calcio mercato
William Hill Casino

A GIUGNO TANTI SVINCOLATI DI LUSSO: QUESTA LA TOP 11 DE ILCALCIO24


Il mercato è lontano, troppo lontano. Per i nostalgici della compra-vendita calcistica ecco quindi una formazione interessante, quella di undici (fra i tanti) giocatori in scadenza il 30 giugno 2013
RSS
23/02/2013 -

Il mercato è lontano, troppo lontano.
Per i nostalgici della compra-vendita calcistica ecco quindi una formazione interessante, quella di undici (fra i tanti) giocatori in scadenza il 30 giugno 2013.
Alcuni di questi sembrano aver già trovato una comoda sistemazione, altri paiono poter firmare un prolungamento del contratto con la loro attuale squadra, altri ancora rimarranno, probabilmente, orfani di casa.
Una squadra duttile, che si adatterà a più moduli: classico 4-4-2 o 3-5-2 modaiolo?
Lo vedremo successivamente.
Iniziamo: tra i pali il nome è di quelli importanti.
Christian Abbiati gode di un’esperienza straordinaria e di tanti trionfi alle spalle. L’accordo con il Milan sembra non esserci e probabilmente non arriverà: possibile che Galliani e compagni opteranno per un cambio radicale, con Perin obiettivo numero uno.
I volti in difesa abbondano.
Campagnaro al 99% vestirà la maglia nerazzurra nella prossima stagione e stesso destino dovrebbe toccare al centrale del Chievo Andreolli. Ampliando il nostro sguardo verso l’estero troviamo il difensore dei Citizens Kolo Tourè e l’olandese Douglas: insieme potrebbero formare una coppia di centrali perfetta in una difesa a quattro.
Come dimenticare, poi, Sebastien Squillaci, francese che milita nell’Arsenal?
In mezzo al campo il tormentone che ha infiammato l’inverno e che infiammerà l’estate: chi non vorrebbe nei propri undici Frank Lampard? I Blues stanno rivalutando l’idea di trattenere un giocatore straordinario, che riuscirebbe a coordinare le azioni di ogni squadra del pianeta.
Passando per la Spagna, troviamo un esterno (o trequartista) che agli albori della sua carriera, mentre militava al Betis Siviglia, prometteva strepitose cose. Joaquin non ha rispettato al 100% le prospettive ma ha comunque condotto stagioni più che dignitose: ora, il divorzio dal Malaga sembra cosa fatta.
Tornando in Italia, due Giovanni, Pasquale e Marchese, si giocano un posto per la corsia di sinistra, mentre Flamini sembra avere un posto da titolarissimo nella nostra formazione: anche in questo caso, il Milan non sembra intenzionato a rinnovare il contratto al francese.
Andrey Arshavin, Florent Malouda, Miralem Sulejmani, Ari Da Silva.
Non male, vero? Giocatori offensivi, esterni duttili, con capacità di muoversi in tutto il campo senza problemi.
Sono questi i pezzi pregiati dei nostri undici.
Tre nomi anche per una prima punta: Rolando Bianchi andrà via dal Torino sembra ombra di dubbi, Javier Saviola è un grande classico del calcio spagnolo e il fiuto del gol non l’ha perso. Non è certa la sua partenza dal Malaga.
Artem Milevsky è nato nel 1985 e gioca nella Dinamo Kiev. Prima punta, seconda punta, trequartista: nei nostri undici certamente non mancherà.
Ora, secondo voi dove quale dei due schieramenti è il più equilibrato? Ma soprattutto dove potrebbe arrivare una squadra così?

Formazione (4-4-2): Abbiati; Andreolli, Kolo Tourè, Douglas, Campagnaro; Malouda, Lampard, Flamini, Sulejmani; Arshavin, Saviola.

Formazione (3-5-2): Abbiati; Campagnaro; Kolo Tourè, Squillacì; Pasquale, Lampard, Joaquin, Flamini, Malouda; Milevsky, Bianchi

Giovanni Morotti

Le nostre Esclusive

notizie calcio
Giro d`Italia: a Caltagirone la spunta il belga Wellens
di Ivano Messineo, Mercoledì 09 Maggio 2018
Il Conte pensiero
di Salvino Cavallaro, Mercoledì 21 Maggio 2014
Tosi: «Contento di aver fermato il Messina. Il Milazzo ha subito uno scippo»
della nostra redazione, Venerdì 25 Ottobre 2013
Tosi: «Saremo pronti per il Messina»
della nostra redazione, Lunedì 23 Settembre 2013