores, Olivera, Manfredini, Nadarevic, Rossi<br><br>C1007650adm001adm001totti.jpgSiNserie-a-ventiseiesima-giornata-le-probabili-formazioni-1010700.htmSi100075501,02,03,09030450
151010598NewsCampionatiJuventus, Conte: «Non mi piacciono i fischi. Un anno e mezzo fa eravamo settimi»20130224193814juventus, conteProtagonista di un lungo intervento ai microfoni di Rai Sport dopo il 3-0 inflitto al Siena, Antonio ConteProtagonista di un lungo intervento ai microfoni di Rai Sport dopo il 3-0 inflitto al Siena, Antonio Conte, allenatore della Juventus, ha affermato: "Preoccupato per il digiuno dal gol di cinque partite per Cavani? Io sono preoccupato solo se non segnamo noi, sempre tenendo presente il fatto che l'attaccante uruguaiano è un giocatore straordinario. Ci godiamo la vittoria di oggi, che non era facile da ottenere: affrontavamo un Siena ostico, ben schierato in campo e in grande condizione atletica. Complimenti anche a Iachini, di cui i ragazzi che allenavo a Siena mi hanno parlato molto bene. Il Milan è un grandissima squadra, che ha avviato un nuovo ciclo nel modo giusto, puntando su giovani che stanno dimostrando di essere già grandi giocatori; sono molto contento della loro vittoria sul Barcellona di mercoledì, che dimostra il fatto che il calcio italiano sia comunque molto competitivo, nonostante l'assenza dei cosiddetti top player. La necessità di ammazzare l'avversario finché puoi, naturalmente in senso figurato, è una regola di vita, non soltanto sportiva. La Juventus non ha mai attuato una tattica d'attesa: andremo a Napoli semplicemente cercando di giocare la nostra partita, come faranno i nostri avversari, con grande umiltà, ma al tempo stesso conoscendo il livello della nostra forza. Non devo difendere Giovinco, sono semplicemente dalla sua parte, cosa che vale per tutti i miei calciatori. Invito a guardare indietro e da dove si arriva, quando emergono dei malumori: questi ragazzi vanno applauditi, perché sono ancora in corsa per la Champions League e sono rimasti primi in classifica, dopo aver già riconquistato lo scudetto lo scorso anno, specie considerando quanto accaduto durante le stagioni precedenti. Non sarò mai d'accordo con chi fischia i ragazzi che indossano la maglietta della Juventus onorandola in questo modo".C1007650adm001adm001c-33509839.jpgSiNjuventus-conte-non-mi-piacciono-i-fischi-un-anno-e-mezzo-fa-eravamo-settimi-1010598.htmSiT1000007100075501,02,03,06,07,08030184
161010593NewsCampionatiJuventus-Siena, le pagelle. Top Lichsteiner e Pogba. Flop Pegolo20130224170319serie a, juventus, sienaSerie A Juventus Siena Pagelle Andare a più sette era l’obiettivo numero uno.<BR>Conte aveva richiamato pubblico e giocatori: l’imperativo era non sottovalutare il Siena di Iachini, capace di rientrare in una corsa salvezza insperata.<BR>I suoi uomini hanno risposto egregiamente, impacchettando una partita perfetta e priva di sbavature: 3-0 e tutti a casa.<BR>La Juve domina il Siena senza troppi problemi: ottima come sempre la retroguardia, perfetti gli inserimenti di Lichsteiner, bellissime le due conclusioni di Giovinco e Pogba.<BR>Ora tutti a guardare Udinese-Napoli, nella speranza di arrivare al confronti di venerdì con un buon vantaggio.<br><br> Risultato finale Juventus-Siena 3-0: 30’ Lichsteiner, 75’ Giovinco, 90’ Pogba<BR>Ammoniti: 24’ Della Rocca, 39’ Bonucci<br><br> Juventus (3-5-2): Buffon 6.5, Peluso 6.5, Barzagli 7, Bonucci 7, Lichsteiner 7, Pogba 7, Marchisio 6, Pirlo 6.5, Asamoah 6 (77’ Chiellini 6), Vucinic 6 (65’ Matri 6), Giovinco 7 (81’ Giaccherini s.v)<BR>All. Conte 7<br><br> Siena (3-4-2-1): Pegolo 4.5, Texeira 6, Terlizzi 5, Felipe 5, Belmonte 5.5, Bolzoni 5, Della Rocca 5.5, Rubin 6, Rosina 5 (74’ Salvador Agra 6), Valiani 5.5 (65’ Pozzi 5), Emeghara 6<BR>All. Iachini 5<br><br> <STRONG><EM>Top Juventus</EM></STRONG><br><br> Lichsteiner: apre le danze con un gol fortunato ma pesantissimo. Mette la partita in discesa e di fatto apre e chiude il match. La sfida tra svizzeri con Emeghara la vince indubbiamente Stephan.<br><br> <STRONG><EM>Flop Juventus</EM></STRONG><br><br> Nessuno<br><br> <STRONG><EM>Top Siena</EM></STRONG><br><br> Emeghara: invisibile fino al 80’ quando stacca su un cross bellissimo di Salvador Agra e rischia di realizzare un gol strepitoso. Buffon nega al giovane Innocent il quinto gol in serie A, in altrettante partite.<br><br> <STRONG><EM>Flop Siena</EM></STRONG><br><br> Pegolo: d’accordo, è anche sfortunato nell’occasione del primo gol, ma certo non è proprio un’uscita perfetta. Totalmente impreciso anche sul gol di Giovinco, quando si fa bucare sul primo palo.<br><br>C1007650FL0882FL0882lichsteiner.jpgSiNserie-a-juventus-sinea-pagelle-top-flop-risultati-marcatori-1010593.htmSiT1000007,T1000025100877901,02,03,06,08030412
171010578NewsCampionatiSiena, i convocati per la Juventus20130223133043juventus, sienaL’allenatore Giuseppe Iachini ha convocato 26 giocatori L’allenatore Giuseppe Iachini ha convocato 26 giocatori per la partita con la Juventus: Farelli, Marini, Pegolo; Belmonte, Felipe, Grillo, Matheu, Paci, Rubin, Teixeira, Terlizzi, Uvini; Agra, Bolzoni, Calello, Della Rocca, Mannini, Sestu, Valiani, Verre; Bogdani, Emeghara, Paolucci, Pozzi, Reginaldo, Rosina.<br><br> Marini si aggregherà alla squadra stasera, dopo la semifinale del Torneo di Viareggio.<br><br>C1007650adm001adm001giuseppe+iachini+ac+chievo+verona+v+brescia+hhcc9jszma8l.jpgSiNsiena-i-convocati-per-la-juventus-1010578.htmNoT1000025100075501,02,03,06030210
181010541NewsCampionatiIl Siena sogna con Emeghara: conosciamo il nuovo protagonista della Serie A20130220112331sienaFino a due settimane fa era impossibile prevederloFino a due settimane fa era impossibile prevederlo.<BR>Nessuno avrebbe scommesso un solo centesimo sulla possibilità che il Siena potesse ancora rientrare nella corsa per salvarsi dal baratro della retrocessione.<BR>Ripercorrendo velocemente la stagione dei toscani, tre sono i momenti chiave.<BR>Il primo, indubbiamente, è la penalizzazione subita durante l’estate degli scandali.<BR>Non era facile iniziare il campionato con sei punti in meno rispetto gli avversari ma i bianconeri hanno saputo reagire a testa alta: con Serse Cosmi le cose non andavano male, ma indubbiamente sarebbero potute andare meglio.<BR>Ed è così che il mister tutto coppola e vocione è stato sostituito da Giuseppe Iachini, ‘reo’ di aver cambiato radicalmente la situazione.<BR>Il Siena, dopo venticinque giornate, si trova terzultimo a quota ventuno punti (ventisette conquistati sul campo) a meno quattro dal Genoa.<BR>Il merito è certamente dell’allenatore, del gruppo e della società.<BR>Ma come si fa a non nominare colui che sta rendendo possibile il sogno proibito?<BR>Innocent Emeghara nasce nel maggio del 1989 a Lagos, in Nigeria.<BR>Naturalizzato svizzero, cresce nello Zurigo, ma esordisce nella massima divisione elvetica con la maglia del Grasshoppers, dove realizza quattordici gol in quaranta partite.<BR>Approda quindi in Francia, al Lorient, dove gioca una stagione e mezza: la prima molto positiva con tante presenze e qualche gol mentre nella seconda trova poco spazio.<BR>Ecco quindi che nel mercato invernale appena concluso il Siena piazza il colpo: nessuno lo conosceva bene, nessuno poteva immaginarselo.<BR>Quattro partite per il giovane Innocent: esordisce contro l’Udinese a fine gennaio, in una partita sfavorevole per mostrare le proprie qualità.<BR>Il tre febbraio l’occasione della vita: parte dal primo minuto contro l’Inter di Stramaccioni ed è protagonista indiscusso.<BR>Segna dopo pochi minuti il suo primo gol in Serie A, per poi conquistare il calcio di rigore e provocare l’espulsione di Chivu che segneranno la partita.<BR>La settimana dopo è ancora decisivo: firma la marcatura che porta avanti i bianconeri a Bologna, marcatura che dopo novanta minuti di gioco varrà un punto prezioso.<BR>E per concludere, ecco la definitiva consacrazione: lunedì sera, nel posticipo contro la Lazio firma una doppietta che rimarrà negli annali e il Siena batte la Lazio 3-0.<BR>Come andrà a finire la stagione del Siena è ovviamente un mistero ma una cosa è certa: nulla è dato per scontato, soprattutto ora, con la zona salvezza a soli quattro punti.<BR>Emeghara, ormai, è già diventato l’idolo di Siena, l’idolo del Franchi.<br><br> <BR>&nbsp;<br><br>C1007650FL0882FL0882emeghara.jpgSiNil-siena-sogna-con-emeghara-conosciamo-il-nuovo-protagonista-della-serie-a-1010541.htmSiT1000025100877901,02,03030198
191010522NewsCampionatiSerie A, 25a giornata: batoste per Inter e Lazio. Cade anche la Juventus20130218225824serie a Il 25’ turno di serie A si apre al venerdì con la vittoria del Milan, che approda incredibilmente al terzo posto<P style="MARGIN: 0cm 0cm 10pt; mso-pagination: none; mso-layout-grid-align: none" class=MsoNormal><SPAN style="mso-ascii-font-family: Calibri; mso-hansi-font-family: Calibri; mso-bidi-font-family: Calibri; mso-ansi-language: #0010" lang=it><FONT size=3><FONT face=Calibri></FONT></FONT></SPAN>&nbsp;Il 25’ turno di serie A si apre al venerdì con la vittoria del Milan, che approda incredibilmente al terzo posto, dopo un avvio di stagione disastroso. Le altre big deludono e non poco: il Napoli non va oltre uno scialbo 0-0 casalingo contro un’ottima Sampdoria, mentre il trio Juventus-Inter-Lazio riesce a fare addirittura peggio. I bianconeri di Conte cadono all’Olimpico di Roma, risentendo probabilmente delle fatiche di Champions. Zero scuse, invece, per i ragazzi di Stramaccioni e Petkovic: clamorose cadute rispettivamente a Firenze e a Siena. In coda, vittoria importante per il Cagliari, che inguaia il Pescara di Bergodi. La rubrica TOP/FLOP vede come protagonista positivo il nigeriano del Siena Emeghara, mattatore nel 3 a 0 alla Lazio. Quattro gol in altrettante presenze rilanciano la squadra di Iachini alla ricerca di un’insperata salvezza. Da dimenticare invece la giornata di Paletta(Parma), autore di un’autorete nel giorno del suo compleanno, che condanna di fatto alla sconfitta il suo ottimo Parma.<br><br> <P style="MARGIN: 0cm 0cm 10pt; mso-pagination: none; mso-layout-grid-align: none" class=MsoNormal>MILAN-PARMA 2-1: l'anticipo del venerdì lancia al terzo posto un sempre più sorprendente Milan. Nel primo tempo è, però la squadra di Donadoni a mettere in seria difficoltà quella di Allegri, ma il gol non arriva. E così, al 39' minuto, ecco la regola "gol sbagliato, gol subito": cross blando di Boateng e Paletta decide di festeggiare il compleanno con una goffa autorete. Nella ripresa il Parma continua a fare la sua partita, ma per gli attaccanti ducali non è decisamente giornata. Il Milan è poco brillante, ma al 78' minuto il solito Balotelli si rende protagonista: conquista una dubbia punizione, litiga un po' con tutti per calciarla e sfodera un destro imprendibile all'incrocio dei pali. E' la rete che chiude i giochi e solo per dovere di cronaca segnaliamo l'inutile gol di Sansone a tempo scaduto.<br><br> <P style="MARGIN: 0cm 0cm 10pt; mso-pagination: none; mso-layout-grid-align: none" class=MsoNormal>CHIEVO-PALERMO 1-1: davvero poco da dire su questo scontro salvezza. I siciliani partono meglio e al 5' minuto passano in vantaggio con Formica. I clivensi faticano a trovare spazi e per trovare il pareggio devono sfruttare un rigore al 55', trasformato in gol da Thèrèau. Il punto è più utile ai veneti, con il Palermo che rimane sempre più invischiato nei bassifondi della classifica.<br><br> <P style="MARGIN: 0cm 0cm 10pt; mso-pagination: none; mso-layout-grid-align: none" class=MsoNormal>ROMA-JUVENTUS 1-0: il sabato calcistico si chiude con una sorpresa. Alla Roma riesce l'impresa di battere la capolista e di interrompere la crisi nella quale era da tempo immersa. Decide la giocata del singolo, della bandiera, della storia passata e presente dei capitolini: Francesco Totti, al minuto 58, sfodera un colpo dei suoi e porta in vantaggio i padroni di casa. La squadra di Conte è apparsa stanca, probabilmente a causa degli impegni infrasettimanali, ma il problema in zona gol continua a ripresentarsi puntuale come un orologio svizzero. Juventus sempre in testa, ma i pericoli sono dietro l'angolo.<br><br> <P style="MARGIN: 0cm 0cm 10pt; mso-pagination: none; mso-layout-grid-align: none" class=MsoNormal>CATANIA-BOLOGNA 1-0: al Massimino è un monologo dei padroni di casa. Un gol di Almiron, sul finire del primo tempo, regala la vittoria che significa salvezza anticipata per gli uomini di Maran. Poco prima, clamoroso palo di Bergessio. Nella ripresa, felsinei più pericolosi con Gabbiadini e Gilardino, ma la difesa del Catania regge il colpo.<br><br> <P style="MARGIN: 0cm 0cm 10pt; mso-pagination: none; mso-layout-grid-align: none" class=MsoNormal>GENOA-UDINESE 1-0: fondamentale vittoria per la squadra genoana, nella corsa salvezza. Il gol da tre punti è di Kucka, al 33' minuto. Poco concreti gli uomini di Guidolin, che impensieriscono in più occasioni Frey, soprattutto nel finale con Benatia e Merkel, ma il pari non arriva.<br><br> <P style="MARGIN: 0cm 0cm 10pt; mso-pagination: none; mso-layout-grid-align: none" class=MsoNormal>NAPOLI-SAMPDORIA 0-0: il Napoli butta al vento l'occasione di accorciare sulla Juventus, non andando oltre uno scialbo pareggio a reti bianche contro la Sampdoria. Sono i doriani i più pericolosi, con De Sanctis decisivo su Sansone e&nbsp; Behrami miracoloso prima su Costa, poi su Icardi.La ripresa è ad appannaggio dei padroni di casa, ma la sola emozione è il palo di Hamsik.<br><br> <P style="MARGIN: 0cm 0cm 10pt; mso-pagination: none; mso-layout-grid-align: none" class=MsoNormal>PESCARA-CAGLIARI 0-2: delicatissima sfida all'Adriatico di Pescara. I padroni di casa partono meglio e nel primo tempo colpiscono un palo con Weiss, su cui è decisiva la deviazione di Agazzi. A spuntarla è però il Cagliari, grazie a Sau, autore di una doppietta: al 53' di testa, su cross di Cossu e al 61' con una girata mancina su servizio di Pisano. Pescara sempre più giù in classifica, mentre i sardi respirano aria di salvezza.<br><br> <P style="MARGIN: 0cm 0cm 10pt; mso-pagination: none; mso-layout-grid-align: none" class=MsoNormal>TORINO-ATALANTA 2-1: il Torino si conferma "bestia nera" dell'Atalanta, sconfitta all'andata per 1-5. Le cose non cambiano nella gara di ritorno, nella quale il portiere bergamasco Consigli salva i suoi solo fino al 43', quando Cerci in contropiede regala il vantaggio alla squadra di Ventura. Nella ripresa cambiano le cose, grazie anche all'ingresso dell'ex interista Livaja, bravo a procurarsi il rigore, trasformato da Denis, che vale il pari. Ma, come detto, il Torino ha in serbo la beffa dell'ultimo minuto: Birsa anticipa di testa Scaloni e regala la vittoria ai suoi.<br><br> <P style="MARGIN: 0cm 0cm 10pt; mso-pagination: none; mso-layout-grid-align: none" class=MsoNormal>FIORENTINA-INTER 4-1: al Franchi i viola travolgono una sempre più brutta Inter. L’inizio è prepotente da parte della squadra di Montella, che sblocca il risultato dopo 13 minuti grazie a Ljajic, su assist aereo di Jovetic. Lo stesso JoJo è l’autore del raddoppio toscano, con un gran destro dal limite, e del gol che chiude i discorsi al 55’ minuto. L’umiliante 4 a 0 arriva dieci minuti più tardi grazie ancora a Ljajic. Rete della bandiera allo scadere, firmata Antonio Cassano.<br><br> <P style="MARGIN: 0cm 0cm 10pt; mso-pagination: none; mso-layout-grid-align: none" class=MsoNormal>SIENA-LAZIO 3-0: una irriconoscibile Lazio subisce una clamorosa batosta in quel di Siena. L’eroe della giornata è Emeghara, che segna al 6’ minuto di testa su cross di Rubin, e al 61’, bruciando la disastrosa difesa biancoceleste. Nel mezzo va a segno anche Rosina al 23’. La squadra di Petkovic è veramente pochissima roba: un tiro di Candreva e una punizione di Hernanes non possono indubbiamente bastare per fare risultato<br><br> <P style="MARGIN: 0cm 0cm 10pt; mso-pagination: none; mso-layout-grid-align: none" class=MsoNormal><BR><BR>&nbsp;<br><br>C1007650FL0761FL0761fiorentina.jpgSiNserie-a-crollano-lazio-e-inter-cade-anche-la-juventus-1010522.htmSiT1000007,T1000010,T1000011,T1000012,T1000014,T1000016,T1000017,T1000018,T1000019,T1000020,T1000022,T1000023,T1000024,T1000025,T1000026,T1000027,T1000028,T1000095,T1000097,T1000099100844901,02,03,06,07,08,09030767
201010521NewsCampionatiSiena-Lazio, le pagelle. Top Emeghara e Rosina. Fop Ciani20130218224746serie a, siena, lazioSerie A Siena Lazio PagelleFinale 3-0 (p.t. 2-0): 7' e 60' Emeghara, 23' Rosina<br><br> ammoniti: Ciani&nbsp;&nbsp;&nbsp; espulsi:<br><br> Siena (3-3-3): Pegolo 7, Teixeira 6.5, Terlizzi 7, Felipe 6, Belmonte 6.5, Vergassola 6.5, Della Rocca 6.5, Rubin 6.5, Rosina 7 (78' Bolzoni 6), Emeghara 7.5 (76' Bogdani 6), Sestu 6 (60' Valiani 6) All.: Iachini 7<br><br> Lazio (3-5-2): Marchetti 5.5, Dias 5.5, Ciani 5 (31' Pereirinha 5.5), Biava 5.5, Konko 5.5, Candreva 5.5 (67' Saha 6), Gonzalez 5.5, Hernanes 5.5, Lulic 5.5, Floccari 5.5 (78' Ederson 6), Kozak 5.5 All.: Petkovic 5<br><br> <STRONG><EM>Top Siena</EM></STRONG><br><br> Emeghara: ancora una volta trascina i suoi al successo.<br><br> <STRONG><EM>Flop Siena</EM></STRONG><br><br> nessuno<br><br> <STRONG><EM>Top Lazio</EM></STRONG><br><br> nessuno<br><br> <STRONG><EM>Flop Lazio</EM></STRONG><br><br> Ciani: partita sfortunata. Incide in negativo sul match.<BR><br><br>C1007650adm001adm001emeghara.jpgSiNserie-a-siena-lazio-pagelle-top-flop-1010521.htmSiT1000018,T1000025100075501,02,03030328
211010480NewsCampionatiSerie A, 25a giornata: il Catania ospita il Bologna. Napoli con la Sampdoria. Le probabili formazioni20130217115123serie aDopo gli anticipi che hanno visto i successi di Milan e Roma, e il pareggio tra Chievo e Palermo si continua con la 25a giornata di Serie ADopo gli anticipi che hanno visto i successi di Milan e Roma, e il pareggio tra Chievo e Palermo si continua con la 25a giornata di Serie A. <br><br> Le probabili formazioni di Catania-Bologna<br><br> CATANIA (4-2-3-1): Andujar; Alvarez, Legrottaglie, Spolli, Marchese; Lodi, Almiron; Barrientos, Castro, Gomez; Bergessio. All. Maran<br><br> BOLOGNA (3-4-2-1): Curci; Antonsson, Sorensen, Cherubin; Motta, Perez, Khrin, Morleo; Diamanti, Kone; Gilardino. All. Pioli<br><br> Le probabili formazioni di Genoa-Udinese<br><br> GENOA (3-5-1-1): Frey; Granqvist, Portanova, Manfredini; Cassani, Kucka, Matuzalem, Vargas, Antonelli; Bertolacci; Borriello. All. Ballardini<br><br> UDINESE&nbsp; (3-5-1-1): Padelli; Benatia, Angella, Domizzi; Basta, Pereyra, Allan, Lazzari, Gabriel Silva; Maicosuel; Di Natale. All. Guidolin<br><br> Le probabili formazioni di Napoli-Sampdoria:<br><br> NAPOLI (3-4-1-2): De Sanctis; Campagnaro, Cannavaro, Britos; Maggio, Dzemaili, Inler, Zuniga; Hamsik; Pandev, Cavani. All. Mazzarri<br><br> SAMPDORIA (3-5-1-1): Romero; Gastaldello, Rossini, Costa; De Silvestri, Poli, Krsticic, Obiang, Estigarribia; Sansone, Icardi. All. Rossi<br><br> Le probabili formazioni:<br><br> PESCARA (4-3-3): Perin; Zauri, Bianchi Arce, Cosic, Balzano; Blasi, D’Agostino, Cascione; Caprari, Caraglio, Quintero. All. Bergodi<br><br> CAGLIARI (4-3-1-2): Agazzi; Pisano, Rossettini, Ariaudo, Avelar; Casarini, Nainggolan, Ekdal; Thiago Ribeiro; Sau, Ibarbo. All. Pulga<br><br> Le probabili formazioni di Torino-Atalanta<br><br> TORINO (4-2-4): Gillet; D’Ambrosio, Glik, Ogbonna, Masiello; Brighi, Gazzi; Cerci, Bianchi, Barreto, Santana. All. Ventura<br><br> ATALANTA (4-3-1-2): Consigli; Scaloni, Stendardo, Canini, Del Grosso; Carmona, Radovanovic, Giorgi; Brienza; Denis, Livaja. All. Colantuono<br><br> Le probabili formazioni di Fiorentina-Inter<br><br> FIORENTINA (3-5-2): Viviano; Savic, Rodriguez, Compper; Cuadrado, Aquilani, Pizarro, Borja Valero, Pasqual; Toni, Jovetic. All. Montella<br><br> INTER (4-3-1-2): Handanovic; Zanetti, Ranocchia, Juan Jesus, Nagatomo; Cambiasso, Kovacic, Kuzmanovic; Guarin; Cassano, Palacio. All. Stramaccioni<br><br> Le probabili formazioni di Siena-Lazio<br><br> SIENA (3-4-2-1): Pegolo; Texeira, Terlizzi, Felipe; Belmonte, Della Rocca, Vergassola, Rubin; Sestu, Rosina; Emeghara. All. Iachini<br><br> LAZIO (4-5-1): Marchetti; Konko, Biava, Dias, Radu; Candreva, Hernanes, Mauri, Gonzalez, Lulic; Floccari. All. Petkovic<br><br> <BR>&nbsp;<br><br>C1007650adm001adm001124157881-ced6d0bc-0c7f-4179-914e-291887bb94bf.jpgSiNserie-a-venticinquesima-giornata-il-catania-ospita-il-bologna-il-napoli-con-la-sampdoria-le-probabili-formazioni-1010480.htmSi100075501,02,03,07,08,09030440
221010210NewsCampionatiSerie A, Siena-Inter: le pagelle. Top Sestu e Cassano. Flop Chivu20130203170741siena, interSiena Inter PagelleIl Franchi di Siena è stato teatro di recenti trionfi dell’armata nerazzurra.<BR>Quella di Mancini che con la doppietta di Materazzi alzava il quindicesimo scudetto, e quella di Mourinho che con Milito poneva le basi per il secondo dei tre trofei del Triplete.<BR>Ora toccava a Stramaccioni: non per vincere il campionato, è certo, ma per dare un segnale importante, per tornare alla vittoria lontano da Milano dopo tre mesi, per riprendere la marcia verso il terzo posto.<BR>Il Siena per continuare una faticosissima rincorsa verso la salvezza, lontana quanto difficile.<BR>Siena-Inter era un match fondamentale per entrambe le squadre.<BR>Ma Stramaccioni non è Mourinho e questa Inter non è quella del 2010.<BR>Un flop clamoroso, una sconfitta pesantissima e indegna.<BR>Finisce 3-1 in Toscana e Iachini gode perché il Siena può ancora salvarsi.<BR>Piange Stramaccioni perché ora un suo addio a fine anno potrebbe essere più vicino.<br><br> Risultato finale Siena-Inter 3-1: 21’ Emeghara, 22’ Cassano, 25’ Sestu, 54’ Rosina (R)<BR>Ammoniti: 57’ Paci, 84’ Guarin, 86’ Belmonte<BR>Espulsi: 54’ Chivu<br><br> Siena (3-4-2-1): Pegolo 5.5; Belmonte 6.5, Paci 6, Felipe 6; Angelo 6.5, Vergassola 6.5, Della Rocca 6.5, Rubin 7; Rosina 7 (68’ Valiani 6), Sestu 7.5 (79’ Bolzoni 6); Emeghara 7.5 (80’ Bogdani s.v)<BR>All. Iachini 7<br><br> Inter (3-4-1-2): Handanovic 5.5; Ranocchia 4.5, Chivu 4, Juan Jesus 5; Schelotto 5 (45’ Kovacic 5.5), Kuzmanovic 5.5, Zanetti 5, Nagatomo 4.5; Guarin 5 (83’ Gargano s.v.); Cassano 6 (72’ Rocchi 5.5), Palacio 5<BR>All. Stramaccioni 4.5<br><br> <STRONG><EM>Top Siena</EM></STRONG><br><br> Sestu: partita da incorniciare per il centrocampista del Siena, che realizza un gol da cineteca e che muove le dinamiche dei toscani. Una partita che certo non dimenticherà facilmente.<br><br> <STRONG><EM>Flop Siena</EM></STRONG><br><br> Pegolo: per trovare un peggiore in campo ci si mette davvero un po’ negli undici bianconeri. Certo il portiere del Siena non è proprio perfetto nell’azione del pareggio di Cassano, ma poco importa.<br><br> <STRONG><EM>Top Inter</EM></STRONG><br><br> Cassano: segna un gol abbastanza casuale, ma non basta. Prende una traversa nel secondo tempo. Tra gli undici nerazzurri è indubbiamente il migliore, e non ci vuole molto.<br><br> <STRONG><EM>Flop Inter</EM></STRONG><br><br> Chivu: è lui il peggiore di una delle peggiori Inter dell’anno. Sciagurato e insensato il fallo da espulsione su ultimo uomo.<br><br> &nbsp;<br><br> &nbsp;<br><br> &nbsp;<br><br> &nbsp;<br><br>C1007650FL0882FL0882giuseppe+iachini+ac+chievo+verona+v+brescia+hhcc9jszma8l.jpgSiNserie-a-siena-inter-pagelle-top-flop-risultato-marcatori-1010210.htmSiT1000025,T1000026100877901,02,03,07030331
231010208NewsCampionatiSerie A, probabili formazioni 20130203123327serie aSerie AFIORENTINA-PARMA ore 15<br><br> Fiorentina (3-5-2): Viviano; Roncaglia, Rodriguez, Savic; Cuadrado, Pizarro, Migliaccio, Borja Valero, Pasqual; Jovetic, Toni. <BR>A disp.: Neto, Lupatelli, Tomovic, Camporese, Compper, Romulo, Capezzi, Llama, Wolski, Ljajic, Larrondo, El Hamdaoui. All.: Montella. <BR>Squalificati: Aquilani (2)<BR>Indisponibili: Hegazi, Rossi, Fernandez<br><br> Parma (4-3-3): Mirante; Benalouane, Paletta, Lucarelli, Gobbi; Marchionni, Valdes, Parolo; Biabiany, Belfodil, Sansone. <BR>A disp.: Pavarini, Bajza, Coda, Mariga, Rosi, Morrone, Ninis, Palladino, Strasser, Amauri. All.: Donadoni. <BR>Squalificati: nessuno <BR>Indisponibili: Galloppa, Santacroce<BR>GENOA-LAZIO ore 15<br><br> Genoa (3-5-2): Frey ; Granqvist, Portanova, Manfredini; Cassani, Kucka , Matuzalem, Rossi, Moretti; Immobile, Borriello. <BR>A disp.: Tzorvas, Donnarumma, Bovo, Ferronetti, E. Pisano, Olivera, Bertolacci, Nadarevic, Tozser, Jorquera, Said. All.: Ballardini <BR>Squalificati: Antonelli (1)<BR>Indisponibili: Floro Flores, Vargas, Jankovic<br><br> Lazio (3-5-1-1): Marchetti; Ciani, Cana, Radu; Konko, Gonzalez, Ledesma, Mauri, Lulic; Candrea; Klose. <BR>A disp.: Bizzarri, Scarfagna, Diakite, Stankevicius, Pereirinha, Brocchi, Cavanda, Floccari, Kozak, Rozzi. All.: Petkovic <BR>Squalificati: Biava (1), Dias (1)<BR>Indisponibili: Ederson, Hernanes<BR>PALERMO-ATALANTA ore 15<br><br> Palermo (3-4-2-1): Sorrentino; Munoz, Donati, Garcia; Morganella, Kurtic, Barreto, Dossena; Ilicic,Formica; Dybala. <BR>A disp.: Benussi, Brichetto, Nelson, Rios, Anselmo, Faurlin, Sanseverino, Fabbrini, Sperduti, Malele,Boselli. All.: Gasperini <BR>Squalificati: Miccoli (2), Von Bergen (1), Aronica (1)<BR>Indisponibili: Hernandez, Mantovani<br><br> Atalanta (4-3-1-2): Consigli; Scaloni, Canini, Stendardo, Del Grosso; Biondini, Cigarini, Carmona; Bonaventura; Parra, Denis. <BR>A disp.: Polito, Frezzolini, Raimondi, Contini, Cazzola, Radovanovic, De Luca, Giorgi, Budan, Moralez,Livaja, Brienza All.: Colantuono. Squalificati: Brivio (1) <BR>Indisponibili: Capelli, Marilungo, Bellini, Lucchini, Ferri<BR>PESCARA-BOLOGNA ore 15<br><br> Pescara (4-3-1-2): Perin; Balzano, Bianchi Arce, Capuano, Modesto; Blasi, D'Agostino, Bjarnason; Weiss;Sforzini, Vukusic. <BR>A disp.: Pelizzoli, Bocchetti, Cosic, Zauri, Togni, Caprari, Cascione, Rizzo, Caraglio, Sculli, Abbruscato. All.: Bergodi. <BR>Squalificati: nessuno<BR>Indisponibili: nessuno <br><br> Bologna (3-4-2-1): Agliardi; Antonsson, Sorensen, Cherubin; Motta, Perez, Taider, Morleo; Diamanti, Kone; Gilardino. <BR>A disp.: Curci, Stojanovic, Carvalho, Khrin, Radakovic, Garics, Pulzetti, Pazienza, Guarente, Riverola, Pasquato, Paponi. All.: Pioli. <BR>Squalificati: nessuno<BR>Indisponibili: Natali, Gabbiadini<br><br> LE ULTIME: Partito Terlizzi, Bianchi Arce sarà titolare. Davanti spazio al neoarrivato Sforzini, con Sculli inizialmente fuori ma pronto a subentrare. Nel Bologna non c'è Gabbiadini, infortunato, e Pioli pensa a un 3-4-2-1 con Kone e Diamanti dietro a Gilardino.<BR>SIENA-INTER ore 15<br><br> &nbsp;<br><br> Siena (3-4-2-1): Pegolo; Belmonte, Paci, Felipe; Angelo, Vergassola, Della Rocca, Rubin; Rosina, Reginaldo; Bogdani. <BR>A disp.: Farelli, Marini, Bolzoni, Mannini, Valiani, Verre, Sestu, Paolucci, Emeghara. All.: Iachini. <BR>Squalificati: Terzi, Vitiello <BR>Indisponibili: Pozzi <br><br> Inter (3-4-1-2): Handanovic; Ranocchia, Chivu, Juan Jesus; Schelotto, Zanetti, Gargano, Nagatomo; Guarin; Cassano, Palacio <BR>A disp.: Belec, Carrizo, Silvestre, Pereira, Cambiasso, Benassi, Obi, Stankovic, Kuzmanovic, Alvarez,Milito, Rocchi. All.: Stramaccioni Squalificati: nessuno <BR>Indisponibili: Castellazzi, Samuel, Mudingayi<BR>&nbsp;<BR>MILAN-UDINESE ore 20:45<br><br> &nbsp;<br><br> Milan (4-3-3): Abbiati; Abate, Bonera, Zapata, Constant; Flamini, Montolivo, Boateng; Niang, Pazzini, El Shaarawy. <BR>A disp.: Amelia, Gabriel, Zaccardo, Bonera, Yepes, Mexes, Antonini, Muntari, Nocerino, Robinho, Bojan, Balotelli. All.: Allegri <BR>Squalificati: nessuno <BR>Indisponibili: Didac Vilà, De Jong, Ambrosini, De Sciglio<br><br> Udinese (3-5-1-1): Padelli; Benatia, Danilo, Domizzi; Basta, Pinzi, Allan, Lazzari, Pasquale; Muriel; Di Natale. <BR>A disp.: Scuffet, Favaro, Angella, Heurtaux, Faraoni, Merkel, Gabriel Silva, Pereyra, Maicosuel, Ranegie, Campos Toro. All.: Guidolin Squalificati: nessuno <BR>Indisponibili: Badu (Coppa d'Africa), Brkic, Pawlowski<br><br>C1007650adm001adm001esultanza-ciani-floccari-onazi-e1353255690451.jpgSiNserie-a-probabili-formazioni-1010208.htmSi100075701,02,03,07030200
241010115NewsCampionatiSerie A, ventiduesima giornata: le probabili formazioni20130127111049serie aSerie ALe probabili formazioni dei match della 22^ giornata di Serie A<BR><BR>Domenica 20 gennaio<BR><BR>BOLOGNA-ROMA ore 12.30<BR><BR>Bologna (4-3-1-2): Agliardi; Garics, Antonsson, Sorensen, Morleo; Kone, Perez, Taider; Diamanti; Gabbiadini, Gilardino.<BR>A disp.: Curci, Stojanovic, Sorensen, Carvalho, Motta, Krhin, Pulzetti, Guarente, Riverola, Pasquato, Paponi. All.: Pioli. <BR><BR>Roma (4-3-3): Goicoechea; Piris, Marquinhos, Castan, Balzaretti; Bradley, Tachtsidis, Florenzi; Pjanic, Osvaldo, Totti.<BR>A disp.: Stekelenburg, Lobont, Burdisso, Dodò, Perrotta, Taddei, Marquinho. All.: Zeman<BR><BR>ATALANTA-MILAN ore 15<BR><BR>Atalanta (4-3-2-1): Consigli; Ferri, Canini, Stendardo, Brivio; Biondini, Cigarini, Carmona; Bonaventura, Moralez; Denis.<BR>A disp.: Polito, Matheu, Raimondi, Cazzola, Radovanovic, Ferreira Pinto, Troisi, Schelotto, De Luca,Budan, Parra. All.: Colantuono.<BR><BR>Milan (4-3-3): Abbiati; De Sciglio, Mexes, Zapata, Constant; Flamini, Montolivo, Boateng; Niang, Pazzini, El Shaarawy.<BR>A disp.: Amelia, Gabriel, Acerbi, Bonera, Antonini, Abate, Traoré, Muntari, Nocerino, Emanuelson, Robinho, Bojan. All.: Allegri<BR><BR>CAGLIARI-PALERMO ore 15<BR><BR>Cagliari (4-3-1-2): Agazzi; Pisano, Rossettini, Astori, Avelar; Dessena, Conti, Ekdal; Nainggolan; Ibarbo,Sau.<BR>A disp.: Avramov, Anedda, Del Fabro, Murru, Perico, Casarini, Ceppelini, Eriksson, Cossu, Pinilla,Thiago Ribeiro. All.: Pulga<BR><BR>Palermo (3-4-3): Ujkani; Munoz, Von Bergen, Aronica; Morganella, Rios, Barreto, Dossena; Ilicic, Miccoli, Dybala.<BR>A disp.: Benussi, Brichetto, Cetto, Donati, Kurtic, Anselmo, Viola, Brienza, Sanseverino, Malele,Brienza. All.: Gasperini<BR><BR>CATANIA-FIORENTINA ore 15<BR><BR>Catania (4-3-3): Andujar; Alvarez, Legrottaglie, Spolli, Marchese; Izco, Paglialunga, Salifu; Barrientos, Castro, Gomez.<BR>A disp.: Frison, Terracciano, Capuano, Augustyn, Rolin, Potenza, Bellusci, Ricchiuti, Biagianti, Keko, Doukara. All.: Maran.<BR><BR>Fiorentina (3-5-2): Neto; Roncaglia, Rodriguez, Savic; Cuadrado, Aquilani, Pizarro, Borja Valero, Pasqual; Jovetic, Toni.<BR>A disp.: Viviano, Lupatelli, Tomovic, Camporese, Cassani, Romulo, Llama, Migliaccio, Ljajic, Larrondo, Seferovic. All.: Montella.<BR><BR>PARMA-NAPOLI ore 15<BR><BR>Parma (4-3-3): Mirante; Santacroce, Paletta, Lucarelli, Gobbi; Marchionni, Valdes, Parolo; Biabiany, Belfodil, Sansone.<BR>A disp.: Pavarini, Maceachen, Benalouane, Rosi, Acquah, Morrone, Ninis, Palladino, Pabon, Amauri. All.: Donadoni.<BR><BR>Napoli (3-4-2-1): De Sanctis; Campagnaro, Cannavaro, Britos; Maggio, Dzemaili, Inler, Zuniga; Hamsik; Pandev, Cavani.<BR>A disp.: Rosati, Grava, Fernandez, Gamberini, Uvini, Mesto, Donadel, Armero, El Kaddouri, Insigne, Calaiò. All.: Mazzarri.<BR><BR>SAMPDORIA-PESCARA ore 15<BR><BR>Sampdoria (3-5-2): Romero; Gastaldello, Palombo, Costa; De Silvestri, Obiang, Krsticic, Poli, Estigarribia; Soriano, Icardi.<BR>A disp.: Da Costa, Berni, Rossini, Berardi, Castellini, Poulsen, Mustafi, Tissone, Munari, Maxi Lopez. All.: Rossi.<BR><BR>Pescara (4-3-1-2): Perin; Zanon, Terlizzi, Capuano, Balzano; Cascione, D'Agostino, Nielsen; Bjarnason; Abbruscato, Celik.<BR>A disp.: Pelizzoli, Bocchetti, Bianchi Arce, Cosic, Blasi, Togni, Brugman, Caprari, Vukusic, Jonathas, Caraglio. All.: Bergodi.<BR><BR>UDINESE-SIENA ore 15<BR><BR>Udinese (3-5-1-1): Padelli; Heurtaux, Danilo, Domizzi; Basta, Pinzi, Allan, Lazzari, Pasquale; Muriel; Di Natale.<BR>A disp.: Schuffet, Angella, Coda, Faraoni, Merkel, Gabriel Silva, Pereyra, Maicosuel, Ranegie, Campos Toro. All.: Guidolin<BR><BR>Siena (3-4-1-2): Pegolo; Neto, Contini, Felipe; Angelo, Vergassola, Della Rocca, Rubin; Rosina; Bogdani, Reginaldo.<BR>A disp.: Farelli, Dellafiore, Paci, Belmonte, Del Grosso, Bolzoni, Mannini, Valiani, Agra, Sestu, Emeghara, Paolucci. All.: Iachini.<BR><BR>INTER-TORINO ore 20.45<BR><BR>Inter (3-4-1-2): Handanovic; Ranocchia, Chivu, Juan Jesus; Zanetti, Cambiasso, Gargano, Nagatomo; Guarin; Cassano, Palacio<BR>A disp.: Belec, Silvestre, Nagatomo, Benassi, Mariga, Pereira, Jonathan, Mudingayi, Duncan, Obi, Alvarez, Stankovic, Livaja, Rocchi. All.: Stramaccioni<BR><BR>Torino (4-2-4): Gillet; D'Ambrosio, Glik, Rodriguez, Masiello; Brighi, Gazzi; Meggiorini, Barreto, Bianchi, Santana.<BR>A disp.: Gomis, Di Cesare, Caceres, Darmian, Suciu, Birsa, Bakic, Vives, Stevanovic, Cerci, Sansone. All.: Ventura.<BR><BR><BR>&nbsp;<BR><BR>C1007650adm001adm001elsha420.jpgSiNserie-a-ventiduesima-giornata-le-probabili-formazioni-1010115.htmSi100075701,02,03,06,07,08,09030372
251009992NewsCampionatiSerie A Torino-Siena:obiettivo salvezza20130113095944Serie AProbabili formazioni&nbsp;<br><br> I problemi in difesa per Giampiero Ventura, che dovrà fare a meno di&nbsp;Darmian e Glik squalificati. Al loro posto dovrebbe&nbsp;schierare D'Ambrosio e Di Cesare. Rispetto all'incontro col&nbsp;Catania è probabile l'inserimento di Brighi in mezzo al campo al posto di Gazzi&nbsp;anche lui fermato dai troppi cartellini, e quello di Birsa come esterno sinistro d'attacco al posto di Vives.<br><br> A Iachini&nbsp;mancherà Calaiò, che&nbsp;è un giocatore&nbsp;del Napoli. Al suo posto, presumibilmente, ci&nbsp;sarà Bogdani ad affiancare Rosina in avanti, anche se Paolucci scalpita dopo&nbsp;la rete messa a segno&nbsp;contro il Milan. Mancherà anche l'esterno Angelo per squalifica, per cui&nbsp;Valiani dovrebbe occupare il suo posto grazie all'inserimento di Neto. A sinistra Del Grosso sembra favorito su Rubin.<br><br> Probabili formazioni<br><br> Torino (4-2-4): Gillet; D'Ambrosio, Di Cesare, Rodriguez, Caceres; Brighi, Basha; Cerci, Bianchi, Meggiorini, Birsa. All.: Ventura<br><br> Siena (3-5-2): Pegolo; Neto, Felipe, Paci; Valiani, Vergassola, D'Agostino, Bolzoni, Del Grosso; Bodgani, Rosina. All.: Iachini <br><br>TorinoFL0411FL0411rolando-bianchi.jpgSiNserie-a-torino-siena-probabili-formazioni-1009992.htmSi100427901,02,03010131
261009796NewsCampionatiSerie A Siena-Napoli:momento nero per due20121222121996Serie AProbabili formazioni &nbsp;<br><br> I toscani avranno parecchi problemi di formazione, frutto delle squalifiche di Neto, Paci e Vergassola e delle assenze degli infortunati Sestu, Angelo e Ze Eduardo. In difesa dovrebbe&nbsp;essere Dellafiore ad affiancare Felipe e Contini, mentre in mediana con la gestione Iachini si dovrebbe rivedere dal primo minuto in campo D'Agostino: al suo fianco Bolzoni e Rodriguez. In avanti Rosina dovrebbe&nbsp;supportare Calaiò.<br><br> Mazzarri recupera Gamberini e non dovrà far rimpiangere Cannavaro come perno centrale della difesa. Al suo fianco dovrebbero esserci Britos e uno tra Campagnaro e Fernandez. A causa della squalifica di Inler e la probabile defezione di Dzemaili, Mazzarri sembrerebbe intenzionato a dare una possibilità a Donadel. In avanti Cavani e Insigne. <br><br> Probabili formazioni<br><br> Siena(3-1-4-2): PEGOLO - DELLAFIORE - FELIPE - CONTINI - D'AGOSTINO - VALIANI - BOLZONI - RODRIGUEZ - DEL GROSSO - ROSINA - CALAIO'<br><br> Napoli(3-4-1-2): DE SANCTIS - FERNANDEZ - GAMBERINI - BRITOS - MAGGIO - BEHRAMI - DONADEL - ZUNIGA - HAMSIK - INSIGNE - CAVANI<br><br>SienaFL0411FL0411insigne.jpegSiNserie-a-siena-napoli-probabili formazioni-1009796.htmSi100427901,02,03,08010119
271009756NewsCoppeLazio, che faticata col Siena. 5-2 dcr Top & flop20121219173911lazio siena Lazio-SienaSono serviti i calci di rigore alla Lazio per approdare ai quarti di finale: 4-2 il finale dopo i calci di rigore dove sono stati decisi gli errori di Vergassola e Larrondo. <BR><BR>Petkovic rilancia Diakitè e schiera in avanti Kozak e Floccari: neinte turnover per Candreva, Hernanes e Luilic. Dall'altro lato Iachini, all'esordio, schiera Reginaldo e Bogdani di punta.<BR><BR>Partita rocambolesca con la Lazio che prova a fare la partita, ma col Siena che non didegna sortite offensive. Bisogna attendere però il 56' per vedere il primo gol, frutto di un autogol di Cana: i biancocelesti&nbsp;vanno all'assalto dell'avversario e trovano il pareggio all'ultimo respiro grazie a Ciani.&nbsp;&nbsp;Nessuna emozione ai supplementari: passa&nbsp;la Lazio ai rigori 4-2.<BR><BR>Top<BR><BR>Ciani 7:&nbsp;ottima prova la sua. Si conferma un&nbsp;bell'acquisto: il suo gol oggi risulta decisivo.<BR><BR>Valiani 6,5: tanta corsa e sacrificio. Insostituibile&nbsp;<BR><BR>Flop<BR><BR>Cana 5: sfruttare il poco spazio concesso dal tuo allenatore con un autogol non è proprio una genialata<BR><BR>Larrondo 5: non entra nel match e sbaglia pure il rigore.<BR><BR>C1007650FL0141FL0141esultanza-ciani-floccari-onazi-e1353255690451.jpgSiNlazio-che-faticata-col-siena-4-2-d-c-r-top-6-flop-1009756.htmSiT1000018,T1000025100205001,02,03030191
281009745NewsCoppeOttavi di Coppa Italia ore 15, Lazio-Siena: il Catania aspetta20121219102033Ottavi di Coppa ItaliaProbabili formazioniOggi pomeriggio alle 15 saranno di fronte all'Olimpico Lazio e Siena per disputarsi l'accesso ai quarti di Coppa Italia. Chi vincerà dovrà vedersela il 9 gennaio con il Catania di Maran, che ha eliminato il Parma ai calci di rigore.<BR><BR>Vladimir Petkovic ha ormai fatto fuori l'argentino Zarate, che&nbsp;in pratica si è autoescluso non avendo risposto alla convocazione. Klose sarà tenuto a riposo e saranno Kozak e Floccari a giocare in attacco. Tanto turnover, come di consueto nei match di coppa Italia,&nbsp;anche negli altri reparti: dovrebbero essere della partita dal 1' i vari Brocchi, Onazi e Cana. L'albanese giocherà al centro della difesa, che potrebbe essere a 3: Petkovic potrebbe infatti scendere in campo con un inedito 3-5-2.<BR><BR>Dall'altra parte si assisterà all'esordio&nbsp;di Beppe Iachini sulla panchina del Siena dopo l'esonero di Serse Cosmi. Il modulo di partenza dovrebbe essere lo stesso 3-5-2 ma con uomini diversi&nbsp;rispetto al campionato.&nbsp;Dovrebbero esserci&nbsp;Farelli tra i pali, Rodriguez&nbsp;a centrocampo e Reginaldo in avanti. I tre squalificati in&nbsp;campionato, Vergassola, Neto e Paci saranno ovviamente dell'incontro perchè avranno tutto il tempo di riposare.<BR><BR>Probabili formazioni<BR><BR>LAZIO(3-5-2): Bizzarri - Biava - Cana - Ciani - Cavanda - Brocchi - Onazi - Hernanes - Lulic<BR>Kozak - Floccari<BR><BR>SIENA(3-5-2): Farelli - Felipe - Neto - Paci - Del Grosso - Rodriguez - Vergassola - Valiani - Rosina - Reginaldo - Larrondo<BR><BR>RomaFL0411FL0411petkovic.jpgSiNottavi-coppa-italia-lazio-siena-probabili-formazioni-1009745.htmSi100427901,02,03,09010278
291009722NewsCampionatiSiena: ufficiale Iachini20121217162627siena iachiniBeppe IachiniE' ufficiale: Beppe Iachini è il nuovo allenatore del Siena al posto di Serse Cosmi, esonerato ieri dopo la disfatta di Firenze.<br><br> Sul sito ecco anche le prime parole del nuovo mister:<EM> "Sono abituato a parlare sul campo, prometto il massimo del lavoro e dell'entusiasmo per raggiungere l'obiettivo della permanenza in Serie A. Se sono qui e' perche' credo in questo gruppo e nella capacita' dei ragazzi. Ringrazio la societa' della stima e della fiducia, che cerchero' di ripagare ogni giorno con l'impegno sul campo per costruire mattone per mattone la nostra salvezza" </EM><br><br>C1007650FL0141FL0141giuseppe+iachini+ac+chievo+verona+v+brescia+hhcc9jszma8l.jpgSiNsiena-ufficiale-iachini-1009722.htmNoT1000025100205001,02,03030176
301006179NewsCalciomercatoSampdoria, Garrone: «Scelto Ferrara per ripartire»20120703111531sampdoria, ferrara«Con Benitez abbiamo avuto un contatto»<P>A <EM>Radiosportiva</EM> è intervenuto il vicepresidente della <STRONG>Sampdoria</STRONG> <STRONG>Edoardo Garrone</STRONG>, che ha illustrato i progetti del club blucerchiato per la prossima stagione.</P> <P>Su scelta panchina: "Con Benitez abbiamo avuto un contatto ma poi il rapporto non si è concretizzato. Ciro Ferrara non è stata certo una scleta di ripiego. Abbiamo pensato a lui perchè<BR>è stato un grande campione e rappresenta la faccia pulita del calcio e siamo convinti di poter partire insieme per un progetto importante. Con lui siamo pronti per condividere tutte le scelte del mercato e un nuovo ciclo. Perchè dell´addio con Iachini? A lui dobbiamo molto per il gran lavoro che ha scvolto, ma per un progetto a lungo termine abbiamo pensato ad una scelta diversa. Comunque ci siamo lasciati con grande rispetto".</P> <P>Giovani e nuovo ciclo blucerchiato: "Il modello da imitare? L´Udinese. E´ un club che da 20 anni lavora sul settore giovanile ed è un esempiuo da seguire. La Samp non può lavorare come le stesse forze grandi, ma può crescere e fare punti con le migliori risorse professionali. In questo senso vorremo cercare di imitare il lavoro incentrato sui giovani portato avanti dall´Udinese".</P> <P>Ritorno tra le grandi - "Per tornare in serie A abbiamo investito in risorse umane e organizzative. Respingiamo ogni voce che aveva parlato di una retrocessione manovrata, sono solo voci infondate. Abbiamo sempre lavorato per tornare al massimo calcio. Grazie anche a Pasquale Sensibile che ha fatto un grande lavoro, soprattutto nel seguire la squadra nelle difficoltà: con tre promozioni e anche lo scudetto quest´anno conquistato dagli allievi nazionali ha dimostrato di saper mettere a futuro un gran lavoro"</P> <P>Su polemica Abete: Da tempo credo che la Lega debba essere riformata. Condivido le parole di Abete, perchè solo cambiando la governance, la Lega potrebbe avere un ruolo più incisivo. Ad oggi si discute solo della ripartizione dei diritti tv, mentre si dovrebbe lavorare a progetti ben più ampi".</P> <P>Su ritorno Cassano e Pazzini: "Cassano ha espresso di tornare a Genoa, città e piazza a cui è molto legato, anche se adesso i tempi non sono maturi. Anche Pazzini è rimasto nel cuore dei nostri tifosi, ma inanzitutto dipenderà dalla volontà dell´Inter".</P>C1000075Genovaadm001adm001ferrara-ciro.jpgSiNsampdoria-garrone-scelto-ferrara-per-ripartire-1006179.htmNoT1000097100075701,02,03010382
311006143NewsCalciomercatoSamp: il nuovo allenatore sarà Ferrara20120701134752ferrara-sampCiro Ferrara<P>Praticamente conclusa la trattativa per portare il tecnico dell'Under 21 Ciro Ferrara a Genova, sponda Samp.</P> <P>L'ex tecnico della Juve, salvo imprevisti, domani dovrebbe firmare il biennale propostogli da Garrone. </P> <P>Il napoletano raccoglie l'eredità di Iachini, capace di portare la squadra in Serie A dopo solo un anno: prima di lui la panchina era stata offerta a Benitez e Deschamps, ma entrambi avevano dato picche.</P>GenovaFL0141FL0141ferrara-ciro.jpgSiNsamp-il-nuovo-allenatore-sara-ferrara-1006143.htmSi100205001,02,03010244
321005789NewsCampionatiToh, chi si rivede: Benitez alla Samp?20120616131531benitezRAFA BENITEZ<P>Dopo 6 mesi d'Inter, una coppa del Mondo vinta con i nerazzurri, Rafa Benitez fu cacciato prepotentemente dall'Italia, senza poter dimostrare il proprio effettivo valore. </P> <P>Ecco però qualcuno credere in lui: Garrone, presidente della Samp, non sembra intenzionato a rinnovare con Iachini,&nbsp;e l'idea Benitez lo alletta moltissimo. Tant'è che già sono stati aperti i contatti per portare nella Genova blucerchiata l'ex tecnico del Liverpool e lunedì lo spagnolo dovrebbe incontrare i dirigenti e cercare un accordo. </P> <P>La volontà c'è da ambo le parti visto che la società cerca un allenatore di punta e il tecnico vuole ha tanta sete di vendetta verso il nostro campionato: il problema però è lo stipendio dell'allenatore. Se la trattativa salta pronto un'altro ex ripudiato interista, ovvero Giampiero Gasperini.</P>FL0141FL0141Benitez Inter.jpgSiNtoh-chi-si-rivede-benitez-alla-samp-1005789.htmSi100205001,02,03010259
331005733NewsCampionatiGarrone allontana Cassano dalla Samp: «E` incompatibile con noi»20120614101531garrone-cassanoGARRONE CASSANO<P>Stavolta il figliol prodigo a casa non ci torna. Riccardo Garrone è stato molto chiaro su Antonio Cassano che, due giorni fa, aveva detto di sognare un suo ritorno a Genova, sponda Samp.</P> <P><EM>"Per quanto mi riguarda ho perdonato Antonio, già da lungo tempo. Ma non lo ritengo compatibile con le nostre esigenze di avere una squadra coesa e uno spogliatoio tranquillo.&nbsp;</EM> <EM>Una delle ragioni dello straordinario successo ottenuto quest'anno è dovuto alla coesione del gruppo. Cassano è un bravo ragazzo, buono e generoso, a tratti bizzarro e le sue parole d'amore corrispondono a quanto proviamo noi per lui.. Ma purtroppo ogni tanto emette delle schegge impazzite e quando succede crea i casini che ha sempre creato. Ecco perchè nel nostro spogliatoio sarebbe incompatibile. Iachini lo vorrebbe? &nbsp;non l'ha mai avuto sotto di se&nbsp;e non sa cosa significhi averlo".&nbsp;<BR></EM>&nbsp;</P>FL0141FL0141abbraccio_cassano_garrone_sampdoria_getty.jpgSiNgarrone-allontana-cassano-dalla-samp-e-incompatibile-con-noi-1005733.htmSi100205001,02,03010304
341005654NewsCampionatiVarese-Sampdoria 0-1. I blucerchiati tornano in serie A20120609232022SampdoriaLa Sampdoria torna in A<P>Dopo un solo anno di purgatorio la Sampdoria torna inserie A: la squadra di Iachini ha battuto il Varese 1-0 legittimando il risultato della gara di andata e conquistando la promozione nella massima serie. I tifosi doriani, dopo le incredibili sofferenze dell'anno passato e le deludenti prestazioni di buona parte del torneo di serie B possono così tornare a festeggiare. Nella nuova serie A dunque ci saranno Torino, Pescara e Sampdoria.</P> <P><BR>Primo tempo molto fisico e intens nei primi venti minuti la Samp pensa più a difendere che ad attaccare, il Varese fa la partita e si rende pericoloso dalle parti di Da Costa soprattutto sui calci d'angolo e con una bella azione di Granoche, che su girata colpisce la traversa.&nbsp; Con il passare dei minuti però i blucerchiati alzano il proprio baricentro sfruttando la velocità diEdere le incursioni diMunarie sfiorano il gol in più occasioni. La più clamorosa accade al 34esimo, quando Munari defilato sulla destra crossa in area per Pozzi: il tiro dell'attaccante è parato, ma sul proseguio dell'azione Soriano tira a un metro dalla porta e Terlizzi respinge incredibilmente il pallone sulla linea salvando il risultato. </P> <P>Un minuto dopo ancora uno scatenato Munari sfiora il gol di testa mentre nel finale è il Varese a riaffacciarsi nell'area doriana, ma le azioni sono confuse e non si concretizzano. Nellaripresa il Varese cala vistosamentecomplice una Samp ben messa in campo e quadrata: la squadra di Maran prova a creare superiorità numerica con dei dribling e delle azioni personali che riescono raramente e i lanci lunghi verso gli attaccanti sono preda di un Gastaldello statuario. </P> <P>Eder si fa male e deve uscire, ma l'equilibrio del match non cambia perchè il Varese non riesce a costruire azioni pericolose e la Samp ben messa in campo patisce poco un Varese che sembra stanco. Nel finale i padroni di casa tentano l'assedio e sfiorano il gol con Plasmati, ma a segnare è la Samp:Rispoliparte in contropiede e Pozzisfrutta alla perfezione l'assist del compagno superando il portere Bressan. E' il gol che vale la promozione e lo segna un giocatore che non ha mai mollato e che ha meso lo zampino in questa stagione segnando 19 reti. </P> <P>Al triplice fischio esplode la festa dei giocatori in campo, della panchina, dei tifosi dorianipresenti allo stadio Ossola e dei numerosissimi supportes radunati davanti al maxi schermo di piazzale Kennedy. La festa proseguirà, è facile intuirlo, sino a tarda notte: una festa che sa di liberazione dopo i momenti difficili vissuti nella passata stagione.<BR><BR></P>GenovaFL0112FL0112ultras_sampdoria_getty_1.jpgSiNla-sampdoria-torna-in-serie-a-1005654.htmSiT1000097100456601,02,03010294
351005522NewsCampionatiSassuolo-Sampdoria: 1-1 Top e flop del match20120602224233sassuolo-sampdoriaSampdoria in finale<SPAN><SPAN style="LEFT: -999999px; OVERFLOW: hidden; WIDTH: 1px; CLIP: rect(0px 0px 0px 0px); POSITION: absolute; TOP: auto; HEIGHT: 1px"><B>Sassuolo Sampdoria, probabili formazioni</B><BR></SPAN> <P>Bastava un pari alla Samp al Braglia per poter accedere ala finale playoff col Varese, e così è stato: finisce 1-1 coi gol di Pozzi su rigore e Valeri nella ripresa. Vani gli attacchi finali dei nero-verdi. </P> <P><STRONG>Sassuolo- Sampdoria: </STRONG>1-1 Pozzi al 10' su rigore, Valeri al 63'</P> <P><STRONG>&nbsp;Ammoniti: </STRONG>Gazzola (SS), Piccioni (SS), Renan (SA)</P> <P><STRONG>Espulsi: </STRONG>Piccioni al 95'&nbsp;per doppia ammonizione</P> <P><STRONG>Sassuolo (3-4-1-2):</STRONG> Pomini 6; Piccioni 5.5, Terranova 6, Marzorati 6; Gazzola 6&nbsp;(al 46' Troianiello 6.5), Magnanelli 6, Valeri 7, Longhi 6&nbsp;(Consolini 6&nbsp;al 73'); Missiroli 5.5; Sansone 6, Boakye 5&nbsp;(Noselli al 74'). <STRONG>A disp:</STRONG> Bassi, Cofie, Bianchi, Burno. &nbsp;<STRONG>Allenatore</STRONG>: Pea.</P> <P><STRONG>Sampdoria (4-3-1-2):</STRONG> Da Costa 6.5; Rispoli 6, Gastaldello 6.5, Rossini 6, Costa 5.5; Munari 6, Obiang 6&nbsp;(Volta al 90'), Renan 5.5; Juan Antonio 5.5&nbsp;(al 71' Soriano); Eder 6, Pozzi 7&nbsp;(al 73' Pellè). &nbsp;<STRONG>A disp:</STRONG> Fiorillo, Berardi, Volta, Semioli, Foggia. <STRONG>Allenatore</STRONG>: Iachini.</P> <P><STRONG>TOP:</STRONG> <STRONG>Valeri.</STRONG> Se la squadra può sperare fino alla fine è tutto merito del suo gol. A centrocampo da grande sostanza.</P> <P><STRONG>Pozzi</STRONG>: Il suo gol su rigore vale mezza stagione</P> <P>FLOP: <STRONG>Boakye</STRONG>: grandissima delusione del match. Ci si sarebbe aspettati molto di più da lui, che però è stato un assente ingiustificato</P> <P><STRONG>Juan Antonio</STRONG>: in una partita dove serve poco la fantasia ma contavano cuore e gambe, ecco che&nbsp;il talento della Samp si spegne facilmente, per essere sostituito a metà ripresa.</P><SPAN style="LEFT: -999999px; OVERFLOW: hidden; WIDTH: 1px; CLIP: rect(0px 0px 0px 0px); POSITION: absolute; TOP: auto; HEIGHT: 1px"><BR><BR> <ADDRESS>Potrebbe interessarti: <A href="http://www.genovatoday.it/sport/sampdoria/probabili-formazioni-sassuolo-sampdoria-2-giugno-2012.html">http://www.genovatoday.it/sport/sampdoria/probabili-formazioni-sassuolo-sampdoria-2-giugno-2012.html</A><BR>Seguici su Facebook: <A href="http://www.facebook.com/pages/Genova-Today/113510678752010">http://www.facebook.com/pages/Genova-Today/113510678752010</A></ADDRESS></SPAN></SPAN>FL0141FL0141nicola_pozzi_samp_getty.jpgSiNlive-sassuolo-sampdoria-pagelle-top-flop-risultato-marcatori-1005522.htmSi100205001,02,03030197
361005462NewsCampionatiSerie B - Sampdoria-Sassuolo: cronaca, risultato e marcatori20120530201531sampdoria, sassuoloLIVE - Sampdoria-Sassuolo<P>Segui la diretta su IlCalcio24.com della semifinale play off d'andata tra Sampdoria e Sassuolo. Partita ore 18.30.</P> <P>Finale&nbsp;<STRONG>2-1 (p.t. 1-1): 34' Missiroli, 44' Eder (S), 54' Pozzi (S)</STRONG></P> <P>ammonisti:&nbsp;Eder, Da Costa, Foggia, Sansone, Gastaldello, Pozzi, Troianiello&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp; espulsi:</P> <P>92' - Termina il match.</P> <P>84' - Entra Pellé, esce Eder.</P> <P>82' - Ci prova Obiang, palla fuori.</P> <P>63' - Ci prova Juan Antonio, para il portiere.</P> <P>58' - Ci prova Obiang.</P> <P>54' - Gooooolll Pozzi di testa su assist di Eder porta in vantaggio i padroni di casa.</P> <P>52' - Dentro Juan Antonio, fuori Foggia.</P> <P>46' - Comincia il secondo tempo.</P> <P>45' - Termina il primo tempo.</P> <P>44' - Goooooollll Eder di testa pareggia per i padroni casa.&nbsp;</P> <P>38' - Missiroli salva sulla linea, padroni di casa vicini al pareggio.</P> <P>34' - Goooollll Missiroli di testa porta in vantaggio gli ospiti, approfittando di un errore di Pozzi e Da Costa che si disturbano.</P> <P>33' - Da Costa para il rigore calciato da Sansone.</P> <P>31' - Fallo di Da Costa su Boakye rigore per il Sassuolo.</P> <P>28' - Le due squadre non riescono a trovare spazi.</P> <P>16' - Partita bloccata.</P> <P>3' - Valeri si divora il vantaggio di testa.</P> <P>1' - Comincia il match</P> <P>Sampdoria (4-3-1-2): Da Costa; Rispoli, Gastaldello, Rossini, Costa; Munari, Obiang, Renan; Foggia (52' Juan Antonio); Pozzi, Eder (84' Pellé). A disposizione: Fiorillo, Volta, Castellini, Soriano, Juan Antonio, Pellè, Semioli. All. Iachini</P> <P>Sassuolo (3-5-2): Pomini; Marzoratti, Piccioni, Terranova; Gazzola, Cofie, Valeri, Missiroli, Longhi; Boakye (56' Troianiello), Sansone (87' Noselli). A disposizione: Bassi, Bianchi, Magnanelli, Consolini, Bruno, Troianello, Noselli. All. Pea</P>C1000075adm001adm001tifosi.jpgSiNserie-b-live-diretta-semifinale-play-off-sampdoria-sassuolo-formazioni-ufficiali-risultato-marcatori-1005462.htmSiT1000097,T1000098100075701,02,03030969
371005219NewsCampionatiSampdoria-Pescara, le pagelle. Top Caprari e Juan Antonio. Flop Romero20120520201531sampdoria, pescaraVittoria che vale la promozione<P>Finale 1-3 (p.t. 0-2): 18' e 60' Caprari, 29' Immobile, 83' Juan Antonio (S)</P> <P>Sampdoria (4-3-1-2): Romero 4; Rispoli 5, Gastaldello 5, Rossini 5, Costa 5.5; Munari 6, Obiang 5.5, Renan 5.5; Foggia 5 (64' Juan Antonio 6); Icardi 5 (63' Fornaroli 6), Pozzi 5.5 (71' Krsticic s.v.). A disp: Da Costa, Volta, Laczko. Allenatore: Iachini 5</P> <P>Pescara (4-3-3): Anania 7; Balzano 7, Brosco 7, Capuano 7.5,&nbsp; Bocchetti 6.5; Nielsen 7, Verratti 7.5, Cascione 7; Caprari 8 (68' Sansovini 6) , Immobile 7.5, Insigne 7.5 (84' Kone s.v.). A disp: Ragni, Zanon, Perrotta, Gessa, Maniero. Allenatore: Zeman 8</P> <P><BR><STRONG><EM>Top Sampdoria <BR></EM></STRONG>Juan Antonio: entra&nbsp;e da più vivacità ai suoi.</P> <P><STRONG><EM>Flop Sampdoria</EM></STRONG><BR>Romero: colpevole sulle prime due reti subite.</P> <P><STRONG><EM>Top Pescara<BR></EM></STRONG>Caprari: una doppietta che vale la promozione.</P> <P>Verratti: a centrocampo è il dominatore assoluto.</P> <P><STRONG><EM>Flop Pescara</EM></STRONG><BR>nessuno</P> <P>&nbsp;</P>C1000075adm001adm001pescara.jpgSiNserie-b-sampdoria-pescara-pagelle-top-flop-risultato-marcatori-1005219.htmSiT1000095,T1000097100075501,02,03030302
381004979NewsCampionatiSampdoria, Bertani non si allenerà più con la squadra20120511144131sampdoria, bertaniIn accordo con la società blucerchiataIn accordo con la società blucerchiata, l'attaccante della <STRONG>Sampdoria</STRONG>, <STRONG>Cristian Bertani</STRONG>, non si allenerà più, almeno per questa stagione, con la squadra guidata da <STRONG>Beppe Iachini</STRONG>. "Lo abbiamo deciso assieme, io e la società, non volevo con la mia presenza turbare uno spogliatoio che deve conquistare a tutti i costi la serie A. Io mi difenderò. E tornerò. Gli insulti dei tifosi? Accetto tutto, li capisco, dopo quello che hanno letto e sentito. È legittimo. Spero però che chi mi ha conosciuto non dimentichi chi sono veramente e il discorso vale anche per Sensibile, che forse ho deluso, anche se so quanto mi apprezzi".C1000075adm001adm001bertani.jpgSiNsampdoria-bertani-non-si-allenera-piu-con-la-squadra-1004979.htmNoT1000097100075701,02,03030190
391004001NewsCampionatiSerie B, probabili formazioni 35° turno20120414111531serie b, verona, reggina, sampdoria, torinoPartite ore 15<P>Partite ore 15.</P> <P>Cittadella-Ascoli:<BR>CITTADELLA (4-3-3): Cordaz; Ciancio, Pellizzer, Scardina, Marchesan; Vitofrancesco, Schiavon, Paolucci; Di Roberto, Di Nardo, Di Carmine. All. Foscarini<BR>ASCOLI (3-5-2): Guarna; Scalise, Andelkovic, Faisca, Peccarisi, Tomi; Parfait, Pederzoli, Sbaffo; Papa Waigo, Soncin. All. Silva<BR>ARBITRO: Gallione<BR>SQUALIFICATI: Martinelli (C), Di Donato (A)</P> <P>Verona-Bari:<BR>VERONA (4-3-3): Rafael; Cangi, Mareco, Ceccarelli, Pugliese; Hallfredsson, Tachtsidis, Jorginho; Berrettoni, Ferrari, Gomez. All. Mandorlini<BR>BARI (4-3-3): Lamanna; Crescenzi, Borghese, Dos Santos, Garofalo; De Falco, Scavone, Romizi; Caputo, Stoian, Forestieri. All. Torrente<BR>ARBITRO: Di Paolo<BR>SQUALIFICATI: Maietta, Scaglia (V), Bogliacino (B)</P> <P>Grosseto-Nocerina:<BR>GROSSETO (4-4-2): Viotti; Antei, Padella, Olivi, Calderoni; Alfageme, Sciacca, Crimi, Caridi; Sforzini, Keko. All. Ugolotti<BR>NOCERINA (3-4-3): Concetti; Pomante, Di Maio, Di Franco; Barusso, Bruno, Laverone, Giuliatto; Farias, Merino, Castaldo. All. Auteri<BR>ARBITRO: Gavillucci<BR>SQUALIFICATI: Parola (N)</P> <P>Gubbio-Vicenza:<BR>GUBBIO (3-5-2): Farabbi; Cottafava, Benedetti, Caracciolo; Almici, Lunardini, Nwankwo, Buchel, Rui Mario; Ragatzu, Ciofani. All. Apolloni<BR>VICENZA (4-4-2): Frison; Brighenti, Tonucci, Zanchi, Bianco; Mustacchio, Soligo, Botta, Gavazzi; Abbruscato, Paolucci. All. Beghetto<BR>ARBITRO: Nasca<BR>SQUALIFICATI: Bartolucci, Briganti (G), Maiorino, Martinelli, Pisano (V)</P> <P>Modena-Varese:<BR>MODENA (4-3-1-2): Caglioni; Perticone, Diagouraga, Perna, Milani; Ciaramitaro, Dalla Bona, Nardini; Di Gennaro; Cellini, Ardemagni. All. Bergodi<BR>VARESE (4-4-2): Bressan; Cacciatore, Troest, Terlizzi, Grillo; Nadarevic, Filipe, Kurtic, Zecchin; Neto Pereira, Granoche. All. Maran<BR>ARBITRO: Viti<BR>SQUALIFICATI: Carini (M)</P> <P>Pescara-Livorno:<BR>PESCARA (4-3-3): Anania; Balzano, Romagnoli, Capuano, Zanon; Nielsen, Verratti, Cascione; Caprari, Immobile, Insigne. All. Zeman<BR>LIVORNO (4-3-1-2): Bardi; Salviato, Bernardini, Knezevic, Lambrughi; Morosini, Luci, Belingheri; Siligardi; Paulinho, Dionisi. All. Madonna<BR>ARBITRO: Baratta<BR>SQUALIFICATI: nessuno</P> <P>Reggina-Crotone:<BR>REGGINA (3-5-2): Belardi; Angella, Freddi, Cosenza; Rizzato, Armellino, Viola N., Barillà, Ragusa; A. Viola, Bonazzoli. All. Gregucci<BR>CROTONE (4-2-3-1): Belec; Correia, Vinetot, Abruzzese, Mazzotta; Eramo, Galardo; Gabionetta, Florenzi, Sansone; Caetano Calil. All Drago<BR>ARBITRO: Merchiori<BR>SQUALIFICATI: Emerson (R)</P> <P>Sampdoria-Brescia:<BR>SAMPDORIA (4-3-1-2): Romero; Rispoli, Gastaldello, Rossini, Laczko; Munari, Obiang, Renan; Juan Antonio; Pellè, Eder. All. Iachini<BR>BRESCIA (3-5-2): Arcari; Martinez, Caldirola, De Maio; Zambelli, Mandorlini, Cordova, Vass, Daprelà; Jonathas, El Kaddouri. All. Calori<BR>ARBITRO: Ostinelli<BR>SQUALIFICATI: Berardi, Costa (S), Salamon (B)</P> <P>Lunedì 16, ore 19:00<BR>Albinoleffe-Empoli<BR>ALBINOLEFFE (4-4-2): Offredi; D`Aiello, Piccinni, Lebran, Cristiano; Foglio, Previtali, Hetemaj, Laner; Torri, Germinale<BR>EMPOLI (4-3-1-2): Dossena; Vinci, Gorzegno, Stovini, Regini; Signorelli, Moro, Coppola; Brugman; Maccarone, Tavano<BR>ARBITRO: Giacomelli<BR>SQUALIFICATI: Cissè (A), Ficagna, Saponara (E)</P> <P>Ore 20:45<BR>Torino-Sassuolo:<BR>TORINO (4-2-4): Benussi; Darmian, Glik, Ogbonna, Parisi; Basha, Vives; Stevanovic, Bianchi, Antenucci, Guberti<BR>SASSUOLO (3-4-1-2): Pomini; Marzoratti, Bianco, Terranova; Gazzola, Magnanelli, Valeri, Longhi; Missiroli; Masucci, Bruno<BR>ARBITRO: Irrati<BR>SQUALIFICATI: nessuno</P>C1000075adm001adm001ragusa.jpgSiNserie-b-probabili-formazioni-giornata-sampdoria-verona-reggina-torino-1004001.htmSiT1000083,T1000085,T1000086,T1000087,T1000088,T1000091,T1000092,T1000093,T1000094,T1000096,T1000097,T1000098,T1000099,T1000101,T1000102,T1000081,T1000082,T1000089,T1000090,T1000095,T1000084100075701,02,03030220
401003700NewsCampionatiSerie B, probabili formazioni 34° turno20120406132331serie bPartita fondamentale per Torino e Reggina<P>Ore 17:00</P> <P>Brescia-Verona:<BR>BRESCIA (3-5-2): Arcari; Martinez, Caldirola, De Maio; Mandorlini, Rossi, Salamon, Vass, Daprelà; Jonathas, El Kaddouri. All. Calori<BR>VERONA (4-3-3): Rafael; Abbate, Mareco, Maietta, Pugliese; Russo, Tachtsidis, Jorginho; Berrettoni, Ferrari, Gomez. All. Mandorlini<BR>ARBITRO: Giancola</P> <P>Vicenza-Juve Stabia:<BR>VICENZA (3-5-2): Frison; Augustyn, Giani, Martinelli; Gavazzi, Rigoni, Pinardi, Botta, Bianco; Abbruscato, Paolucci. All. Beghetto<BR>JUVE STABIA (4-4-2): Seculin; Baldanzeddu, Molinari, Maury, Di Cuonzo; Erpen, Mezavilla, Scozzarella, Di Tacchio; Falcinelli, Sau. All. Braglia<BR>ARBITRO: Mariani</P> <P>&nbsp;</P> <P>Ore 19:00<BR>Torino-Reggina:<BR>TORINO (4-2-4): Benussi; Darmian, Glik, Ogbonna, Parisi; Basha, Vives; Stevanovic, Bianchi, Antenucci, Guberti. All. Ventura<BR>REGGINA (4-3-3): Belardi; D`Alessandro, Angella, Cosenza, Rizzato; Rizzo, Armellino, Barillà; Campagnacci, Bonazzoli, Ragusa. All. Gregucci<BR>ARBITRO: Velotto</P> <P><BR>Crotone-Sampdoria:<BR>CROTONE (4-3-1-2): Belec; Correia, Vinetot, Abruzzese, Mazzotta; Florenzi, Eramo, Galardo; Caetano; Gabionetta, Sansone. All. Drago<BR>SAMPDORIA (4-3-1-2): Romero; Berardi, Gastaldello, Rossini, Laczko; Munari, Obiang, Renan; Juan Antonio; Pellè, Eder. All. Iachini<BR>ARBITRO: Candussio</P> <P><BR>Livorno-Padova:<BR>LIVORNO (4-3-2-1): Bardi; Salviato, Bernardini, Knezevic, Lambrughi; Filkor, Morosini, Barone; Siligardi, Schiattarella; Paulinho. All. Madonna<BR>PADOVA (4-3-1-2): Perin; Donati, Legati, Trevisan, Renzetti; Bovo, Italiano, Cuffa; Bentivoglio; Cutolo, Succi. All. Dal Canto<BR>ARBITRO: Ciampi</P> <P><BR>Sassuolo-Modena:<BR>SASSUOLO (3-4-1-2): Pomini; Marzorati, Bianco, Terranova; Gazzola, Magnanelli, Valeri, Longhi; Missiroli; Boakye, Bruno. All. Pea<BR>MODENA (4-3-1-2): Caglioni; Perticone, Diagarouga, Perna, Milani; Nardini, Ciaramitaro, Dalla Bona, Signori; Di Gennaro; Cellini, Ardemagni. All Bergodi<BR>ARBITRO: Di Bello</P> <P><BR>Nocerina-Empoli:<BR>NOCERINA (4-2-3-1): Concetti; Laverone, Pomante, Di Maio, De Franco; Barusso, Bruno; Farias, Merino, Catania; Castaldo. All. Auteri<BR>EMPOLI (4-3-1-2): Dossena; Vinci, Ficagna, Stovini, Regini; Signorelli, Moro, Coppola; Saponara; Maccarone, Tavano<BR>ARBITRO: Tommasi</P> <P><BR>Cittadella-Gubbio:<BR>CITTADELLA (4-3-3): Cordaz; Ciancio, Pellizzer, Martinelli, Marchesan; Vitofrancesco, Busellato, Carra; Di Roberto, Di Nardo, Maah. All. Foscarini<BR>GUBBIO (5-3-2): Donnarumma; Bartolucci, Briganti, Cottafava, Benedetti, Mario Rui; Sandreani, Boisfer, Raggio Garibaldi; Mastronunzio, Guzman. All. Apolloni<BR>ARBITRO: Viti</P> <P><BR>Bari-Grosseto:<BR>BARI (4-3-3): Lamanna; Crescenzi, Borghese, Dos Santos, Garofalo; De Falco, Scavone, Bogliacino; Bellomo, Stoian, Defendi. All. Torrente<BR>GROSSETO (4-4-2): Viotti; Petras, Padella, Olivi, Calderoni; Sciacca, Crimi, Ronaldo, Caridi; Sforzini, Alfageme. All. Ugolotti<BR>ARBITRO: Cervellera</P> <P><BR>Ascoli-Albinoleffe:<BR>ASCOLI (5-3-2): Guarna; Scalise, Ciofani, Andelkovic, Faisca, Tomi; Di Donato, Pederzoli, Sbaffo; Gerardi, Falconieri. All. Silva<BR>ALBINOLEFFE (4-4-2): Offredi; Luoni, D`Aiello, Bergamelli, Cristiano; Pacilli, Laner, Hetemaj, Foglio; Torri, Cissè. All. Salvioni<BR>ARBITRO: Baratta<BR>&nbsp;</P>C1000075adm001adm001antenucci.jpgSiNserie-b-probabili-formazioni-giornata-1003700.htmSiT1000083,T1000085,T1000086,T1000087,T1000088,T1000091,T1000092,T1000093,T1000094,T1000096,T1000097,T1000098,T1000099,T1000101,T1000102,T1000081,T1000082,T1000089,T1000090,T1000095,T1000084100075701,02,03030216
411003444NewsCampionatiSerie B, probabili formazioni del 33° turno20120331110746serie b, torino, sampdoriaPescara-Bari la partita più interessante<P>Queste le probabili formazioni del 33° turno di Serie B.</P> <P>EMPOLI (4-3-1-2): Dossena; Gorzegno, Ficagna, Stovini, Regini; Zè Eduardo, Guitto, Moro; Brugman; Maccarone, Dumitru. All. Aglietti<BR>TORINO (4-2-4): Benussi; Darmian, Glik, Ogbonna, Parisi; Basha, Vives; Stevanovic, Bianchi, Antenucci, Guberti. All. Ventura<BR>ARBITRO: Calvarese</P> <P>Sampdoria-Nocerina:<BR>SAMPDORIA (4-3-1-2): Romero; Rispoli, Gastaldello, Rossini, Castellini; Munari, Obiang, Renan; Juan Antonio; Pellè, Eder. All. Iachini<BR>NOCERINA (4-2-3-1): Concetti; Laverone, Rea, De Franco, Figliomeni; Mingazzini, Bruno; Negro, Merino, Farias; Castaldo. All. Auteri<BR>ARBITRO: Baracani</P> <P>Padova-Crotone:<BR>PADOVA (4-3-1-2): Perin; Donati, Legati, Schiavi, Renzetti; Bovo, Bentivoglio, Cuffa; Marcolini; Ruopolo, Succi. All. Dal Canto<BR>CROTONE (4-3-1-2): Belec; Correia, Vinetot, Tedeschi, Mazzotta; Florenzi, Eramo, Galardo; Caetano; Gabionetta, Sansone. All. Drago<BR>ARBITRO: Velotto</P> <P>Pescara-Bari:<BR>PESCARA (4-3-3): Anania; Zanon, Romagnoli, Capuano, Balzano; Nielsen, Verratti, Kone; Sansovini, Immobile, Insigne. All. Zeman<BR>BARI (4-3-3): Lamanna; Ceppitelli, Borghese, Dos Santos, Garofalo; De Falco, Scavone, Bogliacino; Forestieri, Kutuzov, Stoian. All. Torrente<BR>ARBITRO: Ostinelli</P> <P>Modena-Ascoli:<BR>MODENA (4-3-1-2): Caglioni; Perticone, Carini, Diagouraga, Milani; Nardini, Dalla Bona, Signori; Di Gennaro; Greco, Ardemagni. All. Bergodi<BR>ASCOLI (5-3-2): Guarna; Scalise, Andelkovic, Peccarisi, Faisca, Tomi; Sbaffo, Parfait, Di Donato; Papa Waigo, Soncin. All. Silva<BR>ARBITRO: Di Paolo</P> <P>Albinoleffe-Vicenza:<BR>ALBINOLEFFE (4-4-2): Offredi; Luoni, Bergamelli, Piccinni, Cristiano; Pacilli, Laner, Previtali, Foglio; Torri, Cissè. All. Salvioni<BR>VICENZA (3-5-2): Frison; Tonucci, Augustyn, Giani; Gavazzi, Rigoni, Pinardi, Botta, Bianco; Abbruscato, Paolucci. All. Beghetto<BR>ARBITRO: Irrati</P> <P>Gubbio-Livorno: <BR>GUBBIO (4-4-2): Donnarumma; Bartolucci, Cottafava, Caracciolo, Farina; Ragatzu, Sandreani, Boisfer, Mario Rui; Mastronunzio, Guzman. All. Alessandrini<BR>LIVORNO (4-4-1-1): Mazzoni; Salviato, Bernardini, Knezevic, Lambrughi; Belingheri, Morosini, Luci, Filkor; Siligardi; Paulinho. All. Madonna<BR>ARBITRO: Gallione</P> <P>Juve Stabia-Varese:<BR>JUVE STABIA (4-4-2): Seculin; Baldanzeddu, Molinari, Maury, Di Cuonzo; Erpen, Caserta, Biraghi, Scozzarella; Danilevicius, Sau. All. Braglia<BR>VARESE (4-4-2): Bressan; Cacciatore, Troest, Terlizzi, Grillo; Zecchin, Filipe, Damonte, Nadarevic; Plasmati, Granoche. All. Maran<BR>ARBITRO: Merchiori</P> <P>Grosseto-Sassuolo:<BR>GROSSETO (4-4-2): Narciso; Petras, Padella, Olivi, Calderoni; Mancino, Crimi, Consonni, Caridi; Sforzini, Alfageme. All. Ugolotti<BR>SASSUOLO (3-5-2): Pomini; Marzorati, Bianco, Terranova; Gazzola, Magnanelli, Valeri, Cofie, Longhi; Missiroli, Bruno. All. Pea<BR>ARBITRO: Palazzino</P>C1000075adm001adm001zeman 2.jpgSiNserie-b-torino-sampdoria-1003444.htmSiT1000083,T1000085,T1000086,T1000087,T1000088,T1000091,T1000092,T1000093,T1000094,T1000096,T1000097,T1000098,T1000099,T1000101,T1000102,T1000081,T1000082,T1000089,T1000090,T1000095,T1000084100075701,02,03030140
421002860NewsCampionatiSerie B, le probabili formazioni del 31° turno20120317105998serie, smapdoria, torinoPartite ore 15<P><STRONG><EM>ALBINOLEFFE </EM></STRONG>(4-4-2): Offredi; Salvi, Bergamelli, Piccinni, Regonesi; Girasole, Laner, Previtali, Foglio; Cocco, Cissè. All. Salvioni<BR><STRONG><EM>SASSUOLO (</EM></STRONG>3-4-3): Pomini; Marzoratti, Bianco, Terranova; Gazzola, Cofie, Valeri, Longhi; Missiroli, Bruno, Sansone. All. Pea<BR>ARBITRO: Velotto</P> <P><BR><STRONG><EM>JUVE STABIA</EM></STRONG> (4-4-2): Colombi; Baldanzeddu, Molinari, Maury, Di Cuonzo; Falcinelli, Scozzarella, Mezavilla, Zito; Danilevicius, Sau. All. Braglia<BR><STRONG><EM>TORINO </EM></STRONG>(4-2-4): Benussi; D`Ambrosio, Glik, Ogbonna, Parisi; Basha, Iori, Vives; Stevanovic, Bianchi, Antenucci. All. Ventura<BR>ARBITRO: Tommasi</P> <P><BR><STRONG><EM>SAMPDORIA</EM></STRONG> (4-3-1-2): Romero; Rispoli, Volta, Rossini, Costa; Munari, Krsticic, Renan; Foggia; Pozzi, Eder. All. Iachini<BR><STRONG><EM>ASCOLI </EM></STRONG>(5-3-2): Guarna; Scalise, Ciofani, Peccarisi, Faisca, Tomi; Ilari, Parfait, Di Donato; Papa Waigo, Soncin. All. Silva<BR>ARBITRO: Nasca</P> <P><BR><STRONG><EM>REGGINA </EM></STRONG>(3-5-2): Zandrini; Freddi, Emerson, Angella, Rizzato; De Rose, Armellino, Castiglia, Melara; Ragusa, Viola A. All. Gregucci<BR><STRONG><EM>LIVORNO</EM></STRONG> (4-3-1-2): Bardi; Salviato, Knezevic, Sini, Lambrughi; Filkor, Luci, Belingheri; Siligardi; Dionisi, Paulinho. All. Madonna<BR>ARBITRO: Palazzino</P> <P><BR><STRONG><EM>VERONA</EM></STRONG> (4-3-3): Rafael; Cangi, Mareco, Maietta, Scaglia; Jorginho, Tachtsidis, Hallfredsson; Gomez, Ferrari, Lepiller. All. Mandorlini<BR><STRONG><EM>VICENZA </EM></STRONG>(3-5-2): Frison; Martinelli, Tonucci, Bastrini; Gavazzi, Rigoni, Paro, Botta, Bianco; Abbruscato, Paolucci. All. Beghetto<BR>ARBITRO: Ostinelli</P> <P><BR><STRONG><EM>EMPOLI </EM></STRONG>(4-3-1-2): Dossena; Buscè, Ficagna, Stovini, Regini; Zè Eduardo, Guitto, Coppola; Brugman; Maccarone, Tavano. All. Aglietti<BR><STRONG><EM>BARI</EM></STRONG> (4-3-1-2): Lamanna; Crescenzi, Borghese, Dos Santos, Garofalo; Romizi, De Falco, Bogliacino; Galano, Kutuzov, Forestieri. All. Torrente<BR>ARBITRO: Mariani</P> <P><BR><STRONG><EM>GROSSETO</EM></STRONG> (4-2-3-1): Narciso; Petras, Padella, Olivi, Giallombardo; Ronaldo, Jadid; Esposito, Lupoli, Caridi; Sforzini. All. Ugolotti<BR><STRONG><EM>CITTADELLA</EM></STRONG> (4-3-3): Cordaz; Ciancio, Pellizzer, Scardina, Marchesan; Vitofrancesco, Paolucci, Schiavon; Busellato, Di Carmine, Maah. All. Foscarini<BR>ARBITRO: Di Paolo</P> <P><BR><STRONG><EM>GUBBIO</EM></STRONG> (4-3-3): Donnarumma; Briganti, Cottafava, Benedetti, Mario Rui; Sandreani, Boisfer, Raggio Garibaldi; Guzman, Mastronunzio, Graffiedi<BR><STRONG><EM>CROTONE</EM></STRONG> (4-3-1-2): Bindi; Correia, Vinetot, Abruzzese, Mazzotta; Florenzi, Eramo, Galardo; Caetano; Sansone, Ciano<BR>ARBITRO: Giacomelli</P> <P><BR><STRONG><EM>MODENA</EM></STRONG> (4-3-1-2): Caglioni; Jefferson, Carini, Perna, Milani; Nardini, Dalla Bona, Signori; Di Gennaro; Cellini, Ardemagni. All. Bergodi<BR><STRONG><EM>NOCERINA </EM></STRONG>(4-2-3-1): Concetti; Laverone, Figliomeni, Pomante, Bolzan; Mingazzini, Bruno; Pagano, Merino, Catania; Castaldo. All. Auteri<BR>ARBITRO: Gallione</P> <P>Pescara-Brescia:<BR><STRONG><EM>PESCARA</EM></STRONG> (4-3-3): Anania; Zanon, Romagnoli, Capuano, Balzano; Kone, Verratti, Cascione; Sansovini, Immobile, Insigne. All. Zeman<BR><STRONG><EM>BRESCIA</EM></STRONG> (3-5-2): Arcari; Martinez, De Maio, Caldirola; Zambelli, Vass, Salomon, El Kaddouri, Dallamano; Piovaccari, Jonathas. All. Calori<BR>ARBITRO: Massa</P>C1000075adm001adm001bianchi rolando.jpgSiNserie-b-sampdoria-torino-1002860.htmSiT1000083,T1000085,T1000086,T1000087,T1000088,T1000091,T1000092,T1000093,T1000094,T1000096,T1000097,T1000098,T1000099,T1000101,T1000102,T1000081,T1000082,T1000089,T1000090,T1000095,T1000084100075601,02,03030290
431002543NewsCampionatiSerie B, tutte le probabili formazioni del 30° turno20120310111648serie b, sampdoria, verona, torinoBig match Torino-Verona<P>Sabato ORE 15:00<BR>Ascoli-Juve Stabia:<BR>ASCOLI (5-3-2): Guarna; Scalise, Ciofani, Peccarisi, Faisca, Tomi; Parfait, Pederzoli, Di Donato; Papa Waigo, Soncin. All. Silva<BR>JUVE STABIA (4-4-2): Colombi; Baldanzeddu, Molinari, Maury, Di Cuonzo; Scozzarella, Caserta, Mezavilla, Zito; Danilevicius, Sau. All. Braglia<BR>ARBITRO: Massa</P> <P>Cittadella-Pescara:<BR>CITTADELLA (4-3-3): Cordaz; Ciancio, Pellizzer, Scardina, De Vito; Vitofrancesco, Paolucci, Schiavon; Busellato, Di Carmine, Maah. All.Foscarini<BR>PESCARA (4-3-3): Anania; Zanon, Romagnoli, Capuano, Balzano; Nielsen, Verratti, Cascione; Sansovini, Immobile, Insigne. All. Zeman<BR>ARBITRO: Merchiori</P> <P>Crotone-Modena:<BR>CROTONE (4-3-1-2): Bindi; Correia, Vinetot, Abruzzese, Mazzotta; Florenzi, Eramo, Galardo; Caetano; Sansone, Djuric. All. Drago<BR>MODENA (4-3-1-2): Caglioni; Perticone, Carini, Perna, Milani; Nardini, Dalla Bona, Signori; Di Gennaro; Cellini, Ardemagni. All. Bergodi<BR>ARBITRO: Baracani</P> <P>Livorno-Albinoleffe:<BR>LIVORNO (4-3-1-2): Bardi; Salviato, Bernardini, Sini, Lambrughi; Morosini, Luci, Belinghieri; Siligardi; Dionisi, Paulinho. All. Madonna<BR>ALBINOLEFFE (4-4-2): Offredi; Salvi, Bergamelli, Piccinni, Regonesi; Girasole, Laner, Hetemaj, Cristiano; Germinale, Torri. All. Salvioni<BR>ARBITRO: Giancola</P> <P>Nocerina-Gubbio:<BR>NOCERINA (4-3-3): Concetti; Pomante, Rea, Giuliatto, Laverone; Pagano, Bruno, Parola; Merino, Castaldo, Negro. All. Auteri<BR>GUBBIO (4-3-1-2): Donnarumma; Briganti, Cottafava, Benedetti, Mario Rui; Gerbo, Nwankwo, Raggio Garibaldi; Guzman; Mastronunzio, Graffiedi. All. Simoni<BR>ARBITRO: Irrati</P> <P>Sassuolo-Sampdoria:<BR>SASSUOLO (3-4-1-2): Pomini; Consolini, Piccioni, Marzorati; Gazzola, Cofie, Valeri, Longhi; Missiroli; Sansone, Bruno. All. Pea<BR>SAMPDORIA (4-3-1-2): Romero; Rispoli, Gastaldello, Rossini, Costa; Munari, Obiang, Soriano; Juan Antonio; Pozzi, Eder. All. Iachini<BR>ARBITRO: Ciampi</P> <P>Varese-Empoli:<BR>VARESE (4-4-2): Bressan; Cacciatore, Troest, Terlizzi, Grillo; Zecchin, Filipe, Kurtic, Nadarevic; Neto Pereira, Granoche. All. Maran<BR>EMPOLI (4-3-1-2): Dossena; Vinci, Ficagna, Stovini, Gorzegno; Zè Eduardo, Guitto, Buscè; Brugman; Maccarone, Tavano. All. Aglietti<BR>ARBITRO: Viti</P> <P>Vicenza-Grosseto:<BR>VICENZA (3-5-2): Frison; Martinelli, Zanchi, Bastrini; Gavazzi, Pinardi, Paro, Botta, Bianco; Abbruscato, Paolucci. All. Beghetto<BR>GROSSETO (4-4-2): Narciso; Petras, Padella, Olivi, Giallombardo; Sciacca, Crimi, Jadid, Caridi; Alfageme, Sforzini. All. Ugolotti<BR>ARBITRO: Di Bello</P> <P>SABATO, ORE 18:00<BR>Brescia-Padova:<BR>BRESCIA (3-5-2): Arcari; Martinez, De Maio, Caldirola; Zambelli, Vass, Salomon, El Kaddouri, Dallamano; Piovaccari, Jonathas. All. Calori<BR>PADOVA (4-3-1-2): Perin; Donati, Legati, Schiavi, Renzetti; Bovo, Italiano, Cuffa; Bentivoglio; Cutolo, Cacia. All. Dal Canto<BR>ARBITRO: Candussio</P> <P>DOMENICA, ORE 12:30<BR>Bari-Reggina:<BR>BARI (4-3-3): Lamanna; Crescenzi, Polenta, Dos Santos, Garofalo; Bellomo, De Falco, Scavone; Forestieri, Kutuzov, Stoian. All. Torrente<BR>REGGINA (5-3-2): Zandrini; D`Alessandro, Freddi, Emerson, Angella, Rizzato; Barillà, Viola N., Castiglia; Bonazzoli, Ragusa. All. Gregucci<BR>ARBITRO: Baratta</P> <P>LUNEDI`, ORE 20:45<BR>Torino-Verona:<BR>TORINO (4-2-4): Benussi; Darmian, Di Cesare, Ogbonna, Parisi; Basha, Iori; Stevanovic, Meggiorini, Bianchi, Antenucci. All. Ventura.<BR>VERONA (4-3-1-2): Rafael; Abate, Ceccarelli, Maietta, Scaglia; Russo, Esposito, Hallfredsson; Jorginho; Ferrari, Gomez. All. Mandorlini<BR>ARBITRO: Pinzani</P>C1000075adm001adm001bianchi rolando.jpgSiNserie-b-torino-verona-1002543.htmSiT1000083,T1000085,T1000086,T1000087,T1000088,T1000091,T1000092,T1000093,T1000094,T1000096,T1000097,T1000098,T1000099,T1000101,T1000102,T1000081,T1000082,T1000089,T1000090,T1000095,T1000084100075701,02,03030557
441002486NewsCampionatiSerie B, sabato a Modena si gioca il big-match Sassuolo-Sampdoria20120309093357sampdoria, sassuolo, modena, bragliaEmiliani e liguri vantano le migliori difese della cadetteria, ma sabato conta solo vincere, il pari non serve a nessuno<P align=justify>Il big-match della trentesima giornata di Serie B si giocherà al "Braglia" di Modena, dove il Sassuolo ospiterà la Sampdoria. Emiliani che devono riscattare la sconfitta di Pescara, e blucerchiati che vogliono confermarsi dopo le utlime buone prove che hanno riavvicinato i doriani ai play-off. Nonostante i tanti nomi di prestigio per la categoria: da Eder a Pozzi passando per Sansone, la sfida sarà con ogni probabilità decisa dalle difese. Si affrontano infatti&nbsp;due migliori retroguardie del campionato, Sassuolo prima a 21 reti subite, Sampdoria seconda a 23.&nbsp;L`arrivo di Iachini ha consolidato il reparto difensivo dei liguri,&nbsp;la coppia Gastaldello-Rossini dopo qualche momento iniziale di sbandamento si sta dimostrando affidabile e concreta. Dall`altra parte Fulvio Pea affida il reparto a tanti ragazzi giovani&nbsp; come Terranova e Marzoratti, usciti dai settori giovanili di Palermo e Milan e cresciuti in maniera esponenziale grazie ai sapienti insegnamenti del mister rivelazione della stagione. Fondamentali saranno anche i numeri uno: da una parte Pomini, a Sassuolo da undici anni e protagonista della salita dalla C2, dall`altra Romero, portiere dell`Argentina e spesso salvatore dei blucerchiati. Profili diversi, carriere agli antipodi ma risultati eccellenti per entrambi. Difese a confronto quindi, ma lo 0-0 non serve a nessuno, gli attaccanti dovranno trovare il modo di perforare i due reparti per regalare punti e speranze a Sassuolo e Sampdoria. (<A href="http://www.genoasamp.com">www.genoasamp.com</A>)</P>C1000075ivomesivomestifosi.jpgSiNsamp-sassuolo-modena-sabato-1002486.htmSiT1000098,T1000097100075401,02,03030300
451002284NewsCampionatiSerie B, tutte le probabili formazioni del 29° turno20120303111531serie b, sampdoria, veronaBig match Sampdoria-Verona<P>Queste le probabili formazioni del 29° turno in Serie B. Partite ore 15.</P> <P>Sampdoria-Verona:<BR>SAMPDORIA 4-3-1-2  Romero; Berardi, Gastaldello, Rossini, Laczko; Munari, Krsticic, Soriano; Juan Antonio; Eder, Pozzi.Indisponibili: Castellini, Renan, Padalino, Semioli.Squalificato: Obiang. All. Iachini.<BR>VERONA 4-3-3  Rafael; Cangi, Ceccarelli, Maietta, Scaglia; Russo, Jorginho, Hallfredsson; D`Alessandro, Ferrari, Gomez.Indisponibili: Nicolas. Squalificato: Tachtsidis. All. Mandorlini.<BR>&nbsp;<BR>Bari-Crotone:<BR>BARI (4-3-3): Lamanna; Crescenzi, Polenta, Dos Santos, Garofalo; Bellomo, De Falco, Romizi; Forestieri, Kutuzov, Stoian.Indisponibile: Castillo. Squalificati: Borghese, Caputo, Ceppitelli. All. Torrente<BR>CROTONE (4-3-1-2): Bindi; Correia, Vinetot, Abruzzese, Mazzotta; Florenzi, Loviso, Maiello; Caetano; Sansone, Ciano.Indisponibili: Caccavallo, Migliore. Squalificato: Gabionetta. All. Drago<BR>&nbsp;<BR>Empoli-Livorno:<BR>EMPOLI (4-3-1-2): Pelagotti; Vinci, Mori, Stovini, Gorzegno; Zè Eduardo, Moro, Coppola; Lazzari; Mchedlidze,&nbsp; Tavano.Indisponibili: Valdifiori, Tonelli. Squalificato: Ficagna. All. Aglietti<BR>LIVORNO (4-4-2): Bardi; Salviato, Bernardini, Sini, Lambrughi; Siligardi, Luci, Filkor, Schiattarela; Dionisi, Paulinho. Indisponibili: Mazzoni, Knezevic, Pieri, Rampi, Lignani, Dell`Agnello. All. Madonna.<BR>&nbsp;<BR>Grosseto-Torino:<BR>GROSSETO (4-4-2): Narciso; Petras, Padella, Olivi, Giallombardo; Mancino, Crimi, Jadid, Caridi; Alfageme, Sforzini. Indisponibili: Moretti, Iorio. All. Ugolotti<BR>TORINO (4-2-4): Benussi; Darmian, Di Cesare, Ogbonna, Parisi; Basha, Iori; Stevanovic, Bianchi, Antenucci, Oduamadi.Indisponibili: Coppola, Masiello, Pratali, Suciu, Zavagno. All.Ventura<BR>Juve Stabia-Nocerina:<BR>JUVE STABIA (4-4-2): Colombi; Baldanzeddu, Molinari, Scognamiglio, Di Cuonzo; Raimondi, Mezavilla, Scozzarella, Zito; Danilevicius, Sau. Indisponibile: Erpen. Squalificato: Maury. All. Braglia<BR>NOCERINA (4-3-3): Concetti; Laverone, Di Maio, Rea, Bolzan; Parola, Bruno, Barusso; Catania, Castaldo, Negro.Indisponibili: Del Prete, Giuliatto, Nitride, Suarino. All. Auteri<BR>&nbsp;<BR>Modena-Cittadella:<BR>MODENA (4-3-1-2): Caglioni; Nardini, Carini, Perna, Milani; De Vitis, Dalla Bona, Signori; Di Gennaro; Ardemagni, Greco.Indisponibili: Perticone, Turati, Rullo, Petre, Ciaramitaro, Gilioli, Cellini, Fabinho. All. Bergodi<BR>CITTADELLA (4-3-3): Cordaz; Ciancio, De Vito, Pellizzer, Scardina; Vitofrancesco, Paolucci, Schiavon; Bellazzini, Di Carmine, Maah. Indisponibile: Di Nardo, Zanvettori.Squalificato: Gasparetto. All. Foscarini<BR>&nbsp;<BR>Padova-Albinoleffe:<BR>PADOVA (4-3-1-2): Pelizzoli; Donati, Legati, Schiavi, Renzetti; Bovo, Italiano, Bentivoglio; Marcolini; Lazarevic, Cacia.Indisponibili: Jelenic, Osuji, Succi. Squalificato: Cutolo. All. Dal Canto<BR>ALBINOLEFFE (4-4-2): Offredi; Salvi, Bergamelli, Piccinni, Regonesi; Cristiano, Laner, Previtali, Foglio; Cissè, Cocco.Indisponibile: Hetemaj. All. Salvioni<BR>&nbsp;<BR>&nbsp;<BR>Pescara-Sassuolo:<BR>PESCARA (4-3-3): Anania; Zanon, Romagnoli, Capuano, Balzano; Nielsen, Verratti, Cascione; Sansovini, Immobile, Insigne. Indisponibili: Brosco, Caprari. All. Zeman<BR>SASSUOLO (3-4-2-1): Pomini; Marzoratti, Piccioni, Bianco; Gazzola, Magnanelli, Cofie, Longhi; Missiroli, Sansone; Marchi.Indisponibili: Terranova, Troiano, Masucci, Laribi, Noselli. All. Pea.<BR>&nbsp;<BR>Reggina-Ascoli:<BR>REGGINA (5-3-2): Zandrini; D`Alessandro, Freddi, Emerson, Angella, Rizzato; Barillà, Viola N., Castiglia; Bonazzoli, Ragusa.Indisponibili: Adejo, Campagnacci. All. Gregucci<BR>ASCOLI (5-3-2): Guarna; Scalise, Ciofani, Peccarisi, Faisca, Tomi; Sbaffo, Pederzoli, Di Donato; Papa Waigo, Soncin.Indisponibile: Giovannini. All. Silva.<BR></P>C1000075adm001adm001pallone 2.jpgSiNsampdoria-serie-b-verona-1002284.htmSiT1000083,T1000085,T1000086,T1000087,T1000088,T1000091,T1000092,T1000093,T1000094,T1000096,T1000097,T1000098,T1000099,T1000101,T1000102,T1000081,T1000082,T1000089,T1000090,T1000095,T1000084100075701,02,03030250
461001708NewsCampionatiSerie B, Torino-Sampdoria: le probabili formazioni20120220174040calcio,serie a,milan,cagliari,pagelle,risultati,marcatori,arbitri,designazioni arbitrali,live partita,serie bwin,coppe europee,convocati,formazioniPosticipo ore 20.45<P>Queste le probabili formazioni di Torino-Sampdoria posticipo di stasera in serie B ore 20.45:</P> <P>TORINO (4-2-4) Benussi; Darmina, Di Cesare, Ogbonna, Parisi; Basha, Iori; Stevanovic, Antenucci, Bianchi, Vives. All. Ventura.</P> <P>SAMPDORIA (4-3-1-2) Romero; Berardi, Gastaldello, Rossini, Laczko; Munari, Obiang, Renan; Juan Antonio; Bertani, Pozzi. All. Iachini</P>C1000075adm001adm001ogbonna.jpgSiNtorino-serie-b-sampdoria-1001708.htmSiT1000097,T1000099100075701,02,03030124

Le nostre Esclusive

notizie calcio
Il Conte pensiero
di Salvino Cavallaro, Mercoledì 21 Maggio 2014
Tosi: «Contento di aver fermato il Messina. Il Milazzo ha subito uno scippo»
della nostra redazione, Venerdì 25 Ottobre 2013
Tosi: «Saremo pronti per il Messina»
della nostra redazione, Lunedì 23 Settembre 2013